Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, gli aquilotti espugnano il "Ianniello" nella finale playoff: Frattese battuta per 3 reti a 2

Gli aquilotti pareggiano con Ausiello a due minuti dalla fine dei tempi regolamentari, poi stendono i partenopei nei minuti dell'over time con i goal di Criniti e Donnarumma - Lega Pro piu vicina: ora i metelliani attendono le decisioni della Lega il possimo 7 giugno 




Frattese-Cavese, finale playoff - @foto di Paola Arena e Raffaele Adinolfi
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno, tabellino e foto a cura di Paola Arena e Raffaele Adinolfi) -  Come spesso accade, nello sport più bello del mondo qual è il football non sempre vince la squadra che esprime il miglior calcio. Questo è quanto stava per accadere allo stadio “Pasquale Ianniello" di Frattamaggiore, dove andava in scena la finale play-off Frattese-Cavese. La compagine di mister Liquidato, infatti, stava per aggiudicarsi il match con il minimo sforzo grazie alla rete siglata nel primo tempo da Celiento,  a dispetto dell’ottima prestazione degli aquilotti che hanno dominato per lunghi tratti la partita. La squadra nero stellata, però, sicura di avere già in pugno la vittoria fa male i calcoli, e la Cavese in piena zona Cesarini pareggia e va ai tempi supplementari. Qui viene fuori la maggior esperienza, oltre la superiorità tecnica, della squadra metelliana, che nel giro di pochi minuti mette K.O. la Frattese: il calcio è imprevedibile e non a caso è lo sport più bello e appassionante del mondo.

Fra-Cav, azione di gioco - ,@foto di P. Arena e R. Adinolfi
LA CRONACA – Nutrita la cronaca dell’impresa compiuta dagli uomini di mister Longo, che oggi ha indovinato le mosse vincenti, soprattutto nel secondo tempo con l’innesto del trio Criniti - Ausiello - De Rosa.  Questa vittoria è in gran parte merito suo. Nella prima frazione di gioco la Cavese parte bene e al 4° va vicino alla marcatura con D’Anna, che al termine di un’azione di rimessa conclude a rete costringendo il portiere Rinaldi in angolo. Sul conseguente tiro dalla bandierina è Di Deo che costringe la difesa partenopea a rifugiarsi ancora in angolo. Nel primo quarto d’ora del match la Cavese porta un vero assedio alla porta partenopea. Al 10° tocca a Varriale fallire il bersaglio: l'attaccante blufoncè al termine di una rapida azione di contropiede conclude a rete, ma sulla traiettoria trova il piede di Rinaldi che salva. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Conti al 16° con un calcio di punizione
di Costanzo, ma la palla si perde abbondantemente al lato. Tuttavia, quando meno te lo aspetti arriva la doccia fredda. Su un disimpegno errato di Gatto, la Frattese ne approfitta e passa in vantaggio con Celiento, che con un gran destro dal limite insacca alle spalle di Conti. Gli aquilotti non demordono, reagiscono e al 24° D’Anna dalla sinistra serve al centro per Varriale, ma l’attaccante metelliano si fa anticipare da Rinaldi. I partenopei provano a spezzare il forcing degli aquilotti e al 29° sfiorano il raddoppio con un tiro dal limite di Marotta, ma l'azione termina con un nulla di fatto.  La squadra metelliana continua a cercare il pari, ma chiude il primo tempo sotto di un goal.

Inizio gara - @foto di P. Arena e R. Adinolfi
A inizio ripresa le due squadre restano in dieci per le espulsioni di Maraucci (C) e Tomasini (F), allontanati dall'arbitro per scorrettezze reciproche. I padroni di casa si rendono pericolosi dopo pochi minuti con una conclusione di Longo, ma Conti con prontezza di riflessi devia in angolo la sfera. La risposta cavese arriva due minuti dopo, al 59°: Varriale tutto solo in area alza sulla traversa la palla.  Mister Longo corre ai ripari ed effettua una serie di sostituzioni che poi si riveleranno determinanti ai fini del risultato: dentro Ausiello-Criniti-De Rosa al posto del trio Proia-D’Anna- Varriale. Intorno alla mezzora, precisamente al 73°, è proprio il nuovo entrato Criniti a depositare in rete un assist di Gatto, ma il direttore di gara annulla per off side su segnalazione del collaboratore di linea. Al 76° è Gatto, per la Cavese, che mette al lato una conclusione dal limite. Il pari metelliano è nell'aria e arriva in piena zona Cesarini all’88°: Ausiello raccoglie un cross dalla sinistra di Donnarumma e sotto porta con un tiro al volo insacca per l’1-1. In pieno recupero il terzino sinistro aquilotto con uno spiovente in area mette i brividi alla retroguardia partenopea, che con Della Monica sfiora la più classica delle autoreti. Non bastano i cinque minuti di recupero per decidere il match, e così si va ai supplementari. Nei minuti dell’over time vien fuori la maggiore esperienza dei metelliani, che nel giro di nove minuti mettono al tappeto i partenopei. Al primo giro di lancette, infatti, arriva il goal del sorpasso metelliano: Donnarumma se ne va sulla sinistra e crossa in area per Criniti, che questa volta è in posizione regolare e insacca per l’1-2. Passano pochi minuti e la Cavese piazza il colpo del K.O. Al 9° Donnarumma, oggi particolarmente ispirato, se ne va in contropiede sulla sinistra e con un diagonale velenoso trafigge Rinaldi e porta la Cavese sul 3-1. Tuttavia, all'inizio del secondo tempo supplementare  i padroni di casa usufruiscono di un calcio di rigore per fallo di mano in area di Donnarumma, con conseguente espulsione per doppia ammonizione del terzino aquilotto, e accorciano le distanze. Ma la Cavese in nove uomini resiste e dopo un paio di sgroppate in contropiede di De Rosa porta a casa la vittoria, aggiudicandosi la finale play-off. I metelliani vincono per 3-2 sul campo dei partenopei e restano in attesa delle decisioni della Lega il prossimo 7 giugno in merito al possibile ripescaggio in serie C.

Patron Campitiello e il sindaco Servalli al "Ianniello"
@foto di P. Arena e R. Adinolfi
Grazie a patron Campitiello, finalmente il popolo bianco blu intravede la possibilità di veder tornare la propria squadra del cuore nel calcio che conta: la Lega Pro, al di la di tutto, non è più una chimera. Dovesse fallire anche il ripescaggio la Cavese potrebbe centrare il salto di categoria nella prossima stagione, ma che il ritorno nel calcio professionistico sia “oggi o domani” poco importa, ora che il club ha una società solida alle spalle. Quello che più conta in questo momento è che ci sia innanzitutto un cambio di tendenza e una maggior maturità da parte di gran parte della tifoseria metelliana, pubblico che negli ultimi tempi ha dimostrato di non meritare la ribalta del calcio professionistico!


Nello Bisogno



Finale Play-Off: IL Tabellino di Frattese 2 – Cavese 3 (curato e redatto da Paola Arena)

Frattese: Rinaldi, Capaldo, Della Monica, Costanzo, Barbato, Tommasini, Ammaturo (1’ st Acampora), Liccardo (38’ st Calamaio), Longo, Marotta (31’ st Vacca), Celiento. A disp.: Magliacano, Aliperta, Orientale, Angelillo, Maggio, Selva. All.: Liquidato.
Cavese: Conti, Padovano, Donnarumma D., Proia (9’ st Ausiello), Maraucci, Mansi, Cicerelli, Di Deo, Varriale (21’ st De Rosa), Gatto, D’Anna (12’ st Criniti). A disp.: Cirillo, Sicignano, Sabatucci, Galullo, Leone, Donnarumma A. All.: Longo.
Arbitro: Guarnieri di Empoli.
Marcatori: 20°  Celiento (F), 88°  Ausiello, 1° del pts Criniti e 9° del pts Donnarumma (C), 3° del sts  Logngo rig. (F)
Note: Giornata estiva con temperatura elevata, terreno di gioco in erba sintetica. Al 44° del pt espulsi Maraucci e Tommasini per scorrettezze a gioco fermo, e al 3° sts Donnarumma per doppia ammonizione. Allonatanato dalla panchina metelliana anche il tecnico Emilio Longo. Ammoniti Celiento, Di Deo, Varriale, Criniti. Spettatori presenti circa 3000: assente per divieto di trasferta la tifoseria metelliana

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre