Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, scacco alla Palmese: 0-1 nel fango del "San Giorgio"

Conti para il terzo rigore stagionale - Di Criniti la palla che vale il match point, ma la vittoria non basta per tornare in vetta



Palmese-Cavese 0-1, il rigore parato da Conti
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Aniello Bisogno) - La Cavese torna alla vittoria dopo la brutta battuta d’arresto casalinga contro lo Scordia. Un successo che arriva in trasferta contro la Palmese e che, ancora una volta, lo ha ottenuto al termine di una brutta prestazione. Gli aquilotti battono i padroni di casa con un goal di scarto, ma la vittoria non basta per ritornare in vetta alla classifica: Frattese e Siracusa, entrambe vincenti, non mollano. LA CRONACA - C’è poco da raccontare sulla gara andata in scena al “San Giorgio” di Palmi. Due lampi, uno per tempo, infatti, illuminano una gara noiosa e priva di emozioni. Al 18° Fabio, per i locali, con un tiro cross e con l’aiuto del vento costringe Conti alla respinta in angolo. Al 42° il primo lampo della partita: su rapida azione di rimessa Ausiello lancia per Criniti che dal limite sorprende Barillà con un pallonetto e segna la rete dello 0-1 che vale, poi, anche i tre punti per la Cavese. Tutta qui la prima frazione di gioco.

 Non meglio nella ripresa. Al 54° il secondo lampo della partita: il direttore di gara concede un rigore alla Palmese per un fallo in area causato da D’Ancora. Dagli 11 metri tira Fabio che si fa ipnotizzare da Conti, il quale para il terzo rigore stagionale e salva il risultato per la Cavese. Giusto per non essere troppo “avari” di notizie, o meglio troppo critici nei confronti degli aquilotti, riportiamo ancora due azioni a favore dei metelliani. D’Ancora prima e Varriale poi potrebbero raddoppiare, ma gli avanti aquilotti oggi non sono in giornata.  Al 60° Donnarumma serve un pallone d’oro a D’Ancora che,
tutto solo in area, si divora letterelamente il 2-0. Tre minuti dopo, al 63°, tocca a Varriale, ma nell’occasione l’attaccante è sfortunato sulla prima conclusione: Taverniti, infatti, salva sulla linea, poi sulla ribattuta la difesa rimedia in angolo. La gara finisce dopo quattro minuti di recupero con la vittoria degli aquilotti, ma certamente non ha divertito gli infredolliti spettatori del “San Giorgio” e i circa 150 sostenitori biancoblù arrivati da Cava. Probabilmente con una partita di “Prima Categoria” si sarebbero divertiti di più. Da segnalare, infine, uno stricione esposto dai tifosi della Palmese a ricordo del capo tifoso storico dei metelliani Eduardo Purgante. Il successo di Palmi mantiene viva la speranza di riagganciare al più presto la vetta, ma la strada che porta alla serie C intrapresa dai metelliani, oltretutto ancora in salita, sicuramente non è quella giusta. Domenica al “Lamberti” arriva l’Agropoli, bestia nera degli aquilotti negli ultimi 4 anni, per un derby che vede i metelliani mai vincenti contro i delfini sul terreno amico!


Nello Bisogno    

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre