Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, amara sconfitta al "Fanuzzi": 2-1 in rimonta per il Brindisi

Il rigore di De Rosa al 1° minuto illude gli aquilotti, poi nella ripresa i brindisini vanno in goal con Loiodice e Ferrara -  Addio sogno play off per i metelliani




Brindisi-Cavese - rigore De Rosa
CAVA DE' TIRRENI - Con circa duecento tifosi al seguito la Cavese contro il Brindisi si giocava l’ultima chanche per rimanere agganciata al treno play off, ma al termine dei novanta e passa minuti di gioco gli aquilotti con rammarico, ma a testa alta, escono sconfitti  dallo stadio “Franco Fanuzzi”. Mister Castelluccio schiera il Brindisi con un offensivo 4-2-3-1, mentre mister Agovino risponde con il 4-3-1-2 confermando l’undici iniziale di otto giorni fa, con le sole varianti in difesa di La Mura e Campanella al posto di Capaldo e Manzo non al top della condizione.

Il primo tempo comincia subito in salita per i padroni di casa. Il cronometro, infatti, segna ancora il primi minuto di gioco quando al primo affondo della Cavese il capitano metelliano entra in area dalla sinistra e viene ingenuamente atterato da Ferrara. Il direttore di gara non ha dubbi e decreta il penalty che dagli undici metri lo stesso De Rosa trasforma per lo 0-1. Nei minuti che seguono la Cavese si limita a contenere le folate offensive del Brindisi, che nell’arco dei primi quarantacinque minuti

Brindisi-Cavese - Ausiello in azione
di gioco si rende pericoloso soprattutto su calci piazzati. Al 5° minuto di gioco, dopo un tiro di Ancora parato facile da Napoli, il Brindisi si porta pericolosamente al tiro con un calcio di punizione di De Vivo che esce di poco alto sulla traversa. Al 9° sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con un tiro dal limite di Ancora che però risulta di facile presa per Napoli.  La Cavese si difende e amministra con sufficienza il minimo vantaggio, ma i brindisini continuano a rendersi pericolosi soprattutto con calci di pubizione affidati ai piedi di De Vivo. Infatti, al 17° il numero quattro locale pennella un cross su tiro piazzato  per Esposito che di testa manca di poco il bersaglio. Verso lo scadere del tempo è Vasi che con un calcio di punizione dai venticinque metri fa gridare al goal, ma nell’occasione Napoli fa buona guardia e devia in angolo la sfera. A tempo ormai scaduto, al 46° del primo minuto di recupero,  è Polidoro che su tiro dalla bandierina di Varsi si divora sotto porta la rete del possibile pareggio. Dopo due minuti di recupero il sig. Massara di Reggio Calabria manda tutti al riposo.

Brindisi-Cavese, pareggio di Loiodice
Nel secondo tempo la Cavese, come nella prima frazione della gara,  si propone subito in atacco con uno scambio Palumbo-De Rosa, con quest’ultimo che con un tiro a giro prova a sorprendere Pizzolato, ma la sfera si perde abbondantemente al lato. Passano pochi minuti e il Brindisi pareggia le sorti dell’incontro. Al 51° Ancora se ne va in contropiede sulla sinistra e serve al centro per uno smarcatissimo Loiodice che calcia a rete e, grazie anche ad una carambola sul palo della sfera, batte Napoli: 1-1 e tutto da rifare. I padroni di casa prendono coraggio e la partita s’infiamma. Al 61° De Vivo dalla bandierina mette al centro una palla che Campanella miracolosamente mette in angolo.  La Cavese risponde un minuto dopo con una ripartenza di De Rosa che, una volta al limite, tira in porta ma la sfera finisce la sua corsa sul fondo, e al 64° con un tiro dalla distanza di Della Corte che si perde di pochissimo al lato. I metelliani sono in palla e con grinta e cuore tentano di ristabilire le distanze, ma nel momento migliore per loro il Brindisi segna la rete del sorpasso. Al 65° i pugliesi guadagnano un corner che dalla bandierina calcia il solito De Vivo: 

La rete della vittoria di Ferrara
al centro area il più  lesto di tutti è Ferrara che di testa insacca per il 2-1 facendosi perdonare l’errore del primo tempo. La  Cavese non ci sta e prova a reagire: Al 71° Palumbo scambia con De Rosa che si porta al tiro dalla distanza, ma la palla finisce alto sulla trasversale. Tuttavia, sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi in due circostanze: al 74° con un diagonale di Ancora che Napoli devia in angolo, e all’82° con Molinaro, che sotto porta, su assist di Ancora, divora la rete del possibile ko. La Cavese, nel frattempo rimasta in dieci per l’espulsione di Marzullo, c’è e prova ad agguantare almeno il meritato pareggio, ma la sorte non aiuta i metelliani. Al 90° De Rosa si vede respingere da Pizzolato un calcio di punizione dal limite del vertice destro d’attacco, ma a mangiarsi le mani in pieno recupero è Varchetta, che fallisce la palla del 2-2. Dopo un’azione di contropiede Suriano scodella al centro per il centrale aquilotto, che da buona posizione si divora il goal calciando la sfera sul portiere. Finisce qui la gara con i brindisini, che vincono e continuano il viaggio verso i play off portandosi a meno tre dalla seconda in classifica. La Cavese, invece, perde la sfida e, forse, il treno che porta all’appendice di campionato. Domenica al “Lamberti” è ancora derby contro l’Arzanese.


Nello Bisogno


IL TABELLINO di Brindisi-Cavese 2-1

Brindisi: (4-3-3) – Pizzolato, Lorito (58° Ivone), Raho, De Vivo,  Ferrara, Mannone, Varsi (48° Molinari), Pollidori, Esposito (83° Ciano), Ancora, Loiodice; A disp.: Cattafesta, Dinelli, Pellegrino, Tagliente, Ascione, Lorusso. Allenatore: Castellucci

Cavese: (4-3-1-2) – Napoli; La Mura, Varchetta, Campanella, Picascia (73° De Stefano); Lucchese, Ausiello, Della Corte; Palumbo; Marzullo, De Rosa (92° Suriano); A disp.: Schina, Manzo, Di Grezia, Platone, D. Giordano, Petti, Allegretta. Allenatore M. Agovino.

Arbitro: Sig. Gaetano MAssaro di R. Calabria; Assistenti P. Santarsia e S. Burgi di Matera

Marcatori: 1° De Rosa su rig. (C),  51° Loiodice, 65° Ferrara (B)

NOTE: Cielo nuvoloso con pioggia; terreno di gioco in discrete condizioni e reso scivoloso dalla pioggia. Spettatori presenti circa 2500 di cui quasi 200 tifosi provenienti da Cava. Ammoniti: Ferrara, De Vivo, Pollidori, Loiodice, Molinaro (B), Ausiello; Espulsi:: Marzullo ; Angoli: 10-4; Recupero: ‘2 pt – ‘5 st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre