Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Seconda sconfitta consecutiva per la Cavese: contro il Potenza finisce 2-3


Davanti al proprio pubblico gli aquilotti inciampano anche contro i lucani - Il goal iniziale di De Rosa illude gli uomini di Agovino, costretti a rincorrere per tutta la gara i rossoblu: R. Palumbo l'uomo decisivo del big match



Domenica, 21 dic 2014
CAVA DE’ TIRRENI – Contro il Potenza di mister Giacomarro, era un crocevia importante per stabilire quale ruolo la Cavese poteva  recitare nel girone di ritorno e se, eventualmente,  poteva insidiare fino alla fine la capolista Andria, vincente nello scontro diretto di domenica scorsa sugli aquilotti. Un altro big match al vertice, ma contro i lucani, al di la di qualsiasi conto matematico, l’imperativo in casa Cavese era la vittoria. Gli uomini di Agovino, però, nonostante un secondo tempo a senso unico  inciampano anche  contro il Potenza, che si conferma squadra di vertice. - LA CRONACA - Mister Agovino conferma l'undici iniziale di Andria schierandosi con il solito 4-2-3-1, inserendo Di Grezia al posto dello squalificato Capaldo. Il tecnico potentino risponde con un più accorto 3-5-2, apportando alcuni cambiamenti nello schieramento rispetto a quello di otto giorni prima.


 Il primo tempo inizia subito in discesa per la Cavese che a freddo, al primo giro di lancette, passa subito in vantaggio al primo affondo: la Cavese manovra a centrocampo e De Rosa, servito millimetricamente da Marzullo, con uno scatto felino entra in area e con freddezza piazza la palla alla sinistra di Patania dopo averlo seduto con una finta. Passano due minuti e al 3° è Suriano che, servito da un compagno, sfiora la marcatura con un tiro che si perde sul fondo. L'inizio è davvero pirotecnico con metelliani e lucani che si affrontano a viso aperto. Saltano subito, infatti, schemi e tattica e il Potenza si catapulta in avanti per rimediare al goal subito a freddo. Il pareggio dei lucani è quasi immediato: il cronometro segna il 6° minuto quando su un'azione d'attacco potentino Manzo commette
un errore, ne approfitta R. Palumbo che dal limite insacca per l'1-1: parità ristabilita e tutto da rifare per la Cavese. I ritmi sono alti e la Cavese si riporta subito in attacco, guadagnando un corner al 9° che dalla bandierina capitan De Rosa scambia con Ausiello, che a sua volta pennella per Suriano che di testa sfiora il palo. La partita va avanti con rapidi capovolgimenti di fronte  con le due squadre che cercano di superarsi a vicenda, ma quando tutti si aspettano il secondo fendente della Cavese i lucani passano in vantaggio: R. Palumbo imbecca Di Senso che entra in area e con un diagonale dalla sinistra deposita in rete la palla dell' 1-2. La Cavese accusa il colpo, anche se cerca di rimediare allo svantaggio subito. Al 31° ci prova con Platone che, dopo un calcio di punizione battuto da De Rosa, impegna severamente Patania che devia in angolo la sfera con l'ausilio della traversa. I potentini, però, motivatissimi ribattono colpo su colpo e al 37° vanno ancora in goal: Catanese scambia con R. Palumbo che si trova tutto solo in area e insacca per l'1-3, realizzando la doppietta personale. La Cavese a questo punto è ko e non riesce ad accorciare le distanze prima del la fine della prima frazione di gioco. Al 45° esatto il sig Acquapendente manda tutti al riposo.

Nel secondo tempo la  Cavese, sicuramente strigliata negli spogliatoi da mister Agovino, che effettua subito le tre sostituzioni mandando in campo La Mura e i nuovi acquisti Allegretta e Campanella, entra decisa in campo per rimediare alla disfatta del primo tempo portandosi subito all'arrembaggio dell'area potentina. Al 47° Marzullo serve dalla bandierina per Varchetta che sotto porta di testa manca la marcatura, sul tapin Ausiello non riesce a ribadire in rete. Passa un minuto e De Rosa crossa per Allegretta che a porta vuota di testa divora la rete che avrebbe accorciato le distanze. E' un vero assedio degli aquilotti che al 49° sfiorano ancora la marcatura con Allegretta, il quale servito da De Rosa non centra lo specchio della porta. I lucani si vedono dalle parti di Schina al 64° con Catanese, ma la sua conclusione è da dimenticare. Con gli innesti d'inizio tempo la Cavese sembra essere un'altra squadra, ma mister Giacomarro corre ai ripari e ai cambi di Agovino risponde mandando in campo Akuku e Caraccio. Il Potenza, però, non riesce a contenere gli aquilotti che continuano ad assediare l'area lucana, che al 74° accorciano le distanze: capitan De Rosa batte un corner per Allegretta che di testa insacca per il 2-3. La Cavese prende coraggio e si porta in avanti alla ricerca del pari, ma i lucani provano a spezzare il ritmo al 78° con Caraccio che con conclude male spedendo la palla sul fondo. E' sempre la Cavese, però, che domina a tutto campo e all'83° guadagna una punizione calciata da De Rosa che il portiere ospite devia in angolo. Proprio sugli sviluppi di un angolo, all85°, Marzullo serve Varchetta che di testa impegna severamente Patania che smanaccia in angolo. E' un finale al cardiopalma con gli aquilotti che si catapultano nell'area avversaria e all'88° costringono ancora in angolo gli ospiti. A tempo scaduto e in pieno recupero, al 93°, è ancora Allegretta che manca l'appuntamento con il goal, mancando la rete del possibile pareggio. Dopo tre minuti di recupero il direttore di gara mette fine alle ostilità. Il verdetto del campo dice che il Potenza è la squadra più forte e premia la formazione che si è dimostrata più attenta, brava a capitalizzare le occasioni avute, ma la Cavese paga dazio soprattutto a causa dei primi 45 minuti di follia. Dopo la sosta natalizia si va a Grottaglie e la Cavese per farsi perdonare può solo chiudere il girone di andata e innaugurare il nuovo anno  regalando la vittoria ai propri sostenitori.

Nello Bisogno


IL TABELLINO

CAVESE (4-2-3-1): Schina; Di Grezia (46° La Mura)Manzo (46° Campanella), Varchetta, Picascia; Platone, Ausiello; Suriano (46° Allegretta), Marzullo, Della Corte; De RosaA disp.: Napoli,  Campanella, La Mura, Lucchese, Horsten, Luigi Palumbo, De Stefano, Allegretta, Pugliese. All.: Massimo Agovino

Potenza: Patania, Viola, Barillari (54° Akuku), Schettino, Cianni, Sicignano, Basso, Catanese, Vaccaro, R. Palumbo, Di Senso(68° Caraccio). A disp.: V. Napoli, Albano, Amendola, Forestiero, LAuria, Lolaico, Surmiak. Allenatore: Giacomarro

Arbitro: Simone Acquapendente di Genova; Assistenti: L. De Palma di Termoli e F. Taccone di Parma

Marcatori:  1° De Rosa (C),  6° e  37° R. Palumbo (P),  37° Di Senso (P),  74° Allegretta (C)

Note:Cielo sereno con giornata ventilata. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 1800 circa, assente la tifoseria ospite. Ammoniti: Platone e Ausiello (C), Patania (P); Espulsi: -; Angoli: 15-5; Recupero: '0pt - '3st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre