Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, importante tripletta contro il Taranto: nella risaia del "Lamberti" finisce 1-0

Contro i tarantini gli aquilotti mettono a segno la terza vittoria consecutiva e continuano a volare - Campo al limite della praticabilità: di Ausiello il goal partita





Domenica, 18 gen 2015


@foto di Nello Bisogno
CAVA DE' TIRRENI - Era ancora viva nella mente degli aquilotti la beffa della partita d'andata, quando la Cavese subì il pareggio ad opera dei tarantini dopo aver dominato la gara in lungo e in largo. Per il big match di ritorno, però, i metelliani si presentavano all'appuntamento della sfida contro il Taranto carichi e decisi ad incamerare l'intera posta in palio. Le premesse per un incontro pirotecnico c'erano tutte, ma le condizioni meteorologiche non hanno giocato a favore dello spettacolo e della tecnica di cui entrambe le formazioni sono dotate.  La fitta pioggia, caduta prima e durante la partita, infatti, ha reso il terreno di gioco in una risaia, motivo per il quale la gara è iniziata con circa venti minuti di ritardo. Per la stessa ragione anche l'affluenza sugli spalti è risultata limitata, vanificando, così, la giornata biancoblù indetta dalla società. Il bel gioco non c'è stato, ma le due compagini hanno dato vita ad una gara dai toni agonistici sempre alti ed incerti fino alla fine dei novanta e passa minuti di gioco, con la Cavese che ha avuto la meglio centrando la terza vittoria consecutiva in questo mese di gennaio. Il successo di misura sul Taranto ha consentito alla Cavese di agguantare la stessa formazione tarantina al quarto posto in classifica, rendendo ancora più affascinante e incerta la lotta per un posto nella griglia play off del girone H della serie D. Dopo aver vacillato nel mese di dicembre, la squadra di mister Agovino appare in netta ripresa: domenica la Cavese incontrerà il San Severo e siccome l'aria pugliese dice bene ai metelliani, proverà a mettere a segno un importante poker di vittorie



@foto di Nello Bisogno
LA GARA: Mister Agovino si schiera con il 4-3-3 e conferma la stessa formazione che otto giorni fa aveva schierato contro il Mnfredonia, con la variante di Manzo e L. Palumbo, al posto di Campanella e De Stefano, dal primo minuto. Il tecnico tarantino risponde con il 4-2-3-1 confermando l'undici vittorioso di domenica scorsa contro la Gelbison.

C0m'era prevedibile nel primo tempo le due compagini tardano a trovare la chiave della gara a causa del terreno di gioco pesante. Tuttavia è la Cavese a rendersi pericolosa per prima e lo fa con Manzo al 5°. De Rosa batte un calcio di punizione dal limite che il portiere ospite para senza trattenere la sfera, il difensore aquilotto si avventa sulla palla ma non riesce a bucare la rete, grazie anche alla difesa tarantina che si rifugia in angolo.  Non potendo giocare palla a terra. le due squadre si affidano spesso a lanci lunghi e

a tiri in porta dalla distanza. Al 9° i tarantini si portano al tiro con Oretti dalla distanza, la sfera finisce sul fondo sotto il controllo di Napoli. Il Taranto si ripete al 17° con Giglio che di testa prova a sorprendere Napoli. ma l'esttremo aquilotto fa buona guardia e sventa la minaccia. Man mano che scorrono i minuti il livello agonistico delle due squadre sale e al 21° la Cavese passa in vantaggio. Marzullo con un lancio lungo serve De Rosa che a sua volta con un pallonetto mette al centro, il portiere ospite ci mette una mano ma non riesce a trattenere; sulla sfera s'avventa Ausiello che, dopo un primo tentativo rimpallato dalla difesa, mette in rete per la gioia dei presenti: 1-0 e partita in discesa per i metelliani. I tarantini reagiscono e al 23° vanno al tiro con Vaccaro, ma Napoli di pugno respinge fuori area. La Cavese risponde al 27° con un tiro di Lucchese, ma Borra non si fa sorprendere e blocca la sfera. Al 34° Giglio, per il Taranto, prova a sorprendere Napoli, ma il portiere metelliano respinge di pugno la sfera. Sul prosieguo dell'azione lo stesso attaccante tarantino si fa pescare in off-side. La gara volge al termine della prima frazione di gioco senza altre azioni degne di cronaca e dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo. 


@foto di N. Bisogno
Il secondo tempo inizia, così come il primo, sotto una fitta pioggia, ma la gara subisce un ulteriore time out a causa di una fitta nebbia causato dall'accensione di alcuni fumogeni nel settore distinti. La partita, infatti, viene sospesa per quattro minuti. Alla ripresa del gioco la Cavese potrebbe piazzare il colpo del ko con De Rosa: al 53° Marzullo serve il capitano che se ne va in contropiede e una volta in area spara in porta, ma il portiere tarantino riesce a respingere la palla che sta per finire in angolo; sulla ribattuta, però, con un tiro di stizza De Rosa accompagna la palla sul fondo. Nei minuti successivi, e per circa un quarto d'ora, è il Taranto che cerca di fare la partita, rendendosi pericolosa in varie circostanze: al 62° con Marsili con palla che esce di poco sul fondo, al 65° con una punizione di Vaccaro parata da Napoli e al 67° con Genchi, sempre su punizione e con la palla che sorvola di poco la traversa. Al 76° è Gabrielloni a creare scompiglio in area metelliana: la sfera si ferma in una pozzanghera in area e il tarantino sta per approfittarne, ma Napoli in uscita sventa la minaccia. Mister Agovino corre ai ripari e manda forze fresche in campo per alleggerire le manovre tarantine, il collega tarantino risponde mandando in campo anche l'ex D'Avanzo nel tentativo di recuperare la partita. La gara procede e si avvia alla fine con tanto agonismo e grinta, ma sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi all'86° con Genchi che spara alle stelle una palla smanacciata da Napoli su un tiro da calcio d'angolo. Dopo sette minuti di recupero il direttore di gara mette fine alle ostilità. La gara finisce col punteggio di 1-0 a favore della Cavese, che mette a segno la terza vittoria consecutiva e consolida il suo piazzamento in zona play-off. Domenica si ritorna in Puglia per la sfida che gli aquilotti  giocheranno contro il San Severo: la rimonta continua!

Nello Bisogno



IL TABELLINO: Cavese-Taranto


CAVESE (4-3-3): Napoli; La Mura 96Manzo, Varchetta, Della Corte, Lucchese, Ausiello, Platone; L. Palumbo (80° Picascia), De Rosa, Marzullo (90° De Stefano); A disp.: Schina, Campanella, Di Grezia, Pugliese, Petti, Allegretta, Suriano; All.: Massimo Agovino

TARANTO (4-2-3-1): Borra, Cicerelli, Porcino, Marsili, Pambianchi, Marino (90° Prosperi), Gabrielloni, Vaccaro, Genchi (85° Gaeta), Oretti (69° D'Avanzo), Giglio. A disp.: Pizzalei, Colantoni, MazzaRusso, MignognaTarallo. All.: Favo.

Arbitro: Andrea Zingarelli di Siena; Assistenti: M. Lupi di Empoli e S. Selicato di Siena

NOTE: Giornata nuvolosa con fitta pioggia e forte vento; terreno di gioco reso pesante dalla pioggia caduta nelle ore precedenti e durante la partita. In occasione del match clou contro i tarantini la società ha indetto la giornata biancoblù. Spettatori presenti circa 1200, assente la tifoseria ospite. Ammoniti: Marsili e Gabrielloni (T), Varchetta e Picascia (C); Espulsi: Vittorio Belotti, allenatore in seconda (C), per proteste; Angoli: 6-2; Recupero: 1' pt - 7' st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre