Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, i tre punti nonostante tutto: gli aquilotti liquidano con un netto 3-0 la Scafatese

De Rosa apre le marcature dopo appena due minuti del primo tempo, poi Marzullo arrotonda il punteggio con una doppietta personale


Domenica, 01 mar 2015
@foto di Marco Ascoli
CAVA DE’ TIRRENI – Almeno per un giorno la parola è passata al campo. Ancora frastornata dalle chiacchiere infrasettimanali divulgate via web e dal caos societario, colorito a colpi di comunicati e denunce, la Cavese ha superato i canarini della Scafatese. Non era facile per gli aquilotti disimpegnarsi con tranquillità, ma sgomberando la mente per qualche ora sono riusciti a mettere nel carniere l’intera posta in palio. Senza certezze per il futuro e momentaneamente senza una società alle spalle, la Cavese, guidata da uno stoico capitano, con cuore ha aggiunto un altro tassello importante in chiave salvezza, visto che parlare di play off sembra fuori luogo dopo lo scenario che si è aperto all’indomani della partita interna contro il Taranto. Nonostante tutto, dunque, gli aquilotti hanno risposto sul campo dimostrando professionalità e grande attaccamento alla casacca biancobleu.

@foto di M. Ascoli
LA GARA - Mister Agovino schiera la Cavese con il consueto 4-3-3 di partenza, confermando in attacco il tridente Palumbo, De Rosa, Marzullo. Mister Amura risponde con il classico modulo all’italiana del 4-4-2. Con il minimo sforzo e, come già detto, forse ancora frastornata, la Cavese con il minimo sforzo e con il minimo scarto chiude la prima frazione di gioco con il vantaggio di 1-0.

Nel primo tempo Il cronometro segna il 2° minuto di gioco, quando su affondo della squadra metelliana Marzullo viene atterrato al limite dell’area e all’altezza della lunetta. Il direttore di gara comanda un calcio di punizione che De Rosa, grazie anche ad una barriera sistemata maldestramente da Gallo, trasforma in goal. Dopo la rete il vuoto, nessuna delle due squadre, infatti, crea pericoli per i rispettivi portieri, anche se è la Cavese che effetua maggior possesso palla. Gli ospiti si fanno vedere al 32° con un calcio di punizione di Marcucci che esce di poco fuori, mentre la Cavese prova  a rendersi efficace nel finale di tempo. Al 39° con un’azione personale di Marzullo, che dopo aver saltato due avversari prova a raddoppiare con un tiro dal limite che
esce di poco alla sinistra di Gallo. L’ultimo tentativo del primo tempo, per la Cavese, è sempre di Marzullo che, dopo aver rubato palla in area, al 45° impegna severamente Gallo che si rifugia in angolo. Dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo.


@foto di M. Ascoli
Nella seconda frazione di gioco è tutto più facile per gli aquilotti, che dilagano grazie anche alla superiorità numerica dopo l’uscita per infortunio di Caiazzo. Gli aquilotti, infatti, nella ripresa entrano più determinati nel cercare di chiudere immediatamente la gara e al 54° provano a sorprendere i canarini con un tiro di Marzullo, su assist di Capaldo, ben parato da Gallo. Al 58° è Campanella a rendersi pericoloso su cross dalla bandierina. La Cavese appare più in palla della Scafatese, che nell’arco dell’intero incontro mai ha impensierito Napoli, e ci riprova al 70° con un sinistro di De Rosa che si spegne al lato della porta canarina. Due minuti dopo l’episodio chiave che consente agli aquilotti di dilagare. Al 72°, infatti, Caiazzo dopo uno scontro di gioco con De Rosa è costretto a lasciare il campo e i propri compagni in dieci, dato che mister Amura aveva già effettuato i tre cambi. La Cavese ne approfitta e al 77° piazza il colpo del ko: De Rosa serve Marzullo in area che con un rigore in movimento insacca per il 2-0. L’attaccante metelliano si ripete all’ 80° con un euro goal: dopo una respinta di un difensore su cross di De Rosa, Marzullo con un tiro al volo dal limite scaglia una saetta che s’insacca alle spalle del portiere canarino. Risultato al sicuro e partita chiusa. Per i pochi presenti del “Lamberti” cè ancora tempo per un sussulto, però, e lo regala Pugliese con un pallonetto all’89° che scavalca Gallo, ma la difesa scafatese salva quasi sulla linea. Dopo quattro minuti di recupero il direttore di gara dichiara concluse le ostilità. La Cavese si aggiudica il derby e almeno per un pomeriggio trova un po’ di serenità. Ora in attesa di sviluppi sulla questione societaria, sperando che si chiarisca il futuro della squadra, domenica prossima si va in terra lucana per affrontare il Francavilla. 

Nello Bisogno



IL TABELLINO di Cavese-Scafatese 3-0

Cavese: (4-3-3) - Napoli; Capaldo, Campanella, Varchetta, Picascia; Della Corte, Lucchese, Ausiello, Della Corte; Palumbo (68° De Stefano), De Rosa (83° Suriano), Marzullo (85° Pugliese); A disp.: Schina, La Mura, Di Grezia, D. Giordano, Platone, Petti, Allenatore: M. Agovino

Scafatese: (4-4-2) - Gallo; Natino (68° Marano), Terlino, Comegna, Cuomo, Caiazzo, Perrino (46° Scognamiglio), Avino, Farriciello (61° Rizzo), V. Manzo, Marcucci; A disposizione: Mangini, Procentese, Romano, Bouchoucha, Mattioli, TedescoAllenatore: S. Amura

Arbitro: Sig. Ermanno Feliciani di Teramo - Assistenti: Angelozzi e Alessi di Teramo

Marcatori: 2° De Rosa, 77° e 80° Marzullo

Note: Cielo sereno o poco nuvoloso, terreno di gioco in discrete condizioni. Assenti gli ultras della curva sud che in segno di protesta nei confronti della società hanno deciso di non seguire la squadra dagli spalti ma hanno dato comunque il contributo economico. Assente la tifoseria ospite a causa del divieto di trasferta. Al 72° la Scafatese rimane in dieci a causa dell'infortunio capitato a Caiazzo. Angoli: 8-1; Ammoniti: Campanella e Marzullo (C), Cuomo, Farriciello e Caiazzo (S); Espulsi: -; Recupero: '1 pt - '4 st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre