Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, non C siamo: sul proprio terreno solo un pari contro lo Scordia

Gli aquilotti, oggi in giornata no, pareggiano per 2-2 contro i siciliani - Per due volte in vantaggio con una doppietta di De Rosa, i metelliani vengono raggiunti con i goal di Simonetti e Provenzano - Mister Longo rammaricato: "Abbiamo sciupato un'occasione per allungare sulle concorrenti"




Cavese-Scordia, inizio gara - (@foto di Paola Arena)
CAVA DE’ TIRRENI(servizio di Aniello Bisogno – foto e tabellino a cura di Paola Arena)Occasione persa per la Cavese che non riesce ad allungare sul Siracusa, fermo per riposo settimanale, e sulla Frattese, addirittura corsara a Rende e che a sua volta allunga su metelliani e aretusei. Contro il Città di Scordia, penultimo in classifica, la Cavese riesce a complicarsi la vita perdendo la testa e (nuovamente) la vetta della classifica. Mister Longo ripropone la squadra con il 4-4-2, schierando in attacco De Rosa, oggi autore di una doppietta, e Improta, ancora a secco e un incognita per l’attacco metelliano.

LA CRONACA – Nel primo tempo, dopo in timido tentativo di Mansi su corner di De Rosa al 5°, la gara procede a ritmi blandi e priva di emozioni fino al 22°, quando la partita si sbocca a favore degli aquilotti. Su azione manovrata Di Deo fa sponda per De Rosa, che ben appostato in area insacca la palla dell’1-0. Sulle ali dell’entusiasmo la Cavese affonda

Curva Sud, striscione in onore di Eduardo Purgante - (@foto di P. Arena)
ancora un minuto dopo (23°) e con un diagonale di Criniti costringe il terzino sinistro Pascali in angolo. Gli ospiti replicano e si fanno notare al 37° con un calcio di punizione di Mascara che esce di poco alto. Sul ribaltamento di fronte la Cavese sfiora il raddoppio con Improta: su rapida azione di contropiede l’attaccante metelliano sotto porta spara sul portiere che respinge in angolo. Al 40° è De Rosa, ancora su azione di contropiede, che sotto porta sciupa una buona occasione.  La prima frazione si avvia al termine senza altri sussulti, e dopo due minuti di recupero il sig. Capezzi di Valdarno manda tutti al riposo.

Cavese-Scordia, lancio monetina - (@foto di P. Arena)
Nel secondo tempo la gara inizia con un ritmo diverso rispetto al primo, e già al primo minuto di gioco la Cavese si rende pericolosa impegnando con D’Ancora il portiere siciliano che respinge la sfera, poi Diop sbarazza definitivamente. Gli ospiti replicano e agguantano il pari al 49°: Provenzano batte una punizione per la testa di Simonetti che trasforma in rete per il momentaneo 1-1. La Cavese non ci sta e al 56°, su assist di Maraucci, si porta al tiro con Criniti che viene deviato in angolo dal portiere. Sul conseguente tiro dalla bandierina Di Deo viene atterrato in area, l’arbitro concede il penalty che De Rosa trasforma per il 2-1, realizzando così la doppietta personale. 
Coreografia della curva Sud - (@foto di P. Arena)
I siciliani non stanno a guardare e al 70° pareggiano nuovamente le sorti dell’incontro. Maraucci commette fallo beccandosi la seconda ammonizione e, di conseguenza, l’espulsione. Su un tiro dalla bandierina Provenzano con un tiro al volo fa 2-2. Nonostante l’inferiorità numerica la Cavese non demorde e al 75° sfiora la rete con un fendente dal limite di Donnarumma; la palla esce di poco al lato. Pochi secondi dopo è Improta che da buona posizione spara alle stelle una palla invitante. La Cavese rischia di capitolare all’89° con una rapida azione di rimessa degli ospiti, abili a sfruttare un errore (o meglio un orrore) di D'Ancora, offrendo a un vero assist a Zumbo che, ben appostato in area, calcia a rete ma per fortuna della Cavese la sua conclusione si perde sul fondo sorvolando la traversa. Nei restanti minuti non bastano agli aquilotti, oggi poco brillanti e in giornata no, cuore e grinta per raddrizzare la partita. Dopo 5 minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine del match. Domenica la Cavese sarà impegnata in trasferta per la difficile partita contro la Palmese. Urge archiviare rapidamente la brutta prestazione con lo Scordia, ma avviare altrettanto alla svelta un cambio di mentalità! Cosi proprio non C siamo!


Nello Bisogno



TABELLINO di Cavese 2 – Città di Scordia 2 - (curato da Paola Arena)

CAVESE - (4-4-2): Conti; Padovano (77° Ricciardi), Mansi Maraucci, Donnarumma; Criniti, Di Deo, Ausiello, D’Ancora; De Rosa (61° Varriale), Improta (79° Puntoriere); All. Emilio Longo. A disp: Cirillo, Sabatucci, Cicerelli, Ricciardi, Galullo, Proia, Petti, Puntoriere.

Scordia – (4-2-3-1): Vizzì, Sardo, Pascali, Provenzano (81°Gallo), Diop, Simonetti, Mascara, Zumbo, Palmitieri (89° Baiata), Maimone, Di Maggio (83° Liistro); All. Serafino Natale. A dosp: Cultera, De Pasquae, Messina, Mazzamuto, Calabrese, Di Maira.

Arbitro: Sig, Gianmarco Capezzi di Valdarno; Assistenti: sig.ri A. Pedarra di Foggia e F. Pappalardo di Molfetta

Marcatori: 22° e 57° (rig.) De Rosa (C), 49° Simonetti e 70° Provenzano (S)

Note: Cielo sereno o poco nuvoloso con clima mite; terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori presenti circa 1500 compreso la quota abbonati; assente la tifoseria ospite. Ammoniti: Palmiteri (S) e Ausiello (C); Espulsi: Maraucci; Angoli: 8 – 2; Recupero: 2’ pt – 5’ st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre