Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, il cuore oltre il pantano: nella risaia del "Lamberti" gli aquilotti affondano la capolista

Di Gabrielloni  al 75 il matchpoint liberatorio: sullo 0-0 annullato un goal regolare a Meloni - Mercoledì, 18 gennaio, la gara di recupero in trasferta contro la Palmese.



 Domenica, 15 gen 2016
Cavese-Igea V. - inizio gara (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) - Seconda di ritorno, prima del nuovo anno per gli aquilotti di mister Longo. Al “Lamberti” andava di scena il big match di ritorno tra Cavese e Igea Virtus, inseguitrice e capolista. L’unico obiettivo dei metelliani era la vittoria, e su un terreno di gioco ai limiti della praticabilità gli aquilotti buttano il cuore oltre il “pantano”, centrando l'obiettivo con un goal più volte cercato nel corso della gara. Match giocato a senso unico dagli uomini di mister Longo.

LA CRONACA – Ottimo l’approccio alla gara della Cavese, che scende in campo motivata a far suo lo scontro diretto con i siciliani. Dopo pochi secondi di gioco, Ciarcià ci prova con un tiro da fuori area che risulta debole e di facile presa per il portiere ospite. La Cavese inizia a macinare gioco e al 4° Ciarcià serve per Gabrielloni che di testa mette di poco al lato. Passano pochi minuti e al 12° Ciarcià, fra i migliori in campo, effettua un cross
al centro per Gabrielloni, che però non arriva sulla sfera. Al 17° la Cavese va vicino alla marcatura con la prima vera occasione da rete: Ciarcià dalla bandierina mette al centro un cross invitante che un difensore ospite, nel tentativo di liberare, di testa costringe il proprio portiere alla respinta miracolosa che salva la più classica delle autoreti. La Cavese, anche se in condizioni proibitive, continua a pressare gli avversari e al 29° ci prova con Loreto su invito di golia, ma il difensore metelliano di testa non inquadra la porta. Al 35° ci prova Golia, su invito di Gabrieloni, ma il suo tiro viene ribattuto dalla difesa ospite. La squadra ospite è nettamente in difficoltà, e al 43° rischiano di capitolare, in sequenza, per due volte: su cross del solito Ciarcià, prima Gabrielloni e poi Meloni vengono anticipati dai difensori siciliani. Il primo tempo si chiude sul risultato di parità.

Il goal di Gabrielloni al 75° - (@foto di Nello Bisogno)
Nella ripresa la trama della gara non cambia. La Cavese affonda alla ricerca del match point e al 56° Gabrielloni serve sulla sinistra d’attacco Meloni, che a botta sicura trova pronto Inferrera che respinge la sfera. Il goal Meloni lo trova al 59° al termine di un’azione elaborata in area avversaria, ma su segnalazione del guardalinee il direttore di gara annulla per un presunto fuorigioco. Inutili le proteste degli aquilotti. Su un terreno di gioco oramai ridotto a una risaia, la Cavese continua ad attaccare e al 64° Ciarcià con un lungo lancio pesca Meloni che con un tiro costringe Inferrera alla parata in due tempi. Al 71° l’unico tiro in porta degli ospiti, che nell’arco dell’intera partita hanno badato soprattutto a difendersi: Postorino per poco non trova il jolly della domenica. L’attaccante siciliano, servito da un compagno, tutto solo entra in area e da buona posizione manda alle stelle. Scampato il pericolo, la Cavese continua a cercare il goal, che arriva liberatorio al 75°: Ciarcià batte una punizione da centrocampo che Giglio, appena entrato, spizzica in area per Gabrieloni che in diagonale non fallisce il bersaglio e fa 1-0. Nei restanti minuti di gioco la Cavese non arretra il baricentro e continua a cercare il secondo goal, ma dopo quattro minuti di recupero il big match finisce con il punteggio di 1-0 per i metelliani. Ora la vetta è più vicina ma prima di affrontare l’Aversa Normanna, domenica prossima, gli aquilotti dovranno ancora fare bottino pieno contro la Palmese, gara di recupero che si giocherà mercoledì prossimo, 18 gennaio.

 Nello Bisogno




Tabellino di Cavese 1 – Igea Virtus 0 ( a cura di Paola Arena)

Cavese (4-3-3): Conti; Padovano, Galullo, Riccio, Loreto; Ciarcià, Di Deo, Rossi; Golia, Meloni, Gabrielloni; All: E. Longo. A disp: D’Amico, Uliano, Parenti, Armenise, Celiento, Migliaccio, Giglio, Pappalardo, Bellante.
Igea V. (4-3-3): Inferrea; Fontana, Dall’Oglio, Lanza, Cozza, Cassaro, Pastorino, Di Grazia, Lescano, Longo, Isgrò; All: Mario Pantè. A disp: Matassa, D’Angelo, Daia, Mazzù, Dioum, Bucca, Crifò, Crinò, Mosca.
Arbitro: Sig. D. Moriconi di Roma 2; Assistenti: sig.ri M. Dell’Olio di Molfetta e nE. Pansini di Bari.
Marcatori: 75° Gabrielloni

Note: Giornata fredda con pioggia intensa; terreno di gioco pesante e in pessime condizioni. Spettatori presenti circa 1500, di cui un centinaio provenienti dalla Sicilia al seguito dell’Igea. Ammoniti: Giglio (C) e Fontana (I); Espulsi: -; Angoli 2 – 0 per la Cavese. Recupero 0’ pt – 4’ st.










Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre