Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, goleada contro la Casaburi Pregiato: 11-0 il finale

Gli aquilotti, in ottima forma, a bersaglio 11 volte: in evidenza il giovane Luciano con una tripletta - Rientra anche capitan De Rosa, in netta ripresa - Oggi seduta mattutina e doman  rifinitura a porte chiuse al "Lamberti"





CAVA DE' TIRRENI - Continua a prepararsi con impegno la Cavese, che ieri pomeriggio al campo sportivo "Desiderio"  ha giocato il consueto test infrasettimanale contro la Casaburi Pregiato, squadra militante nel girone F di prima categoria. Amichevole di lusso per il Pregiato, test più impegnativo, invece, per gli aquilotti di mister Chietti, che hanno potuto confrontarsi contro una compagine più massiccia rispetto ai giovani juniores di mister Matafora, patner abituali del giovedì. Nel panorama calcistico di Cava, infatti, oltre alla Cavese, prima squadra cittadina dallo storico blasone, da sempre esistono anche altre realtà calcistiche minori. Tanti, infatti, i club che nella "Piccola Svizzera" giocano nei campionati dilettantistici minori. 
Club nati dalla passione per il calcio d’alcuni tifosi che rappresentano la storia nell'antologia calcistica della Cavese, come ad esempio Nicola De Rosa, storico tifoso degli aquilotti degli anni d'oro e meglio conosciuto come "Nicola Lasagna", uno dei fondatori e da sempre dirigente della Casaburi Pregiato, antico club metelliano che milita nel Campionato di Prima Categoria e vanta circa 60 anni di storia. Il ds Nicola De Rosa ha organizzato il test amichevole con la Cavese anche per dare l'opportunità a qualche giovane di mettersi in mostra, data la vetrina imortante che l'amichevole presentava: “Sono un appassionato della Cavese di vecchia data, e molti ricorderanno che come tifoso rappresento una parte di storia degli aquilotti, quando ai tempi d'oro andavamo ha dominare su tutti i campi di calcio italiani, con il pallone e con il pubblico. A Cava de’ Tirreni a livello di tifoseria siamo stati sempre i numeri uno. Sono orgoglioso di aver giocato un'amichevole contro la mia squadra del cuore, è stata anche l’occasione per mostrare qualche giovane interessante che abbiamo in rosa, come il russo, classe ’94, Gennady Kabaldin, proveniente dalle giovanili del Valencia".

"Ad ogni modo sono soddisfatto di quest'evento, - continua "Lasagna" - conosco bene mister Francesco Chietti, lo conosco da tempo e siamo amici di vecchia data. E' un bravo ragazzo, un allenatore serio e preparato. Ha fatto bene da calciatore e sta facendo bene con la Cavese da allenatore. Spero, come tutti del resto, che


questo è l’anno buono per tornare nel calcio che conta. La Cavese i grandi appuntamenti non li ha mai mancati, almeno come ricordo io; ai miei tempi non li mancava mai. Credo che con un pizzico di fortuna la Cavese possa andare a vincere i play off”. Tornando all'amichevole di ieri, intanto, al di la del roboante punteggio, che lascerebbe pensare ad una passeggiata per gli aquilotti, è stato invece un buon test per la Cavese e il Pregiato ha fatto la sua bella figura. Sul punteggio di 0-0, infatti, la squadra di "Lasagna" ha sfiorato il gol in un paio di circostanze, ma poi la caratura tecnica superiore degli aquilotti ha avuto la meglio. Il primo tempo si è concluso con il punteggio di 4-0 per la Cavese con le reti di Contino, (doppietta), Manzi, e Paumbo, mentre nella ripresa hanno segnato Luciano, (tripletta), L. Palumbo, che ha realizzato anch'egli una doppietta, Mazzei e Parisi. Come è solito fare mister Chietti ha provato tutti gli aquilotti della rosa disponibili e la nota lieta di giornata è stato il rientro di capitan De Rosa, che sembra sulla via della guarigione e il suo rientro contro il Torrecuso è dato per scontato. Oggi, intanto, la Cavese si allenerà con una seduta mattutina e domani, salvo cambiamenti dell'utima ora dovuti soprattutto alla situazione metereologica, svolgerà al "Lamberti" la consueta seduta di rifinitura a porte chiuse; diversamente, in caso di pioggia, svolgeranno la rifinitura al "Desiderio" di Pregiato.

Nello Bisogno

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre