Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, pari e patta al "Lorenzon": finisce 1-1 contro il Rende

Calabresi in vantaggio per prima al 17° con Iannelli, gli aquilotti pareggiano al 66° con Pisani - Al 70° espulso Musacco per i biancorossi - I biancoblù nuovamente al 4° posto in condominio con  Torrecuso e  Battipagliese - Le immagini e le interviste post partita sono consultabili QUI o nel VIDEO sulla sidebar a destra ......>





Domenica, 05 genn 2014
CAVA DE' TIRENI - La Cavese apre il nuovo anno solare con un risultato positivo sull’ostico terreno di gioco del “Marco Lorenzon” di Rende. Contro l’omonima squadra locale gli aquilotti di mister Chietti, oggi squalificato e sostituito in panchina dal suo secondo, mister Pasquale Centofanti, hanno ottenuto un meritatissimo punto che basta, dato la concomitante sconfitta del Torrecuso, a salire nuovamente al 4° posto in classifica, seppur in condominio con la squadra beneventana ed ora anche con la Battipagliese. Un risultato di parità giusto per quanto espresso in campo, ma alla Cavese resta il rammarico per non aver sfruttato al meglio alcune palle gol, ma anche per non aver sfruttato (ancora una volta) la superiorità numerica.

LA CRONACA e IL TABELLINO di Rende-Cavese 1-1

Nel primo tempo si approccia bene alla gara la Cavese, che va per prima al tiro con Raffone intorno al 4° minuto di gioco, ma l’estremo difensore locale blocca la conclusione del centrocampista metelliano. Al 10° risponde il Rende con Iannelli che mette di poco fuori la sfera. Qualche minuto dopo, al 12°, Pignatta costringe De Luca al miracolo che respinge in angolo la conclusione. La gara si gioca su rapidi rovesciamenti di fronte e al
17° il Rende passa in vantaggio con Ianelli che, dopo un rapido contropiede, batte De Luca con un preciso diagonale. La Cavese reagisce e al 21° va vicino al pari con un colpo di testa di Manzi che raccoglie un tiro dalla bandierina. Al 26° è capitan de Rosa che va vicino al gol con un tiro salvato sulla linea da un difensore rendese, sulla ribattuta riprende Raffone ma calcia fuori la sfera. Il Rende arretra il baricentro a difesa del minimo vantaggio e si affida a pericolosi azion di contropiede. Tuttavia nei minuti che seguono è la Cavese che spinge alla ricerca del pari rendosi pericolosa prima con un tiro dalla distanza di C. Palumbo al 35° e poi con l’altro Palombo, Luigi, al 43° che mette di poco al lato. La palla del possibile pareggio, però, capita al 45° a Gerlando Contino che a botta sicura si vede respingere il tiro in angolo dal portiere locale. Sul conseguente tiro dalla bandierina è Manzi che con un colpo di testa esalta le doti del numero 1 locale, che compie un altro miracolo. Dopo 2 minuti di recupero il direttore di gara manda tutti al riposo. Da segnalare che nel primo tempo, intorno alla mezz’ora, capitan De Rosa è costretto ad uscire dal terreno di gioco, sostituito da Luigi Palumbo, per problemi al polpaccio destro.
                   

Nel secondo tempo, alla rirpese delle ostilità, non cambia l’atteggiamento tattico delle due squadre, con la Cavese che si porta in avanti alla ricerca del pari e il Rende che controbatte con rapidi contropiede. Tuttavia è ancora il Rende che va pericolosamente al tiro al 55° con Caruso, che di testa mette di poco fuori. Dopo vari tentativi di ambedue le formazioni, la Cavese riagguanta il risultato. E’ Pisani al 66° che deposita la sfera in gol dopo una lunga ed elaborata azione biancoblù, ristabilendo il punteggio sul risultato di parità. Intorno al 70° potrebbe esserci la svolta della partita; il direttore di gara espelle con il rosso diretto Musacco per il Rende, ma la Cavese non riesce a sfruttare l’uomo in più. La gara scivola via sul punteggio di 1-1 con la squadra rendese che non sembra accusare il colpo per l’espulsione e anche in 10 cerca di superare gli aquilotti, ma è la Cavese che in più di una circostanza fallisce la palla del raddoppio. L’ultima occasione per gli aquilotti arriva nei minuti finali, all’87° circa, con Luigi Palumbo che si vede respingere il tiro da un difensore bianco rosso, che si salva mettendo in angolo la sfera. Dopo 3 minuti di recupero il direttore manda tutti sotto la doccia, con le due squadre che si dividono la posta in palio; un risutato di 1-1 giusto e che, tuttosommato, rispecchia l’andamento della gara, ma che ai fini della classifica accontenta, forse, solo la Cavese. La Cavese, raggiunta dalla Battipagliese, torna a casa con un punto che gli consente di ritonare al quarto posto e già pensa alla gara di domenica prossima, quando al “Lamberti” affronterà i siciliani del Due Torri.

Nello Bisogno




IL TABELLINO 

Rende: De Brasi, Deffo, Crispino, Musca, Piromallo, Ginobili, Caruso S, Fiore, Pignatta, Musacco, Iannelli. A disp Greco, Romano, Irace, Marchio, El Hadj, Pellegrino, Caruso G, Basile, Grisolia. All Giugno

CaveseDe Luca, Cirillo, Renna, Baffone (60° Russo), Parisi, Manzi, Cosmo Palumbo, Lordi, Contino, De Rosa (37° L. Palombo), Pisani (80°Lamberti). A disp D'Amico, Mazzei, Viviano, Montagna, Russo, Lamberti, Luigi Palumbo, Manna, Luciano. All Centofanti 

Arbitro: sig. Domenica Del Rosso di Molfetta


Marcatori: 17° Iannelli (R) - 21° Pisani (C)

Note: Cielo coperto con pioggia; terreno di gioco pesante e in cattive condizioni. Spettatori circa 400 con assenza di tifosi ospiti a causa del divieto di trasferta. Ammoniti: Fiore (R) - Contino e Manzi (C); Espulsi: al 70° Musacco (R); Angoli 3-7; Recupero: 2'pt - 3'st

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre