Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, gli aquilotti tornano corsari a Gallipoli: 1-2 il finale del "Bianco"


Con una doppietta di Platone i metelliani battono i gallipolini di Mangiapane e riaccendo le speranze play off - Di Lorusso il goal per i giallorossi





Domenica, 19 apr 2015


Gallipoli-Cavese - @foto di Nello Bisogno
CAVA DE' TIRRENI - Dopo l'ampollosa vittoria sulla Sarnese di otto giorni fa, la Cavese finalmente torna alla vittoria in trasferta, violando lo stadio "Antonio Bianco" di Gallipoli. In formazione rimaneggiata e con modulo di gioco ridisegnato, infatti, gli aquilotti di mister Agovino battono i gallipolini guidati dall'allenatore/giocatore Mangiapane, tra l'altro ex aquilotto nella Cavese 2002/03 guidata da Mario Somma.  La Gara:  Il tecnico del Gallipoli schiera la propria squadra con il classico modulo all'italiana del 4-4-2 mentre mister Agovino, senza ben quattro titolari, ma soprattutto senza due pedine fondamentali come De Rosa e Ausiello, è costretto a stravolgere ancora una volta il modulo di gioco e risponde schierando la Cavese con il 3-4-3. 


Nel Primo tempo le squadre non entusiasmano e offrono uno spettacolo scialbo e noioso. Il gioco si svolge prevalentemente a centrocampo con tanti errori da una parte e dall'altra, tant'è che non annotiamo sui nostri taccuini azioni degni di cronaca,
tranne un calcio di punizione di Mangiapane al 4° per Cornacchia che impegna Napoli. La prima parte della gara scivola via senza emozioni, tuttavia, sul finire del tempo accade quello che non ti aspetti. Nei minuti di recupero Rizzo commette fallo da ultimo uomo e atterra appena fuori area De Stefano. Il direttore di gara espelle il difensore pugliese e decreta un calcio di punizione che Platone, al 49°, trasforma in goal insaccando a mezza altezza alla sinistra del portiere: 1-0 e partita in discesa per gli aquilotti. Finisce qui la prima parte della gara, dopo trenta secondi, infatti, il sig. Di Giovanni manda tutti al riposo.

Gallipoli-Cavese, saluto ai tifosi prima della gara
 @foto di N. Bisogno
Nel secondo tempo, con i padroni di casa alla ricerca del pari, la gara gioco forza si vivacizza. Nei primissimi minuti di gioco, infatti, i padroni di casa provano a pareggiare le sorti dell'incontro con un calcio di punizione di Mangiapane che sorvola di poco la traversa. Il fantasista/allenatore gallipolino si ripete, sempre su calcio piazzato, al 57° sfiorando il goal con un tiro respinto di pugno da Napoli. La Cavese si scuote e risponde al 58° con una rapida azione di contropiede di Palumbo che entra in area e dopo aver dribblato anche il portiere viene atterrato dallo stesso nell'area piccola. Per l'arbitro non ci sono dubbi e dopo aver ammonito Gabrieli decreta il penalty che dagli undici metri Platone trasforma in goal: 0-2 e partita al sicuro per gli aquilotti. Il Gallipoli, però, nonostante l'inferiorità numerica e il doppio svantaggio, reagisce e si rende pericolosa al 60° ancora una volta con un calcio di punizione di Mangiapane che il portiere aquilotto Napoli devia in calcio d'angolo. La Cavese risponde al 67° con un tiro in diagonale dalla sinistra di Picascia che finisce do poco sul fondo. Contrariamente a quanto assistito nel primo tempo, la gara, come detto, diventa entusiasmante e il Gallipoli riprova ad accorciare le distanze al 70° con Mangiapane, che su punizione mette di poco alto sulla traversa. Il goal dei padroni di casa, però, arriva all'80°. L’allenatore-giocatore dei pugliesi, Mangiapane, batte un corner dalla sinistra, Lorusso approfitta di uno svarione difensivo degli aquilotti e insacca alle spalle dell'incolpevole Napoli. La gara inaspettatamente si riapre, ma la Cavese potrebbe ristabilire le distanze con Palumbo all'83° che, involatosi in contropiede, entra in area e calcia a rete, ma il portiere locale è attento e respinge la sfera che arriva dalla parte opposta a Suriano il quale, a porta vuota, incredibilmente appoggia la palla al portiere divorando un goal già fatto. L'attaccante metelliano, però, prova a riscattarsi con un tiro in diagonale all'87°, ma Gabrieli devia in angolo la sfera. Si esauriscono al 94° le velleità offensive delle due squadre: la gara finisce col punteggio di 1-2 per la Cavese che torna alla vittoria in trasferta dopo tre mesi, alimentando nuovamente la fiammella, ultimamente affievolitasi, della speranza per un piazzamento play off. Domenica al "Lamberti" arriva la capolista Andria per quello che sarà il match clou della trentaduesima giornata.

Nello Bisogno


IL TABELLINO di Gallipoli-Cavese 2-1

Gallipoli: (4-4-2) – Gabrieli, Mauro, Gigante, Mbida, Cornacchia, G. Rizzo, Marangon (63° Lorusso), Mariano, Sopcic, Mangiapane, Negro (71° Mingiano); A disp.: Costantino, Berteina, Levanto, Santonnocito, Filoni , Sansò, Mingiano, Cansonieri; Allenatore: Massimo

Cavese: (3-4-3) - Napoli; Campanella, Manzo, Varchetta; Capaldo, Platone, Della Corte, Picascia; Palumbo, De Stefano (71° Suriano), Petti (89° D. Giordano); A disp.: Aprile, La Mura, Di Grezia, A. Senatore, Ilardi, Liguori, Allegretta, Suriano; Allenatore M. Agovino
Arbitro: Sig. F. Di Giovani di Brescia; Assistenti: Sig.ri Miccoli di Lancino e Giancaglini di Vasto

Marcatori: 49° pt'  e 58° (rig.) Platone (C) - 

Note: Cielo sereno con giornata ventilata, terreno di gioco in erba sintetica. Spettatori presenti circa 600 di cui quasi 300 al seguito della Cavese. Ammoniti; Mbida, Gabrieli, Mangiapane (G), De Stefano, Varchetta (C); Espulsi: Rizzo; Angoli: 4-0; Recupero: 4' pt - 0' st. 

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre