Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, solo un pari al "Gobbato": finisce 1-1 contro il Pomigliano


Gli aquilotti pareggiano in rimonta contro i vesuviani. Sfortunati nel finale: Contino fallisce la match ball al 92°





Domenica, 19 gen 2014

POMIGLIANO D'ARCO - La Cavese, orfana dei giocatori più rappresentativi (Claudio De Rosa, Luigi Palumbo, Rinaldi e il giovane Pisani), elementi importanti per l'economia di gioco della squadra, si reca sull'ostico campo di Pomigliano per portare a casa l'intera posta in palio e mantenere la terza posizione in classifica continuando, così, la marcia play off tenendo a debita distanza le inseguitrici più insidiose. Tuttavia, davanti a circa seicento tifosi di cui più della metà sono di fede biancoblù, la Cavese incamera solo un punto, prezioso quanto meritato, ma al tempo stesso insufficiente a mantenere il terzo posto e tenere lontano la Battipagliese, che nel frattempo si è portata a meno uno dagli aquilotti. Una gara non bella da vedersi, incominciata subito male per gli aquilotti che, costretti ad inseguire il risultato, hanno giocato un butto primo tempo. Meglio nel secondo, quando hanno finito in crescendo una gara durante la quale, come lo stesso mister Chietti affermerà a fine partita, di calcio se visto ben poco e si è assistito ad una vera partita di anti calcio. Una gara spesso spezzettata dai numerosi falli dei vesuviani, che hanno incanalato la partita sul binario dell'agonismo; il terreno di gioco in pessime condizioni, che non ha favorito i giocatori metelliani tecnicamente superiori,  ha fatto il resto.


IL TABELLINO e LA CRONACA 

POMIGLIANO (4-3-2-1): Di Costanzo 6,5; Parentato 5,5, Schioppa 6,5, Varriale 6,5, Di Finizio 5,5; Caiazzo 6, Oretti 6, De Rosa 6,5; Suriano 6 (14'st Romano 5,5), Esposito 6,5, Panico 6 (40'st Pesce ng). Allenatore: Biagio Seno 6.

CAVESE (4-3-2-1): De Luca 6,5; Manna 6 (27'st Cirillo 6), Manzi 6,5, Parisi 6,5, Montagna 6; Lamberti 5,5 (37'st Silvestro ng), Cerchia 6, Lordi 6; Russo 6 (22'st Raffone 6), Cosmo Palumbo 6; Contino 6,5. Allenatore: Francesco Chietti 6.

Arbitro: Giuliani di Teramo.

Reti: 5' Esposito (P), 2'st Contino (C).

NOTE: Cielo nuvoloso con clima freddo. Campo in condizioni imperfette. Spettatori circa 600 con oltre 300 tifosi provenienti da Cava. Ammoniti Oretti, Panico e Schioppa (P) e Manzi, Contino e De Luca (C). Corner 4-1 per il Pomigliano. Recupero: 1'pt, 4'st.


Nel primo tempo mister Seno si schiera con un 4-3-2-1 affidandosi in avanti al solista Esposito, uno degli ex di turno nelle fila vesuviane. Mister Chietti risponde con lo stesso modulo tattico e schiera  il trio Lordi, Cerchia, Lamberti in mediana e il duo Russo e C. Palumbo a supporto di Contino. Si approccia male alla partita la Cavese, anche se già al primo giro di lancette si porta pericolosamente dalle parti di Di Costanzo; Contino smarca Russo con un preciso assist, ma il giovane esterno biancoblù controlla male la sfera. Passano appena tre minuti e al 4° il Pomigliano si rende pericoloso con un tiro cross di Parentato dalla destra che costringe De Luca in angolo, pronto a sventare di pugno, con un rapido colpo di reni, la minaccia. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, battuto consecutivamente per due volte, i vesuviani passano inaspettatamente in vantaggio. Il cronometro segna il 5° quando dalla bandierina Panico crossa in area un palla invitante, Esposito, sfuggito alla marcatura
dei difensori metelliani, indisturbato insacca alle spalle dell'incolpevole De Luca; 1-0 e partita in salita per la Cavese. Da questo momento in poi si gioca poco a calcio, con il Pomigliano che bada soprattutto a spezzare sul nascere le iniziative biancobù, in chiara difficoltà per le pessime condizioni del terreno di gioco. Sono poche, infatti, le azioni degne di cronaca annotate sui nostri taccuini. Al 29° la Cavese ci prova con un tiro di C. Palumbo dal limite che finisce fuori, mentre i vesuviani si rendono pericolosi al 36° con una rapida azione di contropiede, fallendo quello che poteva essere il colpo del ko. Esposito apre per Soriano che una volta in area a tu per tu con De Luca tira ma l'estremo difensore aquilotto respinge di piede e sventa la minaccia. Tutta qui la cronaca del un primo tempo, con la Cavese che non è riuscita a trovare il bandolo della matassa. Dopo un minuto di riposo il sig. Giuliani di Teramo manda tutti al riposo.

Nella ripresa mister Chietti, che molto probabilmente durante l'intervallo ha strigliato la squadra, apporta alcune modifiche e si schiera con la difesa a tre e in corso d'opera, con gli innesti di Cirillo, Raffone e Silvestro passa al 4-2-3-1, modulo a lui più congeniale. Tutt'altra musica, dunque, nel secondo tempo, con la Cavese che gioca meglio e finisce in crescendo una partita iniziata male. Passa appena un minuto dal fischio d'inizio e la Cavese pareggia i conti con Contino. Al 46°, infatti, dopo una elaborata azione aquilotta in area vesuviana, Cosmo Palumbo dalla sinistra mette in area una palla invitante, Contino è il più lesto di tutti e insacca per l'1-1. Riacquistano fiducia i metelliani, ed in più di un'occasione provano a piazzare il goal del sorpasso. Ci prova C. Palumbo al 50° con un calcio di punizione dai 20 metri con la palla che scheggia la traversa mancando di poco il bersaglio. Il Pomigiano, che difende il risultato di parita e continua a spezzettare il gioco con falli continui, prova a rendersi pericoloso con l'unico tiro della ripresa con l'altro ex di turno, Rosario De Rosa, che servito da Soriano spara alto dal limite dell'area. La Cavese continua a crescere e al 58° C. Palumbo, che nella seconda parte della gara sembra rigenerato, (da dimenticare il suo primo tempo), ci prova con un bolide in diagonale dalla destra che il portiere locale respinge di pugno mettendo fuori area la palla. Il secondo tempo scivola via con la Cavese padrona del campo e in cerca del colpo del ko, ma il Pomigliano stringe i denti e difende il risultato di parità. Le ultime due azioni annotate sui nostri taccuini sono sempre di marca biancoblù; all'84° è ancora C. Palumbo a provarci con un tiro in diagonale dalla destra che finisce di poco fuori, ma la match ball che avrebbe chiuso la partita a favore degli aquilotti capita sui piedi di Contino, che a fine gara avrà di che rammaricarsi. Il cronometro segna il secondo minuto dell'extra time, quando Cosmo Palumbo, al minuto 92, serve Contino con un cross rasoterra al bacio, ma l'attacante agrigentino sotto porta, e a portiere ormai spiazzato, colpisce la sfera, che di piatto andava solo appoggiata in porta, di collo pieno mettendola alta sulla traversa. Dopo 4 minuti di recupero il direttore di gara manda tutti sotto la doccia. 

La Cavese non può e non riesce a vincere la partita, ma neanche la perde e porta a casa un punto tutto sommato guadagnato, che gli consente di muovere la classifica anche se ancora una volta ha di che rammaricarsi. Il goal mancato nell'extra time valeva due punti in più in classifica per la Cavese, che ora sente sul collo il fiato delle zebrette. Domenica per il secondo derby campano del girone di ritorno al "Simonetta Lamberti" arriva il Torrecuso,  un'altra outsider del girone, e la Cavese non può fallire. La Battipagliese è in agguato! 

Nello Bisogno


Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre