Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, contro il Brindisi finisce con un pirotecnico 2-2: Marzullo e Ausiello i marcatori aquilotti


CAVA DE’ TIRRENI – Dopo il mezzo passo falso di domenica scorsa contro il Pomigliano, l’imperativo in casa Cavese era vincere contro il Brindisi per riprendere la scalata alle zone alte della classifica. Già in piena emergenza per le assenze degli infortunati Platone, Sorrentino e Salsano, la truppa biancoblù senza gli squalificati Varchetta e Palumbo, due pedine fondamentali per l’economia del gioco degli aquilotti, e con capitan De Rosa a mezzo servizio a causa dell’infortunio rimediato contro i vesuviani, con grande umiltà gettano il cuore oltre l’ostacolo, ma contro un Brindisi che ha giocato a viso aperto devono accontentarsi del bicchiere mezzo vuoto dividendosi la posta in palio con i pugliesi. Nonostante il pareggio, però, la Cavese ha dimostrato di essere una squadra vera.  Domenica prossima si va in terra partenopea per giocare un altro difficilissimo derby contro l’Arzanese, ma la truppa biancoblù saprà ancora stupire la propria tifoseria. La Cavese c’è, e per la gioia della tifoseria metelliana quella di mister Agovino si conferma come una formazione da battere!


LA CRONACA e IL TABELLINO


Mister Agovino senza gli squalificati Varchetta e Palumbo, e con capitan De Rosa costretto ad accomodarsi in panchina a causa dell'infortunio alla caviglia rimediato otto giorni fa, opta per la difesa a tre e schiera la Cavese con l'inedito modulo del 3-4-2-1, sorprendendo la formazione brindisina che va spesso in affanno. Mister Castellucci risponde con un più prudente 4-4-2.


La Gara - Dopo una prima fase di studio, nel primo tempo la Cavese parte subito all'attacco della porta avversaria e la prima azione per gli aquilotti la registriamo al 6° con Marzullo, che servito da un assist di Ausiello da buona posizione spara alto la sfera. La Cavese incalza e ci riprova al 10° ancora con Marzullo che dal limite calcia e spedisce la pallo alto sulla trasversale. La squadra brindisina appare frastornata dallo schieramento metelliano e subisce i continui e rapidi attacchi degli aquilotti, che al 14° si portano al tiro con D'Avanzo che da circa 25 metri costringe Pizzolato a rifugiarsi di pugno in angolo. Al 16° la Cavese potrebbe già passare in vantaggio: con un'azione del duo
Ausiello-Picascia, la sfera giunge a D'Avanzo che di testa schiaccia a terra la sfera fallendo la rete da buona posizione. Un minuto dopo è Marzullo che con un tiro dalla distanza impegna il portiere pugliese con una difficile parta a terra, resa ancora più complicata a causa del terreno reso viscido dalla pioggia. Il Brindisi si fa vedere per la prima volta al 23° con un tiro di Ancora che Napoli gestisce con tranquillità. Il pubblico presente si diverte e spinge gli aquilotti alla realizzazione del punto partita. Il goal è nell'aria e arriva al 25° per la brillante formazione mettelliana: azione con il trio D'Avanzo-De Stefano- Marzullo, con quest'ultimo che deposita in rete per il vantaggio aquilotto; 1-0 e partita in discesa per gli uomini di mister Agovino. Dopo il vantaggio metelliano il Brindisi si rivede dalle parti di Napoli con un tiro di Ancora da circa 20 metri, ma il portiere aquilotto fa buona guardia e respinge in angolo la sfera. Sul conseguente tiro dalla bandierina i brindisini rimediano un altro corner, sulla cui battuta sfiorano il pareggio con un tiro che s'impenna sulla trasversale. Scampato il pericolo la Cavese si riporta in attacco con De Stefano che recupera palla a centrocampo e una volta al limite calcia un fendente che si perde alla sinistra di Pizzolato. La Cavese ormai è padrona del campo e a tempo scaduto, al 46°, potrebbe raddopiare e mettere al sicuro il risultato. Picascia con una grande azione se ne va sulla sinistra e una volta sul fondo crossa in area costringendo il portiere ospite alla respinta; la sfera finisce sui piedi di Ausiello che conclude male e la sfera si perde alto sulla traversa. Dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo. 

Il secondo tempo inizia sotto una pioggia incessante, con il Brindisi che si presenta più combattivo alla ricerca del pari e fanno le prove del con un tiro di De Vivo al 56°. Rete che è nell'aria e arriva un minuto dopo, al 57°, con un gran tiro di Molinaro dal limite che si insacca alle spalle di Napoli: 1-1 e tutto da rifare per la Cavese. Subito il pari gli aquilotti non demordono e riprendono ad attaccare a testa bassa con grinta e cuore. Tuttavia sono ancora i pugliesi che si portano al tiro con Pollidori al 67° con un tiro dalla distanza, ma Napoli fa buona guardia. Al 75° mister agovino opera il primo campbio e manda in campo capitan De Rosa che tocca subito il suo primo pallone con un calcio di punizione che costringe Pizzolato alla respinta di pugno. La Cavese spinge e sfiora la rete al 79°: De Stefano crossa in area e Dannuci sfiora l'autorete, ma la palla finisce in corner. Sul rovesciamento di fronte, all'80°, Molinaro impegna severamente Napoli con un tiro che l'estremo difensore aquilotto respinge in angolo. Sul tiro dalla bandierina il Brindisi passa in vantaggio con Terracciano che di testa insacca per l'1-2. La Cavese non si abbatte e ristabilisce la parità all'84° con un gol di Ausiello sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da De Rosa. La Cavese spinge, ora, alla ricerca del goal partita, ma la palla del match point non arriva e dopo 4 minuti di recupero il sig. Capovilla di Verona manda tutti sotto la doccia. La gara, giocata con grande intesità da ambo le squadre, finisce 2-2 con il giusto punteggio di parità. La Cavese, però, c’è e per la gioia della tifoseria metelliana quella di mister Agovino resta una formazione da battere!


Nello Bisogno




Il Tabellino di Cavese-Brindisi 2-2

Cavese: (3-4-2-1) - Napoli; La Mura,  Manzo, Giordano; Capaldo, Ausiello, Della Corte, Picascia;  Marzullo, D'Avanzo (75° De Rosa); De Stefano; A disp: Imbimbo, Pisapia, Bocchino, Avagliano, Statella, Rinaldi, Vigliotta, Petti; All. Massimo Agovino

Brindisi: (4-4-2) - Pizzolato, Ivone, Pellegrino, Danucci, Ferrara, Terraciano, Iodice (56° Pastore), Pollidori, Croce (51° Molinari) , Ancora (75° Romito) , De Vivo; A disp. Cattafesta, Zinetti, Raho, Danese, Ciano, Oliveira; All. Ezio Castellucci

Arbitro: Alessandro Capovilla di Verona

Marcatori: 25° Marzullo e 84° Ausiello (C),  57° Molinaro e 81° Terracciano (B)

Note: Cielo coperto con pioggia, terreno di gioco reso pesante dalla pioggia. Spettatori quasi 2200 di cui circa 200 provenienti da Brindisi. Ammoniti: Giordano (C); Espulsi: -; Angoli: 8- 5; Recupero: 1' pt - 4' st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre