Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

La Cavese torna cinica ed espugna il "Presti di Gela: 0-1 il finale contro la bestia nera degli aquilotti

I metelliani colpiscono i gelesi con la rete di Giglio al 9' del pt, poi con saggezza amministrano fino alla fine il vantaggio acquisito 



Domenica, 09 apr 2017

Giuseppe Giglio, l'autore del goal partita
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) - Dopo un lungo periodo di astinenza la Cavese, grazie anche al successo al fotofinish di domenica scorsa contro il Castrovillari, riprende dimestichezza con la vittoria e torna corsara in trasferta battendo il Gela sul proprio campo. L’unica nota stonata della giornata sono stati gli scontri (avvenuti prima della partita durante lo sbarco a Messina), tra i tifosi del Catania, diretti a Vibo Valentia, e quelli metelliani, in viaggio verso Gela. Scontri che nulla hanno a che fare con il calcio e lo sport, ma che hanno procurato ferite a una quattordicenne, costretta a ricorrere alle cure dei sanitari dopo essere stata colpita da una scheggia in seguito alla deflagrazione di una bomba carta fatta esplodere dai catanesi nei pressi del pullman meteliliano. LA CRONACA - Tornando al calcio giocato, dopo una breve fase di studio, nella prima frazione di gioco la Cavese piazza il colpo risolutivo con Giglio. Corre il 9’ del pt quando, in seguito ad un contropiede, Rossi costringe il portiere locale alla respinta: sul ta-pin si
avventa l’attaccante siciliano che insacca per l’1-0. Incassato il colpo il Gela prova a rimettere in sesto la gara senza riuscire, però, a impensierire la retroguardia metelliana. Nei minuti di recupero, esattamente al 47’ del pt, i padroni di casa potrebbero pareggiare le sorti dell’incontro con Budales, ma Conti si supera e compie un vero miracolo deviando la sfera in angolo. 

Nella ripresa la Cavese lascia al Gela l’iniziativa, amministrando con saggezza e cinismo il vantaggio acquisito nel primo tempo. Gli attacchi gelesi, sterili e privi d’incisività, però non creano pericoli per la retroguardia metelliana. Al 5’ st ci prova Alma con un tiro a giro che finisce fuori bersaglio, mentre al 43’ del st Nassi si fa bloccare da Conti in uscita. Dopo 5 minuti di recupero il sig. Luciani di Roma mette fine alle ostilità. La Cavese conquista tre punti pesanti e consolida la piazza d’onore rinviando, però, la festa del Leonzio, oggi ancora vittorioso contro l’Aversa ma non ancora promosso matematicamente.

Nello Bisogno




Tabellino di Gela 0 – Cavese 1

GELA: Saitta, Brugaletta, Noto (21’ st Nassi), Evola, Gambuzza, Campanaro, Alma, Schisciano, Scerra (37’ st Chiarenza), Montalbano (24’ st Kosovan), Bulades. A disposizione: Vizzì, Spampinato, Parisi, Pisano, Tomaino, Valenza. Allenatore: Infantino.
CAVESE: Conti, Riccio, Loreto, Armenise (11’ st Galullo), Parenti, Migliaccio, Bellante (45’ st Felleca), Alleruzzo, Gabrielloni, Rossi, Giglio (31’ st Giannattasio). A disposizione: D’Amico, Uliano, Giannattasio, Cirillo, Padovano, Golia, Celiento. Allenatore: Longo.
ARBITRO: Luciani (Roma 1). Assistenti: Spena (Saronno) e Pellegrinelli (Lovere).
RETE: 9’ pt Giglio.
NOTE. Cielo nuvoloso con clima freddo. Terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Rossi (C), Evola (G), Loreto (C), Bulades (G), Alleruzzo (C). Recupero: 4’ pt; 5’ st. Allontanato al 30’ pt Infantino, allenatore del  Gela, per proteste.


Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre