Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, anche De Rosa acclama il ciclone Moxedano

Così il capitano della Cavese sul possibile arrivo dell'ex patron della Turris: "Moxedano è un presidente che veramente capisce di calcio. Se arriva a Cava sicuramente punterà alla C"




Mercoledì, 18 giugno 2014


CAVA DE' TIRRENI - La tifoseria metelliana è impaziente di sapere come andrà a finire l'ennesima puntata di una telenovela che, da un po di anni a questa parte, colora le estati della Cavese. Nella città dei portici non si parla d'altro, ormai. L'arrivo al capezzale della Cavese di Mario Moxedano è l'argomento che più tiene banco in città e, tra consensi e disapprovazioni, tutti aspettano l'ufficializzazione dell'avvenuto passaggio di consegna. In attesa degli sviluppi e della fumata bianca, intanto, abbiamo chiesto a capitan De Rosa come vive l'attesa per la salvezza della Cavese e cosa pensa di questa nuova soluzione. Claudio, siamo a poco più di dieci giorni dalla scadenza dei debiti federali che vanno onorati e ancora non arrivano segnali dai vertici societari: come vivi questa attesa? "Stiamo tutti aspettando il da farsi er questa situazione e penso che prima o poi si sblocca e si risolve nel migliore dei modi. Comunque la Cavese non può stare in questa situazione, noi aspettiamo e poi decideremo per il futuro". 


Per quanto concerne i tuoi compagni di squadra, credo che ti senti con qualcuno: cosa pensano della situazione, ma soprattutto pensi che siano propensi a restare qui a Cava? 
" Si, qualcuno sta aspettando proprio che si risolva la situazione della Cavese, come Rinaldi che mi chiama sempre e dice che vuole rimanere a Cava. Si aspetta perchè se si risolve la situazione una piazza importante come quella di Cava non c'è in serie D". Sappiamo tutti che sei un cavese purosangue e ci tieni, come più volte hai affermato, a voler portare nuovamente la Cavese nel calcio che conta, ma quest'anno hai disputato un ottimo campionato e sicuramente avrai ricevuto tante richieste: cosa pensa De Rosa calciatore in merito? "Qualche chiamata indubbiamente c'è stata; però, come ho detto tante volte e come hai detto tu, voglio portare la Cavese nel calcio che conta, quindi aspetto prima la Cavese e poi valuterò altre situazioni. Prima di tutto c'è la Cavese, e se fanno una società solida e buona resto sicuramente a Cava". 

A proposito di società solida e buona, in questi ultimi giorni si parla di un imminente arrivo di Mario Moxedano alla guida societaria. Già lunedì si aspettava la fumata bianca, che ancora non c'è stata ma che nelle prossme ore potrbbe annunciata: tu cosa ne pensi di questa possibilità e di un eventuale insediamento di Moxedano alla guida societaria della Cavese? "E' un presidente che ha sempre fatto calcio in piazze importanti, poi è uno che capisce veramente di calcio, quindi può fare sicuramente bene in una piazza importante come quella di Cava. Una piazza, parliamoci chiaro, che sta aspettando un presidente che ci dia quel qualcosa in più per tornare, come hai detto prima, tra i professionisti". Sicuramente Mario Moxedano sa bene in che piazza approda, quindi credo che sicuramente allestirà una squadra forte, lo squadrone che tutti si aspettano qui a Cava. Tu cosa ne pensi? "Va be, questo si sa, è una persona che ha sempre fatto calcio e sa in che piazza viene e come comportarsi. Non è uno che sta iniziando a fare calcio oggi". Claudio, chiudiamo quest'intervista dicendo che ora l'importante è salvare la barca e fare l'iscrizione al più presto al prossimo campionato, poi il resto verrà dopo, non credi? "Si, diciamo che questa è la cosa prioritaria, ma credo che Moxedano non si ferma qua". 

Speriamo bene, dunque, e che l'ottimismo di capitan De Rosa sia di buon auspicio per il futuro della Cavese. Un futuro che, come tutti sperano,  possa al più presto vedere la Cavese fuori da questa grave crisi finanzaria e societaria, e che al più presto possibile possa ritornare tra i professionisti come merita. Il popolo biancoblù, da tempo sofferente, ormai è stanco di soffrire!

Nello Bisogno

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre