Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, la parola al campo: tra chiacchiere e confusione domani arriva la Scafatese

Confusione e incertezza condiscono la 24^ giornata degli aquilotti, che restano in silenzio stampa. La Cavese domani affronterà al "Lamberti" i canarini di Scafati. (All'interno del servizio il video anteprima stadio)



CAVA DE' TIRRENI - Sembra chiaro a tutti che il giocattolo Cavese oramai si sia rotto! Dalla presentazione in piazza duomo, il luogo simbolo della citta metelliana, alla carta bollata e alle denunce sono passati pochi mesi. La squadra ha fatto il suo dovere nonostante le difficoltà oggettive, che in corso d'opera probabilmente sono state sottovalutate o sottaciute. E qui ci sarebbe tanto da ridire! ... Un reset generale di burattini e burattinai non guasterebbe e forse i colori biancobleu ne trarrebbero benficio. Un reset che va esteso anche per i cavesi che stando nell'orbita societaria non hanno saputo difendere gli interessi della CAVESE, salvaguardandola per tempo dai spiacevoli E RIDICOLI fatti accaduti nelle ultime due settimane.

([Ovviamente questo pensiero non vuole essere un attacco all'amico Riccardo Tanimi, che costantemente negli ultimi due anni è stato sempre presente sborsando un bel pò di soldini, ma non è accettabile che le malefatte degli altri vengono a galla sempre in ritardo e dopo che più volte è stata pronunziata la frase: "E' TUTTO A POSTO". Niente, come gli eventi hanno dimostrato, era ed è a posto]).

Azzerato  in un niente il gap di 5 punti iniziale, la compagine aquilotta stava dando il meglio  di se restando dopo 19 giornate di campionato a stretto contatto con le prime della classifica, quindi in piena zona play off. Poi qualcosa è successo e qualcosa è andato storto, che probabilmente trova la spiegazione negli accadimenti dell'ultimo mese. Dopo le dichiarazioni di Mister Agovino, infatti, hanno fatto eco quelle di Ausiello e del capitano De rosa, che hanno esternato tutto il loro rammarico  per una situazione che giorno dopo giorno stava diventando insostenibile. 

Società assente e calciatori che non riescono piu a comunicare con la proprietà  se non attraverso i social. Post e comunicati da una parte e dall'altra, affidati  al popolo del web dove si è detto e commentato di tutto e, a volte, anche  di piu .

Tanta confusione  anche perche la proprietà non ha mai fatto dichiarazioni ufficiali è non e riuscita finora a convocare una conferenza stampa dove chiarire una volta per tutte la propria posizione. E' lecito pensare a questo punto che la societa non sia nelle  condizioni di dare risposte e quindi non sia nemmeno in grado di poter assicurare un futuro alla squadra che nonostante tutto continua ad allenarsi e a rimanere in silenzio stampa dopo la gara di Vallo della Lucania con la gelbison. 

In tutto questo disordine chi ne esce sconfitto ancora una volta è il popolo biancoblè che ha  sempre sostenuto i propri beniamini  nel bene e nel male e tutta la citta di cava de tirreni che certamente non meritano di balzare agli onori della cronaca per fatti ed episodi a volte addirittura ridicoli che nulla hanno a che vedere con il calcio.

Domenica al lamberti la cavese affronterà la scafatese , la parola almeno per un pomeriggio  passa al campo, per il resto chi vivra vedra! Tuttavia, visto l'andazzo dell'ultima settimana, come diceva una famosa coppia comica siamo convinti che: "A schifiu finiu"!!!

Nello Bisogno











Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre