Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, Napoli salva il risultato: contro il Pomigliano finisce 0-0

La Cavese in 10 resiste ed esce imbattuta dal "Gobbato": Espulso Luigi Palumbo al 66°





Domenica, 02 nov 2014


POMIGLIANO D'ARCO  – Il derby contro il Calcio Pomigliano, il quarto della stagione, faceva registrare per la Cavese il ritorno dei propri sostenitori  in trasferta, che in massa hanno seguito gli aquilotti allo stadio  “Gobbato” di Pomigliano D’Arco: un vero e proprio esodo quello dei tifosi metelliani in terra vesuviana. La Cavese, sul campo prima in classifica ma quinta per via della penalizzazione, ci teneva a continuare la striscia positiva e a ben figurare davanti al proprio pubblico viaggiante e centrare la vittoria. L’unico obbiettivo in questo derby per gli aquilotti era la vittoria, ma alla Cavese, tecnicamente superiore e più motivata rispetto ai vesuviani, non è bastata la grinta e il cinismo da grande squadra finora dimostrata e viene bloccata sullo 0-0 dal Pomigliano, che nel secondo tempo ha giocato meglio sfruttando la superiorità numerica dopo l'espulsione di Palumbo. Metelliani e vesuviani si dividono la posta in palio,  ma tutto sommato quello incamerato al “Gobbato” è un punto guadagnato per la Cavese, che continua la striscia positiva.



LA CRONACA e IL TABELLINO - Il derby di Pomigliano inizia con una cornice di pubblico degna di altre categorie e fra il tifo assordante dei circa settecento tifosi biancoblù. Mister Seno si schiera con il 4-2-3-1 schierando Suriano punta avanzata. Mister Belotti, che sostituiva Agovino in panchina, risponde anch'egli con il 4-2-3-1, inserendo come esterni alti il rientrante D'Avanzo e il giovane Petti classe '96. 

La Gara: Dopo una prima fase di studio il primo tempo della gara si gioca a ritmi alti e con molto agonismo, prevalentemente a centrocampo, con la Cavese che opera maggior possesso palla. La prima azione sui nostri taccuini 'annotiamo al 14° ed è ad appannaggio della Cavese: D'Avanzo servito da Capaldo effettua un tiro dal limite che si perde alto sulla trasversale. Il Pomigliano risponde un minuto dopo con un tiro dal limite di Minicone che si perde anch'esso alto. Man mano che passano i minuti la Cavese prende confidenza con un terreno
di gioco piccolo e ai limiti delle misure regolamentari. La Cavese ci riprova al 23° con D'Avanzo che, dopo uno scambio con Picascia, si porta al tiro da buona posizione, ma fallisce un rigore in movimento: il tiro viene murato da Follera. Al 26° è ancora D'Avanzo, il più propositivo dei suoi fino a questo momento, che con un tiro da centro area calcia alto il pallone. La gara va avanti con molto agonismo e con il Pomigliano che cerca di alleggerire la manovra con timidi tentativi, per altro senza impensierire più di tanto Napoli. Al 36° mister Belotti, per scelta tattica, sostituisce Petti con l'altro under La Mura, spostando Picascia ad esterno alto. Al 39° Pontillo perde palla ad opera di Picascia che serve De Rosa, il tiro del capitano sfiora il palo alla sinistra di Di Costanzo. I minuti scorrono inesorabili senza che succede più nulla: dopo tre minuti di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo. 



Nel secondo tempo le due formazioni entrano in campo con lo stesso piglio della prima frazione di gioco, ma è il Pomigliano, al primo giro di lancette, a farsi vedere per prima dalle parti di Napoli con un calcio di punizione sfruttato male. Mister Belotti, su indicazione di mister Agovino, sostituisce Picascia con Palumbo e schiera la Cavese a trazione anteriore. Nonostante il cambio, però, è il Pomigliano che va vicino al goal al 58° con un tiro di Minicone che Napoli con prontezza di riflessi respinge di pugno, compiendo un autentico miracolo. Il cambio effettuato dal tecnico metelliano non da gli effetti sperati e la Cavese non riesce a decollare, anzi al 66° gli aquilotti rimangono in dieci uomini proprio per l'espusione del nuovo entrato Palumbo. In inferiotià numerica la Cavese soffre ma continua ad attaccare alla ricerca della rete. Tuttavia è ancora il Pomigliano che va vicino al goal al 76° con Somma che servito da Minicone tira, ma Napoli ancora una volta si supera e compie il secondo miracolo di giornata respingendo di pugno il tiro ravvicinato dell'attaccante granata. La Cavese con orgoglio resiste e respinge gli attacchi dei vesuviani, che al 90° si rendono ancora pericolosi: Panico va al tiro dal vertice destro ma Napoli fa buona guardia e para a terra. Dopo 5 minuti di recupero l'arbitro manda tutti sotto la doccia. Il derby del "Gobbato" finisce pari e patta, ma la Cavese ne esce malconcia e perde per la prossima partita in un sol colpo Varchetta e Palumbo, che saranno squalificati, e forse capitan De Rosa, che si è infortunato negli ultimissimi minuti del match. Domenica al "Simonetta Lamberti" arriva il Brindisi, per gli aquilotti sarà un test durissimo!

Nello Bisogno



Tabellino di Pomigliano-Cavese 0-0

Pomigliano - (4-2-3-1): Di Costanzo; Di Finizio (85°Pingue) , Sgambato, Follera, D'Ovidio; Pontillo, R. De Rosa; Marinelli (63° Panico) , Minicone (87° Conte '97); Somma ('97); SurianoA disp.: Miraglia ('97), Rea, Luongo, ('96), Esposito ('95), Tenneriello, Picardi ('97). All. B. Seno

CAVESE - (4-2-3-1): Napoli '94Capaldo '95, Manzo, Varchetta, Picascia '94 (51° Palumbo); Ausiello, Della Corte '95;  Marzullo, D'Avanzo (72° Rinaldi)Petti '96 (36° La Mura '96); De Rosa. A disp.: Imbimbo, A. Giordano, Statella '95, AvaglianoVigliotta, De Stefano; All. M. Agovino

Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento

Note: cielo sereneo con clima mite, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori presenti quasi 1200 di cui circa 700 tifosi provenienti da Cava de' Tirreni. Ammoniti: Varchetta e Palumbo (C), Di Finizio, Marinelli, D'Ovidio e Panico (P); Espulsi; al 66° Palumbo per doppia ammonizione; Corner: 4-2; Recupero: 3' pt - 5' st.



Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre