Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese: aquilotti fermati sul pari dalla terna arbitrale - Contro il Siracusa finisce 1-1

Chiavaro segna la rete del vantaggio al 29°, D'Anna pareggia i conti al 60° - Nel finale di gara il direttore di gara prima concede e poi nega un rigore agli aquilotti - Positivo il ritorno del tecnico Picentino, richiamato sulla panchina ad inizio settimana da patron Campitiello





Domenica 24 apr 2016

Emilio Longo
CAVA DE’ TIRRENI - (servizio di Nello Bisogno - tabellino a cura di Paola arena) -  Con il ritorno di Longo ritorna anche l’autostima e la grinta ai giocatori della Cavese, smarrite nelle ultime apparizioni della gestione Papagni e che contro il Siracusa hanno consentito di sfoderare una prova d’orgoglio nel tentativo di riaprire il discorso promozione. Non hanno fatto i conti gli aquilotti, però, con la terna arbitrale, oggi risultata decisiva ai fini del risultato. Il big match con gli aretusei, infatti, si è concluso con un pareggio che ha giovato solo ai siciliani. Ora alla Cavese non resta che giocare con tranquillità le prossime ultime due partite e conquistare la piazza d’onore, anche in virtù dei play off che la squadra metelliana andrà a giocarsi e, possibilmente, vincerli per un eventuale ripescaggio.

LA CRONACA – Longo schiera la Cavese con il 4-3-3 a lui congeniale e gli aquilotti, ben messi in campo dal tecnico picentino, si approcciano bene alla gara. Al 3° De Rosa, su azione di contropiede, entra in area ma invece di concludere e piazzare la palla dell’1-0, tenta l’assist per Proia, ma la difesa anticipa e libera. Al 13° è ancora il capitano, oggi in gran giornata, che con una punizione dalla distanza costringe D’Alessandro
alla respinta in angolo. Un buon avvio di gara da parte degli aquilotti, che si mostrano superiori all’avversario per tutta la gara. Al 23° sono ancora i metelliani a rendersi pericolosi con una punizione di De Rosa da circa 30 metri: la sfera esce sul fondo alla destra di D’Alessandro. Nel momento migliore dei metelliani, però, accade l’imponderabile. Al 29°, durante un azione d’attacco dei siciliani, la palla esce sul fondo: per il guardalinee è rimessa dal fondo, per il direttore di gara, invece, si tratta di calcio d’angolo. Discutibile la decisione della terna arbitrale: sul conseguente tiro dalla bandierina di Giordano, Chiavaro insacca per l’inaspettato vantaggio siracusano. 0-1 e gara in salita per gli uomini di mister Longo. La Cavese spinge e prova a riequilibrare le sorti dell’incontro. Al 40°, su angolo calciato da De Rosa, Chiavaro per poco non fa il bis: questa volta, però, nella propria porta sfiorando il più classico degli autogol. Il primo tempo si chiude con il vantaggio del Siracusa.


Nella ripresa la Cavese affonda fin dai primi minuti alla ricerca del pari: al 50° Criniti se ne va sulla destra e con un tiro cross crea scompiglio in area siracusana. Il pareggio è nell’aria e arriva al 60°: De Rosa scatta sulla destra e una volta sul fondo crossa al centro per D’Anna che insacca la sfera dell’1-1. Goal a parte, gli ospiti si fanno notare al 66° con l’unico tiro vero della partita ad opera di Baiocco: la sfera esce sul fondo di poco alta sulla traversa. Con orgoglio e grinta la Cavese cerca di vincere la partita provandoci all’80° con una punizione dal limite di De Rosa: la palla sfiora il palo ed esce sul fondo. Cinque minuti dopo, all’85°, è Giannattasio, su servizio di Varriale, a provarci con un tiro dal limite, ma il portiere blocca a terra la sfera. All’88° il secondo episodio che costringe la Cavese a restare sul pari: il direttore di gara decreta un calcio di rigore per atterramento di Varriale in area, ma il guardalinee che opera sotto il settore distinti decide per un presunto fuorigioco dell’attaccante metelliano facendo tornare sui suoi passi il sig. Gentile, che fa riprendere con una punizione per off side. A nulla servono le proteste degli aquilotti, come a nulla servono i 6 minuti di recupero concessi al termine del tempo regolamentare. Il Siracusa pareggia e porta a casa un punto preziosissimo che, probabilmente, mette il sigillo sulla vittoria finale del torneo. Domenica, intanto, gli aquilotti faranno visita alla Vibonese in Calabria. 

Nello Bisogno


TABELLINO di Cavese 1 – Siracusa 1 (curato e redatto da Paola Arena)

Cavese – (4-3-3): Conti; Padovano, Maraucci, Mansi, D. Donnarumma; Cicerelli, Di Deo, Proia; Criniti, De Rosa, D’Anna. A disp: Cirillo, Sicignano, A. Donnarumma, Ausiello, Varriale, Leone, Giannattasio, Sabatucci, Petti. Allenatore: Emilio Longo

Siracusa – (4-3-3): D’Alessandro, Marghi, Dentice, Baiocco, Orefice, Chiavaro, Sibilli, Giordano, Ricciardo, Catania, Spineli; A disp: Viola, Vindigni, Palermo, Porcaro, Barbiero, Santamaria, Gallon, Longoni, Dezai. Allenatore: Andrea Sottil

Arbitro: Sig. Lorenzo Gentile di Seregno; Assistenti sig.ri A. Zaninetti di Voghere e S. Amantea di Milano

Marcatori:  29° Chiavaro (S), 60° D'Anna (C) 

Note: Cielo nuvoloso con pioggia;  terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori presenti quasi 1500 di cui circa 300 provenienti da Siracusa. Ammoniti: Spinelli, Dentice, Baiocco (S) Conti, Mansi e Padovano (C); Espulsi: Vindigni dalla panchina; Angoli 5– 2 per la Cavese; Recupero: 0’ pt – 6’ st. 

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre