Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, esordio vincente al "Lamberti": 3-1 al Manfredonia e handicap accorciato

Manfredonia in vantaggio per prima, poi gli aquilotti pareggiano con Marzullo e segnano con De Rosa e L. Palumbo le reti del sorpasso




Domenica 7 ago 2014

Cavese-Manfredonia 3-1 - @foto di Marco Ascoli
CAVA DE' TIRRENI - Buona la prima della Cavese, che meglio non poteva brindare l'esordio in campionato. Con un grande primo tempo, e un'accorto secondo, gli aquilotti hanno avuto la meglio su un Manfredonia altrettanto agguerrito, che ha venduto cara la pelle fino alla terza rete dei biancoblù. Davanti a un discreto numero di spettatori la Cavese ha dimezzato il gap iniziale del meno cinque in classifica. Domenica prossima gli aquilotti si confronteranno in un test più impegnativo contro il temibile Taranto, per gli addetti una delle corazzate del girone. Restando ben saldi con i piedi a terra, ma con tanta umiltà e la grinta del primo tempo la Cavese già domenica potrebbe trovarsi a più uno nella casella punti.



LA CRONACA e II TABELLINO di Cavese-Manfredonia 3-1

Azione del duo Palumbo-De Rosa - @foto di Nello Bisogno
Nella prima frazione di gioco, sin dai primissimi minuti. le due squadre si affrontano a viso aperto e con rapidi rovesciamenti di fronte. Parte subito forte la Cavese, che dopo trenta secondi di gioco va subito al tiro con capitan De Rosa su assist di Marzullo; il portiere ospite è costretto a rifugiarsi in angolo. Passano pochi minuti e la Cavese ci riprova al 4° minuto, ancora con De Rosa e sempre dopo uno scambio con Marzullo; la palla finisce alta sulla trasversale. Al 7° su un ribaltamento di fronte i sipontini inaspettatamente passano in vantaggio. Il portiere aquilotto commette un errore di copertura, la palla sbatte sul palo e arriva dalle parti di Coccia che, complice anche ad una sbandata della difesa metelliana, insacca per il momentaneo vantaggio: 0-1 e tutto
da rifare per la Cavese. Una Cavese che non demorde e risponde subito all'8° con De Rosa che va al tiro, ma trova pronto Addario che mette in angolo. Il tiro di De Rosa è la prova generale al goal per gli aquilotti. Goal che arriva puntuale un minuto dopo: corre il 9° quando Marzullo con un'azione personale entra in area e pareggia le sorti dell'incontro. La Cavese insiste e sfiora la marcatura in più di una occasione: al 12° e al 13° con De Rosa prima e Marzullo poi , che ciccano entrambi clamorosamente la palla in piena area. Il Manfredonia risponde al 18° con un'azione di La Porta dalla destra, il cui tiro cross attraversa pericolosamente lo specchio della porta. La gara scivola via con rapidi rovesciamenti di fronte che rendono la partita piacevole e divertente per i presenti del "Lamberti". Al 20° sono ancora i metelliani che si riportano in attacco con un'azione del duo Palumbo-De Rosa, con quest'ultimo che va al tiro e costringe Addario a smanacciare la palla per salvare la propria porta. Al 32° arriva il goal del vantaggio aquilotto. Luigi Palumbo se ne va in azione di contropiede sulla sinistra e una volta in area viene spinto alle spalle. Per il direttore di gara non ci sono dubbi e decreta il calcio di rigore che dagli 11 metri trasforma capitan De Rosa: 2-1 per la Cavese e tifosi in tripudio.  Nei minuti che seguono la Cavese potrebbe arrotondare il punteggio: al 39° con D'Avanzo e al 41° con Palumbo, mentre il Manfredonia sfiora il pari al 43° con Del Prete che costringe il giovane portiere aquilotto alla respinta. Dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo.

Nel secondo tempo la gara inizia, come nella prima frazione di gioco, a ritmi elevati, ma è il Manfredonia che gioca meglio,  grazie anche ad un calo vistoso degli aquilotti, e spinge alla ricerca del pari. I sipontini ci provano al 49° con Staiano dalla distanza, il portiere metelliano ci mette una mano e devia in angolo. Ci riprovano al 57° con una punizione di La Porta che viene respinta di pugno in angolo da Salsano e al 62° con Gentile che manca l'appuntamento con la sfera su assist dalla bandierina di La Porta. I sipontini sembrano padroni del campo, ma nel momento migliore per loro la Cavese va ancora a bersaglio. Capitan De Rosa, come sempre trascinatore dei suoi, se ne va in volata sulla destra e, una volta al limite, pennella al centro un traversone per Luigi Palumbo che insacca alle spalle di Addario: 3-1 per gli aquilotti e "LAmberti" in visibilio. Mister Vadacca corre ai ripari con alcuni cambi, ma Agovino risponde con altrettanti cambi e assesta la Cavese in campo. Fatto sta che i cambi del tecnico pugliese non sortiscono gli effetti desiderati, con la gara che scivola via con il meritato vantaggio della Cavese. Cavese che potrebbe arrotondare il punteggio al 90° con De Rosa, anche oggi tra i migliori e vero trascinatore, che con una fucilata dal limite costringe il portiere ospite in angolo. Dopo 4 minuti di recupero il sig. Perrotti di Campobasso manda tutti sotto la doccia. Domenica prossima sul cammino degli aquilotti si presenta il temibile Taranto, una delle formazioni candidate alla vittoria finale.

Nello Bisogno



CAVESE-Manfredonia 3-1 
video
Il rigore del 2-1 per la Cavese
trasformato da De Rosa

TABELLINO

CAVESE (4-2-3-1) Salsano; Capaldo, Manzo, Varchetta, Picascia; Ausiello, Della Corte; (72° Bocchino), D'Avanzo (15' Rinaldi)Marzullo (84° Statella)Palumbo, De Rosa; A disp: Aprile,  A. Giordano, La Mura, Siciliano, Petti, Diego Giordano. Allenatore: Massimo Agovino

MANFREDONIA (4-4-2): Addario; Fiore, Rizzi, Staiano, Vergori, Coccia (73° Simonetti), Basta, C. Gentile, Del Prete, La Porta (82° Molenda), Ricucci (66° Ludovico Palumbo). A disp: Barcellona, Forte, Totaro,  Scippo, Zaccaro, De Vita. All. Vadacca.

Arbitro: Giuseppe Perrotti di Campobasso - Assistenti: Gianluca Farina  e Michele Pizzi (CB)

Marcatori: 7' Coccia (M), 9' Marzullo, 33' De Rosa rigore, 69' Luigi Palumbo (C)

Note: Cielo con nubi sparse e clima sereno. Spettatori 1700 compreso la quota abbonati e una cinquantina di tifosi provenienti da Manfredonia. Ammoniti: Staiano (M), Capaldo (C) - Angoli: 6-7 - Recupero: 1'pt - 4' st

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre