Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, ancora una sconfitta: al "Celeste" finisce 2-1 per il C.diMessina

Gli aquilotti, sconfitti di misura dai peloritani, escono a testa alta dal "Celeste" di Messina: Tutte nel finale le reti che decidono il match: all'uno-due di Manfrè e Vella (82° e 83°), risponde De Rosa (85°) che accorcia le distanze 


Il tempo per le chiacchiere e le fantasie è scaduto: in settimana potrebbe decidersi il futuro della Cavese. 



Domenica, 27 aprile 2014

CAVA DE' TIRRENI - Allo stadio "Giovanni Celeste" di Messina la Cavese, che  non ha più nulla da chiedere al campionato ed è ormai salva, esce sconfitta, ma a testa alta, contro un Città di Messina che aveva necessità e fame di punti. Una partita, tutto sommato, equilibrata fino alla fine e che gli aquilotti hanno onorato con un'ottima prestazione, senza mai sottovalutare l'avversario. Piacevole e brillante la prima frazione di gioco, a ritmi più moderati la seconda, ma nel finale di gara (accade tutto nel giro di 4 minuti) tre lampi illuminano e decidono le sorti dell'incontro. Le solite due disattenzioni in difesa consentono ai peloritani di piazzare un micidiale uno due, al quale De Rosa, come sempre il cuore e il trascinatore della squadra, risponde dopo solo tre minuti con un goal di pregevole fattura. I minuti restanti non risulteranno sufficienti per riequilibrare le sorti del match; la partita finirà 2-1 per i messinesi. Domenica, nell'ultima di campionato, al " Simonetta Lamberti" arriverà il Licata (o quel che ne resta) e la Cavese avrà l'opportunità, davanti al proprio pubblico, di chiudere con la vittoria una stagione avvincente ma al tempo stesso avvilente, resa ancor più umiliante
dall'abbandono del suo comandante e in ultimo, sempre per colpa extra calcistiche, dai punti di penalizzazione che hanno relegato la Cavese in un anonimo centro classifica, dopo aver sognato a lungo di raggiungere la meta dei play-off. Ora la Cavese si appresta a giocare la partita più importante, quella del suo futuro. In settimana, Lippiello e soci (i superstiti della disastrosa gestione Manna) dovranno dare risposte concrete sull'attuale situazione societaria. Il tempo per la chiacchiere e per le fantasie è scaduto: Campitiello, Giglio, Ferlaino e QPR docet. Ora ci vogliono i fatti!

Nello Bisogno


LA CRONACA


Il Città di Messina spezza l’incantesimo del “Celeste” e supera 2-1 la Cavese


servizio di 
Francesco Straface 
( Messina Sportiva )


Il Città di Messina ritrova il successo interno a distanza di oltre sei mesi dall’ultima volta: Camarda e compagni battono, seppur con un po’ di fatica, la Cavese e ritrovano una vittoria che al “Celeste” mancava dallo scorso 6 ottobre (2-1 sul Noto). Gara, quella odierna, giocata a viso aperto dalle due squadre, entrambe vicine al gol in più occasioni nel corso dei primi 45 minuti. Nella ripresa, che vede i padroni di casa più vogliosi e determinati, arrivano le reti che decidono la partita: Manfrè sblocca il punteggio al 37′, Vella raddoppia un minuto più tardi, al 40′ De Rosa accorcia le distanze. Ad una giornata dal termine della stagione regolare, la squadra di Laganà ha già la certezza di affrontare il Due Torri nei play-out: le due squadre al momento sono appaiate in classifica a quota 34.
Ma la gioia per il successo è passata in secondo piano dopo la notizia della morte del giovane Marco Salmeri, che militava proprio nella formazione biancorossa. Pubblichiamo integralmente la nota stampa pubblicata sul proprio portale dal club peloritano:
 “Un dramma enorme sconvolge il mondo del calcio messinese. A seguito di un incidente stradale, se ne va un ragazzo di 23 anni. Feriti due suoi compagni di squadra, che viaggiavano a bordo della stessa vettura. Il Città di Messina si unisce allo straziante dolore della famiglia e della società di Gliaca di Piraino. Una notizia che squarcia di dolore la domenica calcistica messinese e non solo. Una tragedia davanti alla quale tutto passa in secondo piano, lasciando spazio solo allo sgomento e alle lacrime. Poco dopo la partita della propria squadra, ha perso la vita a causa di un incidente stradale Marco Salmeri, calciatore ventitreenne del Due Torri. Il giovane viaggiava a bordo di un auto con altri due compagni di squadra, rimasti feriti nell’incidente verificatosi in autostrada. Non ci sono parole che possano esprimere le sensazioni generate da un dramma del genere. Il Città di Messina in tutte le sue componenti, in un momento di tale tristezza, non può far altro che unirsi al dolore lacerante della famiglia, degli amici, della società per la quale giocava e dei compagni”.


IL TABELLINO di CittàdiMessina-Cavese 2-1

Città di Messina: Fazzino, Brancato, Fragapane (80′ Portovenero), Seck, Dombrovoschi, Frassica, Cappello, Munafò, Manfrè (45′ st Costa), Camarda, Trovato (55′ Vella). In panchina: Mannino, Busà, Parachì, Santamaria, Sparacino. Allenatore: Gianfranco Laganà.

Cavese: Capozzi, Lamberti (64′ Pisani), Montagna, Cerchia, Parisi, Manzi, L. Palumbo (58′ C. Palumbo), Lordi, Contino (77′ st Romano), De Rosa, Russo. In panchina: De Luca, Piscopo, Renna, Petti, Kabangu, Silvestri. Allenatore: Francesco Chietti.

Arbitro: Marcello Rossi di Novara

Marcatori: 82° Manfrè, 83° Vella, 85° De Rosa



Note: Cielo nuvoloso con abbondante pioggia nel seconto tempo della gara. Terreno di gioco in discrete condizioni, reso pesante dalla pioggia nel finale di partita. Spettatori presenti circa 500 di cui un centinaio provenienti da Cava dè Tirreni, Ammoniti26′ pt Montagna (C), 29′ pt Parisi (C), 33′ pt Trovato (CdM), 40′ pt Russo (C), 6′ st Dombrovoschi (CdM), 24′ st Munafò (CdM), 30′ st Manzi (C).Angoli 8-5; Recupero: 3'pt - 5'st

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre