Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

La Cavese fa grande anche la Puteolana: il derby del silenzio finisce 2-2

In vantaggio di due goal gli aquilotti si fanno raggiungere nel secondo tempo, rischiando la sconfitta nel finale - Alle reti di Suriano e Platone per i metelliani, rispondono Mazzeo e Manna per i flegrei




Domenica, 08 feb 2015

CAVA DE’ TIRRENI - Dopo la batosta rimediata in Puglia contro il San Severo la squadra di mister Agovino, che in quell’occasione è stata colpita da un insolito e misterioso virus di massa, aveva bisogno di recuperare energia e forza fisica venute a mancare quindici giorni prima. La sosta forzata di campionato per il torneo di Viareggio, infatti, giungeva in tal senso a proposito, ma non è bastata a far si che la Cavese riprendesse a vincere sul terreno amico contro la Puteolana. Fuori dai play off, la Cavese nel derby contro i flegrei doveva assolutamente vincere per rimettersi in carreggiata, ma i puteolani, però, hanno reso vita difficile alla truppa metelliana, che anche contro il fanalino di coda sono riusciti a complicarsi la vita. Nel surreale silenzio di un vuoto “Simonetta Lamberti” vuoto (due le partite che la Cavese deve giocare a porte chiuse in seguito alle decisioni del Giudice Sportivo), la squadra allenata da mister Carrannante ha reso amaro il derby agli aquilotti, che nel finale hanno addirittura rischiato di perdere.

La Gara: Mister Agovino schiera una Cavese rimaneggiata confermando il solito 4-3-3 e si affida al trio d'attacco Suriano-Marzullo-De Stefano, lasciando in panchina
De Rosa e Palumbo che in settimana avvevano avuto probblemi fisici. Il tecnico flegreo risponde con un più prudente 4-2-3-1. 

Nella prima frazione di gioco, dopo i primi dieci minuti in cui la Cavese ha studiato l'avversario, la gara ha subito preso la strada del senso unico a favore degli aquilottti. Al 13° la Cavese passa in vantaggio con Suriano che, imbeccato da Marzullo, insacca alla destra di Iaccarino. Passano solo tre minuti e la Cavese raddoppia. Picascia s'invola sulla sinistra ed entra in area, Valle lo atterra e il sig. Ceccon di Lovere decreta il calcio di rigore: dagli undici metri Platone non fallisce e porta la Cavese sul doppio vantaggio. I flegrei accusano il colpo e non riescono a venirne fuori. Al 21° è La Mura che dalla destra serve in area per l'accorrente Della Corte, ma il centrocampista metelliano di testa alza la sfera sulla trasversale. Picascia, davvero incontenibile sulla sinistra, al 27° se ne va in contropiede e serve al centro per Ausiello che colpisce male la sfera spedendola sul fondo. Gli ospiti reagiscono e un minuto dopo, al 28°, ci provano con un timido tiro dalla distanza di Manna che si perde sul fondo. Il primo tempo, però, è tutto di marca Cavese e al 33° ci prova ancora con Suriano che imbeccato da Platone entra in area dalla sinistra, ma il suo diagonale si perde sul fondo sfiorando il palo alla destra di Iaccarino. E ancora Cavese al 38° e al 39°, prima con De Stefano e poi con Della Corte, che falliscono la terza rete. Gli ospiti si rivedono dalle parti di Schina nei minuti finali al 42°: Babù batte un corner dalla bandierina alla sinistra del portiere metelliano, Vacca sotto porta fallisce la rete che avrebbe dimezzato le distanze, sparando alto la sfera. E' questa l'ultima azione del primo tempo: al 45° esatto, infatti, l'arbitro fischia la fine della prima frazione di gioco. 

Nel secondo tempo mister Agovino manda subito forze fresche in campo, schierando Allegretta in luogo di De Stefano, ma gli ospiti, sicuramente ripresi negli spogliatoi da mister Carrannante, appaiono più convinti e decisi nel recuperare il risultato. Dopo un tentativo sterile di Picascia al 49°, infatti, gli ospiti si rendono pericolosi con Babù al 56°, che in slalom entra in area ma conclude di poco alto sulla traversa. Passano pochi minuti e gli ospiti accorciano le distanze: al 61° Babù serve Mazzeo che insacca per il 2-1. La Cavese reagisce e al 63° su punizione di Marzullo sfiora il goal con Allegretta. Nell'occasione è bravo il portiere ospite a respingere in angolo.  Man mano che passano i minuti i flegrei prendono coraggio e al 69° pareggiano le sorti dell'incontro. Su azione manovrata Sorrentino, per gli ospiti, si porta al tiro dal limite, ma Schina commette un errore e Manna ne approfitta insaccando per il 2-2. Tutto da rifare per gli uomini di mister Agovino, che da una possibile goleada nel primo tempo si ritrova a soffrire nel secondo. Appare davvero irriconoscibile la Cavese della seconda frazione di gioco, che non riesce più a prendere il bandolo della matassa. Mister Agovino corre ai ripari e manda in campo anche Claudio De Rosa al posto di un ormai spento Suriano, ma i flegrei difendono bene il risultato di parità. Al 42° Izzo viene espulso per doppia ammonizione ma la Cavese non riesce ad approfittarne, la luce degli aquilotti è ormai spenta. In pieno recupero sono proprio gli ospiti che mancano la palla del match point: al 92° Mazzeo, servito da Sorrentino, di testa alza la palla sopra la traversa. Dopo quattro minuti di recupero il sig. Ceccon di Lovere dichiara concluse le ostilità. Il derby finisce col punteggio di 2-2 e i flegrei portano a casa un punto prezioso. Domenica al "Lamberti" arriva il Bisceglie per la seconda gara casalinga consecutiva, che si giocherà ancora a porte chiuse, ma con una Cavese così probabilmente ci sarà molto da soffrire!

Nello Bisogno


IL TABELLINO: Cavese-Puteolana 2-2

Cavese: (4-3-3) - Schina; La Mura, Varchetta, Manzo, Picascia; Della Corte, Platone, Ausiello (77° Pugliese); Suriano (85° De Rosa), Marzullo, De Stefano (46° Allegretta); A disp.: Napoli, Campanella, Trezza, Di Grezia, Pugliese, Petti, Giordano, Allegretta, De Rosa. Allenatore: M. Agovino

Puteolana: (4-2-3-1) - Iaccarino Valle (75° Corrado), Carezza, Vacca (51° Izzo), Follera, Signore, Manna, Mazzeo, Babbù (77° Pesce), Sorrentino; A disp.: Ifregerio, Esperimento, Corrado, Biondi, Pesce, Avino, Izzo, Fiorillo, La Torre. Allenatore: R. Carannante

Arbitro: Marco Ceccon di Lovere

Marcatori: 13° Suriano, 16° Platone rig. (C) - 61° Mazzeo, 69° Manna (P)

Note: Cielo sereno o poco nuvoloso con clima freddo, terreno di gioco in discrete condizioni. La gara si è disputata a porte chiuse su decisione del Giudice Sportivo in seguito ai fatti accaduti in Cavese-Taranto, per cui assenti entrambe le tifoserie. Ammoniti: Follera, Izzo, Vallefuoco (P); Espulsi: Izzo per doppia ammonizione; Angoli: 11-5; Recupero: '0 pt - '4 st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre