Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, sfida quasi inedita al "Polivalente": a Gioia Tauro per riscattare la brutta prova di 8 giorni fa

Metelliani e gioiesi si sono incontrati una sola volta nella lora storia - Biancoblù in cerca di riscatto conto i viola di mister Dal Torrione, squadra rivelazione del torneo - In mattinata la partenza per il ritiro di Sambiase - La direzione della gara sarà affidata al sig. Luca Detta di Mantova


Errata corrige: Grazie all'amico Cico, rettifichiamo quanto in precedenza riportato: Gioiese e Cavese si sono incrociati 1 sola volta nella loro storia. Da una verifica più approfondita, infatti, abbiamo riscontrato che Gioese e Cavese si sono affrontate nel torneo Interregionale del 1954/55: all'andata nella gara del "Lamberti" fini 1-0 per gli aquilotti mentre in quella di ritorno a Gioia Tauro finì 1-1. Le due compagini retrocessero entrambe nel campionato di promozione rispettivamente, la Gioiese penultima e la Cavese ultima, con 21 e 13 punti.


Sabato, 07 dic 2013

CAVA DE' TIRRENI - La Cavese, che ieri si è allenata con una seduta mattutina, si prepara alla sfida contro l'outsider Nuova Gioiese. Al "Polivalente" di Gioia Tauro gli aquilotti vogliono riscattare la brutta prova di domenica scorsa e agganciare, eventualmente, nuovamente la terza piazza in classifica. I viola di mister Dal Torrione, infatti, sono al terzo posto in classifica con 3 punti di vantaggio sulla Cavese. Buone le condizioni dei convocati di  mister Chietti che dovrà rinunciare, però, al giovane centravanti Luciano, puntualmente in gol nelle ultime due partite. Dell'indisponibilità di Luca Borrelli, invece, probabilmente in lista di sbarco, ne abbiamo già parlato nell'articolo precedente, mentre non dovrebbero esserci problemi per Luigi Rinaldi, che sembra aver recuperato al meglio l'infortunio di 15 giorni fa. La società, intanto, è sempre vigile sul calcio mercato e, dopo le partenze di Giordano e Magaddino, si sta attivando per ingaggiare un centrocampista e un centravanti di peso che presto dovrebbero essere ufficializzati; ma di calcio mercato e della gara con la Nuova Gioiese, ne abbiamo parlato alla vigilia con mister Chietti e col ds Casapulla. Le dichiarazioni dei protagonisti sono consultabili nel video della rubrica settimanale Anteprima Stadio cliccando qui o sulla sidebar in alto a destra. Questa mattina, intanto, alla buonora la Cavese partirà per il ritiro di Sambiase, dove svolgerà la seduta di rifinitura e da dove, poi, raggiungerà Gioia Tauro. La gara Gioiese-Cavese sarà diretta dal sig. Luca Detta di Mantova, assistito dai sig.ri Stefano Alecci di Messina e Alfonso Saieva di Agrigento.

L'avversario di turno e i precedenti

La prima compagine della Gioiese viene fondata nel 1918 con la casacca di colore bianco e blu a strisce. Tuttavia, la prima esperienza di un certo livello la Gioiese la registrò nel secondo dopoguerra, quando partecipò alla Serie C dell'allora Lega Interregionale Sud fino al 1948. Negli anni a seguire, dopo varie partecipazioni in campionati minori, la Gioiese del presidente Franco Musco si presenta ai nastri di partenza del Campionato Interregionale 1981-1982 con allenatore Franco Scoglio e vinse il campionato dominando dalla prima all'ultima giornata con questa formazione: Gentiluomo, Ronzulli, Papaleo, Rosaclerio, Geria, Polizzo, Babuscia, Arigò, Scignano, Sorace, Chiappetta. La Gioiese si prepara alla nuova avventura in Serie C2 con un nuovo allenatore, Bruno Jacoboni, ma retrocedono ...
all'ultima giornata. La vecchia Gioiese sparisce nel 2004, travolta dai debiti. Fu così che la prima squadra di Gioia Tauro divenne la Libero Calcio Nuova Gioiese, una compagine nata nel 1968 e che, sotto la guida del presidente Rombolà, effettua una grande scalata, arrivando dalla Seconda Categoria all'Eccellenza. Nella stagione 2012/2013 di Eccellenza i viola s'insediano sin dalle prime giornate in testa alla classifica, posizione che manterranno poi per tutto il campionato. La festa per la matematica promozione avviene con due giornate di anticipo rispetto al termine del campionato, con la Nuova Gioiese che espugna il campo di Brancaleone e conquista una storica promozione in Serie D dopo 17 anni di assenza. Nonostante la squadra calabrese abbia partecipato a vari tornei di serie D e ai campionati professionistici di C e C2, una sola volta ha incrociato le strade della Cavese, nel torneo Interregionale del 1954/55; 1-0 a Cava per i blufoncè e 1-1 a Gioia Tauro. Quello del "Polivalente", quindi, è quasi un confronto inedito fra le due compagini. La Gioiese, neo promossa in serie D, è la rivelazione del torneo e con 8 vittorie e 4 pareggi si è assestata al terzo posto in classifica. Delle 8 vittorie ottenute ben 4 le ha realizzate fuori casa, mentre in quelle interne vanta la vittoria contro la prima della classe Savoia. Con 11 reti subite i viola vantano la seconda miglior difesa del torneo insieme all'Akragas, e in 7 gare casalinghe ne ha subito solo 5 segnandone 10. La Nuova Gioiese, al terzo posto con 28 punti in classifica, precede la Cavese di 3 lunghezze. 

Nello Bisogno

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre