Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese-Hinterreggio 2-4, inaspettato stop per i blufoncè: Sonora sconfitta sul neutro di Sarno

I calabresi di mister Ferraro, in superiorità numerica per 3/4 di gara, affondano gli aquilotti con un ingeneroso poker di reti - Cavese in 10 per l'espulsione di De Luca al 27°: play off a rischio




Domenica, 23 febbraio 2014


CAVA DE' TIRRENILa settimana di Cavese-Hinterreggio, già cominciata male per le diatribe tra Società e Comune, note a tutti, relative al fitto dei campi e per la squalifica del "Lamberti", arrivata in seguito alle intemperanze di domenica scorsa dei tifosi metelliani, è finita peggio.  Vale a dire, con la sonora sconfitta che gli aquilotti hanno subito ad opera di un Hinterreggio che ha giocato la sua onesta partita, abile a sfruttare la superiorità numerica per tre quarti di gara e le occasioni avute in contropiede.  La giornata poco felice degli aquilotti, dovuta in primis alle vicende di cui sopra ma soprattutto alle chiacchiere relative ad un'eventuale cessione della Cavese da parte di Manna ad una cordata di Pagani, e, non da meno, la stangata arrivata in settimana dal Giudice Sportivo che ha costretto la Cavese a giocare la gara con i calabresi lontano dal "Lamberti" e senza pubblico al seguito che, abbinata alla giornata altrettanto infelice della terna arbitrale (decisamente mediocre), ha fatto si che allo "Squitieri" di Sarno uscisse l'inopinato segno 2, vale a dire la roboante, ma ingenerosa sconfitta della Cavese per 4 reti a 2. Una sconfitta che, ad oggi, compromette momentaneamente il piazzamento play off, ma che dovrebbe far riflettere l'ambiente metelliano che, giornata no di aquilotti e terna arbitrale a parte, non ha dato una mano, fino ad oggi, alla Cavese e a questi ragazzi ai quali, anche oggi, nonostante la debacle non gli si può imputare mancanza di volontà o di attaccamento alla casacca blufoncè. Probabilmente, nel prossimo turno la Cavese si giocherà, in quel di Agropoli contro l'omonima compagine, una buona fetta di chance per i play off, ma con l'ambiente unito e il giusto sostegno gli aquilotti potrebbero ritrovare la giusta serenità per centrare l'obbiettivo della vittoria conto la diretta concorrente Agopoli.

LA CRONACA e IL TEBELLINO 

Mister Chietti deve rinunciare a Manzi squalificato e affida a Mazzei, insieme ai soliti, Manna Parisi e Montagna, il compito di vigilare in difesa davanti a De Luca. Per il resto conferma l'undici iniziale schierato contro il Savoia. Mister Ferraro risponde con uno spavaldo 4-3-3 che presto, grazie anche all'inferiorità numeica della Cavese per l'espulione di De Luca, si rivelerà micidiale.


Nella prima frazione di gioco la Cavese s'approcci male alla partita e non riesce a prendere in mano le rdini del gioco. Tuttavia, è la Cavese che si porta per prima in zona tiro, ma è solo una schermaglia iniziale. A 1° minuto di gioco De Rosa, dopo una combinazione con C. Palumbo, si porta al tiro ma la palla finisce alta sulla trasversale. La prima vera palla goal è ad appannaggio dell'Hinterreggio, che all' 8° minuto si porta al tiro con Aliperta. Nella circostanza è bravo De Luca, che smanaccia in calcio d'angolo. E' la prima avvisaglia che i calabresi giocano per il colpaccio. Al 12° la Cavese ci prova con C. Palumbo che, servito da un assist di Contino, dalla distanza spara alto sulla traversa. Al 24° la seconda palla
goal per i reggini; Aliperta batte una punizione dal vertice sinistro per Scoppetta, che di testa sfiora quanto basta la palla che finisce di poco fuori. L'Hinterreggio insiste e due minuti dopo, al 26°, è ancora Aliperta a rendersi pericoloso con un calcio di punzione che De Luca respinge, Forgione si avventa sulla palla ma spara alto. Un minuto più tardi la frittata: corre il 27° quando De Luca e Gigliotti, con quest'ultimo lanciato a rete, si scontrano ai limiti dell'area a ridosso della linea bianca. L'arbitro, dopo qualche secondo d'esitazione, su segnalazione del suo assistente espelle De Luca e concede la punizione. Entra il giovane D'Amico a difesa della porta aquilotta, ma passano pochi minuti e la Cavese va sotto di un gal. Al 30° Aliperta calcia un calcio di puizione che la barriera respinge, la palla finisce a Filidoro che con un pallonetto beffa D'Amico che non riesce a smanacciare la sfera; 0-1 e partita in salita per i blufoncè. Al 31° il giovane portierino esce a valanga sui piedi di Aliperta, lanciato a rete, e sventa la minaccia. La Cavese non demorde e si porta in vanti alla ricerca del pari. Ci prova al 35° con Montagna, ma il suo tiro finisce in angolo. L'Hinterreggio, però, è in agguato e sempre pronto a colpire in contropiede. Al 37°, proprio su azione di contropiede, Manna commette fallo su Puntureri e la conseguente punizione calciata da Aliperta viene respinta in angolo dalla barriera metelliana. Il goal del raddoppio per i calabresi arriva al 41°: Scoppetta serve Compagno che, liberatosi della marcatura di Parisi, trafigge l'incolpevole D'amico; 0-2 e notte fonda per gli aquilotti. Capitan De Rosa, l'unico fra i migliori dei blufoncè, riaccende le speranze al 47°: Contino si procura una punizione ai limiti dell'area all'altezza della lunetta che il capitano metelliano trasforma magistralmente; 1-2 e partita momentaneamente riaperta a pochi minuti dal riposo. Dopo 4 minuti di recupero, infatti, i direttore di gara manda tutti al riposo.


Nel secondo tempo la Cavese, rincuorata dalla rete della speranza segnata alla fine del primo tempo, entra più convinta alla ricerca del pari, ma alla lunga l'uomo in meno si farà sentire. Al 49° Montagna prova a beffare con un tiro cross dalla distanza il portiere reggino, che devia in angolo e al 57°, invece,  ci prova  Mazzei, ma il tiro finisce fuori. La Cavese, e capitan De Rosa, non ci sta alla sconfitta e spinge alla ricerca del pari. Al 57° il capitano aquilotto, al termine di un'azione personale, entra in area e da posizione ravvicinata e defilata calcia a rete, ma la difesa respinge in angolo. La squadra calabrese si rivede dalle parti della Cavese al 68° con un calcio di punizione di Aliperta, vera spina nel fianco degli aquilotti, il quale pesca Forgione che di testa mette alto la palla. Il terzo goal per i reggini è nell'aria e arriva sei minuti dopo. Al 68°, su errore di Manna che intende servire Petti, Gigliotti se ne va e in contropiede e trafigge l'incolpevole D'Amico; 1-3 e gara che sembra chiusa, ma c'è ancora tempo per altre emozioni ed altri due goal. Al 78° C. Palumbo, servito da capitan De Rosa, potrebbe nuovamente riaprire la partita, ma il suo tiro si stampa sulla traversa. All' 85°, su calcio d'angolo di De Rosa, Contino ostacolato da un avversario cade in area e manca la sfera; gli aquilotti reclamano un rigore dubbio, ma il direttore di gara è impassibile. All'89° la quarta rete dei calabresi che chiude un match sfortunato e nato sotto una cattiva stella. Dopo un rapido contropiede Trentinella, entrato in area, viene steso da D'Amico. Dagli 11 metri calcia Aliperta, il portiere aquilotto para ma sulla respinta l'attaccante calabrese, complice l'ennesima dormita della difesa, riprende la sfera ed insacca per il 4-1. La Cavese, punta nell'orgoglio, reaggisce ma il tempo a disposizione e poco per recuperare il pesante passivo. Al 91° capitan De Rosa, arrabbiatissimo ed indomito gladiatore, su assist di Contino segna il 2-4 e la sua doppietta personale. Dopo 5 lunghi minuti di recupero il mediocre sig. Paterna di Teramo decide che può bastare e manda tutti sotto la doccia. La Cavese esce malconcia dal neuto di Sarno e vede in serio pericolo il piazzamento in zona play off. Lunedì prossimo, nella gara di posticipo, c'è lo scontro diretto contro l'Agropoli e la Cavese non può fallire. La vittoria è d'uopo se non vuol perdere il treno per i play off!

Nello Bisogno



Il tabelino di Cavese-Hinterreggio 2-4

CAVESE (4-1-3-2): De Luca 5; Manna 5 (27° Lordi 5), Mazzei 6, Parisi 5, Montagna 6; Cerchia 5; Pisani 5 (28° D'Amico 5,5), Lamberti 5 (48° st Petti 5,5)  , Cosmo Palumbo 5; De Rosa 6,5, Contino 5. A disposizione: D'Amico, Piscopo, Renna, Raffone, Luciano, Viviano e Romano. Allenatore: Francesco Chietti. 5,5

HINTERREGGIO (4-3-3): Parisi 6; Filidoro 6,5, Scoppetta 6,5, Papasidero 6,5, Paviglianiti 6,5; Forgione 6,5 (77° Lavrendi 6,5), Benincasa 6,5, Aliperta 7; Compagno 6,5, Puntoriere 6,5 (54° Trentinella 6), Gigliotti 7. A disposizione: Francesco De Luca, Manganaro, Cucinotti, Akrapovic, Favasuli. Casale e Corso. Allenatore: Francesco Ferraro.7

Arbitro: Paterna di Teramo. 5

Marcatori: 30° Filidoro, 41° Compagno, 67° Gigliotti, 88° Aliperta (H) - 46° e 91° De Rosa (C)

NOTE: Cielo nuvoloso con pioggia. Copiosa grandinata durante la partita, che si è giocata a porte chiuse e allo stadio "Squitieri" di Sarno per la squalifica del "Lamberti". Terreno di gioco in discrete.condizioni. Espulsi: De Luca (C) al 27° per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: C. Palumbo, Manna, Cerchia, Petti, Parisi e D' Amico  (C) - Papasidero, Scoppetta, Trentinella, Parisi e Compagno (H). Recuperi: 4'pt - 5'st

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre