Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, vittoria al cardiopalma al "Vallefuoco" di Mugnano: contro la Palmese finisce 5-4

Esordio strepitoso per capitan De Rosa, oggi autore di una doppietta insieme a Del Sorbo - A segno anche Varriale, al suo primo goal in maglia blufoncè



Mercoledì, 16 sett 2015


Cavese-Palmese, formazione iniziale (@foto Nello Bisogno)
MUGNANO - (servizio di Aniello Bisogno) - Goal e spettacolo sul neutro di Mugnano, dove la Cavese vince e incamera altri tre punti ai danni di una Palmese bastonata per circa sessanta minuti, ma mai doma fino alla fine. Con un primo tempo spettacolare, e quando brilla la stella di capitan De Rosa, gli aquilotti mettono k.o. i calabresi chiudendo la prima frazione di gioco con tre reti di scarto. Nella ripresa il solito calo (più mentale che fisico e registrato anche nelle prime due uscite di campionato), mette a repentaglio la vittoria degli aquilotti, portata in porto con non poca sofferenza: 5-4 sarà poi il punteggio finale.

LA CRONACA – La Cavese parte subito in quinta nella prima frazione di gioco, affondando i colpi già al primo giro di lancette: Tedesco dopo pochi secondi dall’inizio affonda sulla destra e con un diagonale fionda a rete da buona posizione, Nania devia in angolo la sfera. Pochi minuti dopo, al 5°, la Cavese si porta in zona d’attacco con Del Sorbo che serve De Rosa sulla sinistra che si porta al tiro, il diagonale del capitano finisce di poco al lato. La Cavese porta un vero assedio alla porta avversaria e all’11° con un azione del trio


L'abbraccio a De Rosa dopo il goal su punizione (@foto di N. Bisogno)
Ausiello-Tedesco-Del Sorbo, con tiro di quest’ultimo, gli aquilotti vanno ancora vicino al goal: il portiere ospite si rifugia in angolo. Sulla conseguente azione dalla bandierina la difesa calabrese salva sulla linea ancora una conclusione di Del Sorbo. Al 13° è De Rosa che con un tiro cross dalla destra per poco non beffa Nania: la palla esce di poco sul fondo. Il goal è in fase di maturazione e arriva puntuale al 19°, quando la Cavese guadagna una punizione al limite dell’area e in posizione centrale che De Rosa s’incarica di battere. Il tiro del capitano s’insacca alle spalle di Nania dopo aver sfiorato la barriera: 1-0 e partita in discesa per i metelliani. La Palmese si scuote e prova ad alleggerire la pressione dei biancoblu, portandosi al tiro con Saturno al 20°, ma il tiro finisce abbondantemente al lato. I calabresi si ripetono al 24° con una punizione di Foderaro per Piemontese, ma ancora una volta finisce con un nulla di fatto. Sul ribaltamento di fronte, al 25°, la Cavese piazza la palla del 2-0 con una girata al volo di Del Sorbo che raccoglie un assist di Cicerelli. La Palmese accusa il colpo e i metelliani ne approfittano. Al 30° De Rosa scatta palla al piede e dopo aver percorso circa 70 metri si porta a tu per tu con Nania trafiggendolo con un diagonale che s’insacca a mezz’altezza: 3-0 e partita momentaneamente chiusa. La Palmese prova ad accorciare le distanze con un tiro di Piemontese al 40°, ma la sfera esce sul fondo. Allo scadere esatto del 45° l’arbitro manda tutti al riposo.

Gli aquilotti riprendono posizione dopo il 3-0 di De Rosa (foto di N. Bisogno)
Nel secondo tempo la Cavese parte in quinta come nel primo e dopo due minuti, al 47°, segna anche il quarto goal: su schema da calcio d’angolo De Rosa serve Galullo che di testa appoggia la sfera a Del Sorbo che segna il 4-0. Ai pochi presenti sembra una partita ormai già conclusa, ma fino alla fine del match ci sarà il ritorno della Palmese e il tempo per annotare ai nostri taccuini ancora ben cinque reti. Al 61° la Palmese accorcia le distanze con Corsale, ex di turno, dopo un batti e ribatti in area. I calabresi prendono coraggio e dieci minuti dopo, al 71°, accorciano ancora con Fabio che tutto solo in area riceve palla da Corsale e insacca alle spalle di Conte: 4-2 e gara che sembra prendere un’altra piega. Un minuto dopo, infatti, i calabresi colpiscono un palo con Napoli, poi la difesa metelliana si rifugia in angolo. La Cavese, che nel frattempo è calata, è in evidente difficoltà e subisce il ritorno dei calabresi. Tuttavia, la Cavese per sua fortuna segna la quinta rete con Varriale, subentrato nella ripresa a Del Sorbo, allungando nuovamente sui calabresi. All’87° De Rosa, ancora su schema da calcio angolo, appoggia a D’Anna che a sua volte serve Varriale che da buona posizione segna il suo primo goal con la maglia della Cavese: 5-2 e partita finita? Assolutamente no. Al 90° la Palmese parte in contropiede e con Piemontese segna il goal del 5-3. Il direttore di gara concede cinque minuti di recupero durante il quale la Cavese rischia di pareggiare la partita. Dopo una traversa di Varriale al 93°, infatti, la Palmese va ancora in goal con Angotti e riduce ad una sola lunghezza lo svantaggio. I 160 secondi restanti saranno una vera sofferenza per i metelliani, che al triplice fischio del sig. Marini di Trieste tirano un sospiro di sollievo. Il match finisce 5-4 per la Cavese che porta a casa altri tre punti preziosi. Domenica si va ad Agropoli per la quarta di campionato, ma per questa Cavese bella a metà c’è ancora tanto da lavorare.


 Nello Bisogno




Il Tabellino di Cavese-Palmese 5-4

Cavese: (4-3-3) - Conti; Cicerelli, Sicignano, Galullo, Sabatucci; Ausiello, Di Deo (52° Aliperta), D’Ancora; Tedesco (66° D'Anna), Del Sorbo (61° Varriale), De Rosa; A disp.: Cirillo, Gazzaneo, Mansi, Serrone, Notaroberto, Bongermino; Allenatore: Emilio Longo

Palmese: (4-3-3) – Nania, Ciccone, Citrigno, Cordiano, D’Ascoli (78°Angotti), Taverniti, Foderaro, Moio (49° Napoli), Piemontese, Corsale, Saturno (59° Fabio); A DIsp.: Maruca, Crescibene, Versace, Cassaro, Tozzo, Torchia; Allenatore: Rosario Salerno


Note: Cielo sereno o poco nuvoloso, temperatura molto alta. Terreno di gioco in erba sintetica. Nessun spettatore presente sugli spalti, la partita si è giocata in campo neutro e a porte chiuse. Prima della gara si è osservato un minuto di raccoglimento in memoria del compianto giudice Alfonso Lamberti, uomo di legge e molto apprezzato anche come giurista sportivo, papà della piccola Simonetta vittima innocente della camorra e alla quale è intitolato lo stadio di Cava de' Tirreni.. Ammoniti: Tedesco e Sicignano (C) Espulsi: --; Angoli: 8-4; Recupero: 0’ pt – ‘5 st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre