Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, primato confermato: 2-0 al Reggio Calabria - Varriale, uomo goal, la chiave di svolta

Varriale entra e si procura un calcio di rigore al 73° trasformato da De Rosa, poi raddoppia a nove minuti dalla fine - Cavese prima in condominio con Scordia, Palmese e Vibonese




Domenica, 27 sett 2015
Curva sud in Cavese-R.Calabria - @foto Nello Bisogno
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Aniello Bisogno) - Esordio casalingo per la Cavese di mister Longo, che ritornava al “Lamberti” dopo la squalifica del campo che risaliva allo scorso campionato di D. Miglior debutto interno non poteva esserci per i metelliani, che davanti al proprio pubblico hanno battuto per 2-0  una Reggio Calabria per niente remissiva e mai doma. Una Cavese abulica nel primo tempo, che ha rischiato anche di andare sotto, più dinamica, però, nella seconda parte della gara quando ha spinto più degli amaranto alla conquista dei tre punti.

LA CRONACA Ma veniamo alla gara: nel primo tempo le due squadre si affrontano da subito a viso aperto e cercano di superarsi a vicenda nel tentativo di sbloccare il risultato a proprio vantaggio. Il primo affondo è di marca Cavese con De Rosa che al 5° mette al centro un buon cross dalla sinistra, ma la difesa reggina fa buona guardia e libera. Tuttavia è la Reggina che sfiora la marcatura per prima, portandosi pericolosamente al tiro. Arena recupera palla a centrocampo e s’invola verso la porta metelliana, una volta al limite si accentra e tira, ma la palla finisce sul fondo uscendo di poco al lato sulla sinistra. Nella prima parte del tempo sono gli ospiti che ci credono di più e al 13° creano scompiglio in area aquilotta con Zampaglione che,



Cavese-R. Calabria, lancio monetina - (@foto N. Bisogno)
scattato in contropiede, entra in area e con un cross scavalca il portiere metelliano Conte, l’assist è destinato ad Arena che però non aggancia la sfera. La Cavese si sveglia intorno alla mezzora e si fa vedere al 32° con un tiro in diagonale dalla destra di Tedesco, la palla finisce sul fondo.  Al 39° il primo di una serie di episodi che hanno generato forti proteste in campo da parte degli aquilotti. Tedesco, probabilmente toccato da Brunetti, cade in area e i metelliani reclamano per il presunto fallo da rigore ma l’arbitro, ben appostato, dice che è tutto regolare: inutili le proteste dei biancoblu. 


Le proteste degli aquilotti per il rigore negato - (@foto N. Bisogno)
La Cavese vuole il goal prima della chiusura del tempo e al 45° guadagna una punizione calciata con precisione da De Rosa, il portiere reggino con prontezza respinge la sfera che arriva dalle parti di Ausiello che viene steso in area. Anche questa volta l’arbitro, più coperto da un gruppo di giocatori rispetto al fallo precedente, dice che tutto è regolare. veementi le proteste dei metelliani, ma l’arbitro è irremovibile sulla sua decisione. Immediatamente dopo il sig. Cudini di Fermo fischia la fine della prima frazione di gioco.





Cavese-Reggio C. - De Rosa in azione
 (@foto N. Bisogno)
Nella ripresa la gara comincia con lo stesso ritmo del primo tempo, anche se la Cavese, probabilmente ripresa negli spogliatoi da Longo, trascinata da De Rosa gioca meglio e cerca da subito la via della rete. Al 48° il capitano metelliano serve Tedesco che colpisce la sfera di testa, ma Ventrella si ritrova fra le mani la palla e blocca. Passano pochi minuti e la Cavese ci riprova: Tedesco con una rovesciata in area prova a sorprendere l’estremo reggino, ma la difesa è attenta e rimedia in angolo. Sul successivo tiro dalla bandierina del Sorbo non aggancia la sfera. Il Reggio si fa vedere al 59° con un tiro di Lavrendi che Sicignano intercetta e spiazza Conte, la palla per fortuna finisce in angolo. Sul successivo corner è Di Deo che ci mette una pezza e rimette la palla in angolo. Mister Longo opera le sostituzioni e al 70° manda in campo Varriale al posto di Tedesco: il cambio sarà fondamentale per la svolta della gara. Al 73°, infatti, Varriale riceve palla da De Rosa in area e nel tentativo di giocarla viene steso da Brunetti. Questa volta l’arbitro non ha esitazioni e comanda il penalty in favore degli aquilotti. Dagli undici metri De Rosa non fallisce: 1-0 e risultato sbloccato. Al 79° il Reggio prova ad alleggerire la manovra e cerca la rete del possibile pareggio, ma finisce con un nulla di fatto. La seconda rete di giornata è nell’aria e arriva all’81° a favore della Cavese, che mette al sicuro il match e la vittoria finale. Contropiede metelliano con De Rosa che dalla sinistra pennella un assist per Varriale che insacca per il 2-0. Il Reggio è alle corde anche se a tempo scaduto e in pieno recupero cerca di segnare il goal della bandiera con arena, ma l’attaccante calabrese fallisce l’occasione e spedisce la sfera sul fondo. Dopo quattro minuti di recupero il sig. Cudini, mediocre la sua prestazione, manda tutti sotto la doccia.

La Cavese vince e mantiene il primato ma domenica prossima, dopo la gara infrasettimanale di coppa Italia contro l’Agropoli, dovrà affrontare nella difficile trasferta siciliana il Noto. La squadra di mister Longo, però, reduce da quattro risultati positivi sembra in buona salute!  
  


Nello Bisogno



TABELLINOCavese 2 – R. Calabria 0

Cavese: 4-3-3 – Conte; Cicerelli, Sicignano, Maraucci, Galullo; D’Ancora, DI Deo, Ausiello; Tedesco (70° Varriale), Del Sorbo (77° D’Anna), De Rosa (91° Bongermino); Allenatore: Emilio Longo. A disp.: Cirillo, Gazzaneo, Sabatucci, Serrone, Notaroberto, D’Anna, Bongermino, Aliperta.

R. Calabria: 3-5-2 - Ventrella; Mautone, De Code, Brunetti; Maesano, Lavrendi (77° Bramucci), Corso (77° Riva), Roselli, Carrozza (84° Mangiola); Zampaglione, Arena; Allenatore Alessandro Caridi. A. disp.: Comandè, Cucinotti, D’Ambrosio, Pescatore, Pelosi,De Marco.

Arbitro: Sig. Cristian Cudini di Fermo

Marcatori: 73° De Rosa su rigore e 81° Varriale (C)

Note: Cielo sereno con temperatura mite. Spettatori presenti circa di 2000, di cui una trentina di tifosi provenienti da Reggio Calabria. Ammoniti: Carrozza e Roselli (RC); Espulsi nessuno; Angoli: 7-4; Recupero: 1’ pt – 4’ st.


Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre