Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, al "Gobbato" per i 3 punti - Tradizione favorevole in terra vesuviana

I metelliani si preparano per l'ostica trasferta di Pomigliano - Cinque i precedenti al "Gobbato": due vittorie, due pareggi e una sconfitta il bottino degli aquilotti in casa dei vesuviani -  Buon test amichevole contro la Juniores giovedì pomeriggio: 6-1 il punteggio finale 


La Giustizia Sportiva ha respinto il reclamo per la vicenda Cerminara: confermato il punto di penalizzazione. La società preannuncia un'ulteriore ricorso al TNAS



Sabato, 18 gennaio 2014

Davide Giudice
CAVA DE' TIRRENI - La Cavese si prepara per l'ostica (in tutti i sensi) trasferta di Pomigliano D'Arco. Non troverà, infatti, un ambiente sereno la Cavese, ma non lo troverà neanche la tifoseria blufoncè, che per la gara di domenica si è vista addebitare un costo, (10 euro a tagliando), a nostro avviso eccessivo per una partita di serie D, oltretutto non di cartello dato la posizione di classifica mediocre che occupa il Pomigliano. All'andata i tifosi della squadra vesuviana oltre ad essere accolti con grande ospitalità, come è nello stile del popolo cavese, pagarono il biglietto per assistere alla partita solo 5 euro. Sarà una trasferta a livello ambientale difficile anche per gli adetti ai lavori, che si troveranno a lavorare in una piazza che di calcio ad alto livello ne ha masticato più niente che poco, e che ha calcato per la maggiore sempre campi di calcio delle categorie minori del calcio dilettantistico. Sarà dura per la Cavese, ma gli aquilotti (ne siamo certi) lotteranno come gladiatori per artigliare i vesuviani condannandoli ad una posizione di classifica allarmante, (già deficitaria), aprendo una crisi che sembra inevitabile. La voglia degli aquilotti di centrare la vittoria e fare bottino pieno contro i vesuviani, c'è l'annunciano Sasà Russo e mister Chietti nelle interviste della vigilia, consultabili cliccando qui o nel video in alto nella sidebar a destra. 

Tornando alla preparazione, intanto, dopo la breve seduta (30 minuti di allenamenti) a causa delle forti precipitazioni metereologiche di martedì, la Cavese si è allenata mercoledì con una doppia seduta di allenamento, mattina e pomeriggio, e giovedì al campo sportivo di Pregiato ha giocato la consueta amichevole infrasettimanaleì contro la Juniores di mister Matafora. Durante il test mister Chietti ha provato varie soluzioni tattiche, ed oltre

S. Russo
a testare le condizioni dei propri uomini, che a rotazione li ha impiegati tutti,  ha potuto testare alcuni calciatori giunti a Cava per provare con il gruppo biancoblù. Con la ros disponibile, infatti, hanno giocato due mezze punte (uno di colore) di cui ancora non conosciamo le generalità, e il difensore centrale Davide Giudice, salernitano ed ex Noto, che ha giocato contro la Cavese, il 16 novembre scorso, per l'appunto la gara di andata Cavese-Noto. L'amichevole contro i ragazzi di mister Matafora si è conclusa con il punteggio di 6-1 per la Cavese. Nel primo tempo si è messo in mostra il giovane Silvestroautore di una doppietta, con un gol di tacco di pregievole fattura; C. Palumbo e Contino, un gol a testa, e Bottiglieri per la Juniores hanno fissato sul 4-1 il punteggio della prima frazione di gioco. 


Russo in azione
Nel secondo tempo hanno arrotondato il punteggio il baby Luciano e il furetto Sasà Russo. Al test, ovviamente, non hanno partecipato gli infortunati Pisani e capitan De Rosa, che non si sono allenati neanche negli altri giorn e nonsaranno della partita a Pomigliano. La preparazione degli aquilotti è proseguita ieri con una seduta mattutina, mentre questa mattina al "Desiderio" di Pregiato svolgeranno la consueta seduta di rifinitura del sabato. La gara Pomigliano-Cavese, a cui non vi prenderà parte, oltre agli infortunati, Luigi Palumbo per squalifica, sarà diretta dal sig. Manuel Giuliani di Teramo, assistito dai sig.ri Giorgio Basso e Alessandro Pacifico di Taranto. Per quanto riguarda le notizie che non riguardano il calcio giocato, invece, con grande rammarico riportiamo che la Giustizia Sportiva non ha accolto il reclamo della società per la faccenda Cerminara, confermando il punto di penalizzazione inflitto qualche mese fa. In calce all'articolo il comunicato stampa diramato dalla società, che preannuncia un ricorso al  TNAS.


L'AVVERSARIO DI TURNO e I PRECEDENTI

La compagIne del Pomigliano, nata nel 1920, nel corso degli anni ha disputato sempre campionati dilettantistici minori. Nel 1949/50 ha raggiunto per ls prims ed unica volta la serie C, e presto è ritornato a giocare nei campionati dilettantistici. Sono cinque i precedenti della Cavese contro  i vesuviani, per 10 gare complessive, tra andata e ritorno, che vedono nettamente in vantaggio la Cavese con 5 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta. Nei 5 precedenti in terra vesuviana la Cavese ha perso una sola volta, nel campionato di Promozione del 1950/51, anno in cui le due formazioni si sono incontrate per la prima volta. Nei successivi confronti in terra vesuviana, i metelliani hanno collezionato due pareggi per 1-1, nel campionato di prima categoria del 1967/68 e in quello di serie D del 1971/72, e due ampollose vittorie, 5-0 per gli aquilotti nel campionato di Promozione del 1968/69 e 4-1 in quello di serie D del 1972/73, anno dell'ultimo confronto fra le due compagini. Dopo 40 anni di assenza, infatti, il derby tra Cavese e Pomigliano si è riproposto con l'attuale campionato di serie D, che vede gli aquilotti in lotta per i play off e i vesuviani in lotta nelle zone basse della classifica a ridosso della zona play out. La cabala vuole gli aquilotti in vantaggio sui vesuviani, e domani al "Gobbato" i biancoblù cercheranno di confermare la tradizione a loro favorevole. 

Nello Bisogno

Comunicato USD Cavese: RICORSO RESPINTO PROBABILE RICORSO AL TNAS

L’USD Cavese 1919 appresa la notizia del rigetto del ricorso per il punto di penalizzazione a suo tempo inflitto per il caso-Cerminara, accetta con rammarico la decisione della Giustizia Sportiva nonostante la Società attuale avesse assolto all’obbligazione di saldare il debito nei confronti del Sig. Rosario Cerminara ereditato dalla precedenti gestioni e - a nostra insaputa - venuto alla luce solo pochi giorni prima dell’iscrizione al campionato in corso. Infatti l’allenatore aveva anche dato propria liberatoria e confermato di aver ricevuto la somma dovuta. La Società si riserva di poter adire all’ulteriore grado di Giustizia Sportiva appena ricevute le motivazione del ricorso respinto.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre