Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, inopinata sconfitta contro le zebrette: la Battipagliese espugna il "Lamberti" al 91°

Bianconeri in vantaggio per prima, poi i gol di Luciano e C. Palumbo illudono i metelliani che, in superiorità numerica, vengono raggiunti e superati in zona Cesarini



Domenica, 01 dic 2013

Cavese-Battipagliese - (foto di Marco Ascoli)
CAVA DE’ TIRRENI – Il wekend calcistico metelliano, caratterizzato dal derby campano contro le zebrette, s'era aperto bene con la sfida di sabato pomeriggio al "Pastena" con la Juniores, che ha pareggiato (in 9 contro 11) per 1-1, e conclusosi male con la sfida del "Lamberti" fra le compagini della prima squadra, in questo caso portata a termine con la sconfitta dalla Cavese di mister Chietti, che ha dovuto capitolare ai bianconeri di mister Squillante, oggi tatticamente ed atleticamente superiori ai metelliani, in zona Cesarini incassando (in superiorità numerica) un irriguardoso 2-3 fra l’apoteosi del pubblico di fede battipagliese, numeroso sugli spalti del “Lamberti”. Le zebrette sono giunte a Cava con il chiaro intento di rilanciare le proprie chance, quindi accorciare le distanze dalla vetta con una vittoria, mentre la Cavese, saldamente assestata nei quartieri alti della classifica, voleva allungare la striscia positiva di risultati e confermare l’imbattibilità del proprio terreno di gioco mantenendo, così, anche il passo con le prime della classe. Presupposti che, unite al fascino e all’incertezza che ogni derby suscita, hanno dato vita ad una gara tutto sommato piacevole e aperta a qualsiasi risultato fino all'ultimo minuto, con i presenti che ancora una volta non hanno avuto modo di annoiarsi,  anche se quelli di fede blufoncè escono dal “Lamberti” delusi ed amareggiati. Una gara giocata in modo spregiudicato e a viso aperto dai battipagliesi, premiati dalla dea bendata (che questa volta ha girato le spalle ai biancoblu) nei minuti di recupero, ma aiutati anche dalla generosa difesa metelliana, già da qualche domenica deludente ed oggi decisamente in giornata no.



LA CRONACA e IL TABELLINO di CAVESE-Battipagliese 2-3 


Ingresso in campo - (foto M. Ascoli)
La Gara - Mister Chietti si schiera con il consueto 4-2-3-1 inserendo in difesa Ostieri al posto di Renna in e Raffone a centrocampo al posto di Rinaldi che parte dalla panchina; al centro dell'attacco conferma la fiducia al giovane Luciano, supportato dal trio C.Palumbo, De Rosa e L. Palumbo. Mister Squillante risponde con uno spregiudicato 4-3-3 rinunciando ai soli Manzo, infortunato, e Pastore squalificato. Nel primo tempo l'approccio alla gara degli aquilotti sembra quello giusto, che dopo un solo giro di lancette provano ad impensierire Bianco con un tiro innocuo di C. Palumbo. Tuttavia la gara della Cavese si fa subito in salita. Corre il 7° minuto di gioco quando la Battipagliese con un'azione di rimessa passa in vantaggio. Cammarota con un diagonale dalla destra di attacco impegna De Luca che, con un'uscita imprecisa, smanaccia la sfera che finisce sulla destra difensiva metelliana ad Alleruzzo che, complice una dormita generale e lasciato libero da Manna, deposita la palla in rete per l'1 a 0. La partita si mette subito male  per la Cavese, che però reagisce e si porta in avanti alla ricerca del pari, ma sono ancora i battipagliesi a rendersi pericolosi al 18° con Teti, ...


La rete di Luciano - (foto M. Ascoli)
che servito da Olcese impegna De Luca alla respinta. Un minuto dopo, al 19°, la Cavese fa le prove al gol con Manzi, che di testa mette la sfera alto sulla traversa su un calcio d'angolo battuto da De Rosa. Passano pochi minuti e arriva il pareggio aquilotto; al 23° capitan De Rosa se ne va sulla destra e una volta al limite crossa al centro per Luciano che, sotto porta, in scivolata insacca per l'1-1; parità ristabilita e tutto da rifare. Un minuto dopo, però, la Battipagliese rimane in dieci per l'espulsione di Anzalone che rimedia nel giro di pochi minuti la doppia ammonizione. La Cavese si rianima e sospinta dai propri sostenitori cerca il gol del raddoppio. Al 30° ci prova De Rosa con un tiro dalla destra che finisce abbondantemente al lato, ma il gol del raddoppio è nell'aria e arriva puntualmente qualche minuto dopo. Il cronometro segna il 36° minuto quando, con un'azione fotocopia a quella del pareggio, Luigi Palumbo con una delle sue scorribande se ne va sulla destra e una volta al limite crossa al centro dove trova appostato l'altro Palumbo, Cosmo, che più lesto di tutti insacca per il 2-1 in favore della Cavese. 


La rete di C. Palumbo - (foto M. Ascoli)
I giochi sembrano fatti e la Cavese, in vantaggio di un uomo e di un gol, crede di avere in pugno le zebette e cerca di piazzare il colpo del ko. Al 39°, però, Boldrini impegna De Luca con un tiro cross dalla sinistra d'attacco, (destra difensiva metelliana), che ancora una volta con imprecisione smanaccia la sfera che finisce a Cammarota che calcia a botta sicura, ma sotto porta trova pronto Parisi che mette in angolo. Su di un capovolgimento di fronte la Cavese prova a rendersi pericolosa al 42°, con capitan De Rosa che s'invola sulla destra e una volta al limite crossa al centro, ma questa volta il giovane Luciano per un soffio non arriva sulla sfera. La Cavese spinge, ma la Battipagliese se pur in infierorità numerica non rinuncia a portarsi dalle parti di De Luca. 


Il rigore di Olcese - (foto M. Ascoli)
Al 43°, infatti, con una rapida azione di rimessa Boldrini va al tiro dal limite, ma ancora una volta è Parisi che quasi sulla linea sventa in angolo la minaccia. Il primo tempo sembra avviarsi verso la fine con il vantaggio metelliano, ma la minaccia incombe e il gol è nell'aria;  questa volta per le zebbrette, che approfittano (e ringraziano) ancora una volta di un regalo della difesa blufoncè. Siamo al 47°, secondo minuto di recupero, quando Olcese dopo aver seminato Manzi, che non riesce a fermarlo e perde la sfera, se ne va sulla sinistra (destra difesiva metelliana) con Manna immobile e latitante, l'attaccante bianconero ringrazia ed entra in area, ma viene steso da Parisi; calcio di rigore netto che dagli 11 metri è lo stesso Olcese che trasforma. Passano pochi secondi e il direttore di gara manda tutti al riposo con il punteggio di 2-2.


De Rosa in azione - - (foto M. Ascoli)
Nel secondo tempo chi si aspetta un arrembaggio della Cavese, in vantaggio numerico, resta deluso. La battipagliese, infatti, grazie anche al vento a favore imbriglia a centrocampo le manovre metelliane, tant'è che sui nostri taccuini le annotiamo col contagocce. Il primo sussulto della ripresa è di marca battipagliese che al 53° si portano al tiro con Boldrini con la sfera che finisce abbondantemente fuori. La Cavese risponde al 57° con una combinazione C. Palumbo.De Rosa, con quest'ultimo che va alla conclusione con un tiro fuori bersaglio. Mister Chietti, che nel frattempo aveva già provveduto alle sostituzioni di Luciano e L. Palumbo, rispettivamente, con Pisani e Rinaldi, si gioca il tutto per tutto mandando in campo anche Kabangu al posto di Raffone, schierandosi, cosi, a trazione anteriore. Tuttavia è ancora la Battipagliese, al 73°, che si rende pericolosa con un calcio di punizione dalla sinistra di Cammarota. La Cavese c'è e risponde al 77° con Kabangu, che si ritrova sui piedi la palla gol più nitida del secondo tempo; Cosmo Palumbo dopo una bella azione sulla sinistra serve in area il congolese che si aggiusta la palla e calcia un missile a botta sicura, ma a portiere battuto trova pronto Fiorillo che sulla linea salva la porta e il risultato. 


Gli aquilotti dopo la rete di Luciano
 (foto M. Ascoli)
Dopo un tiro dalla distanza, fuori bersaglio, di Rinaldi all'84°, la gara sembra avviarsi alla conclusione con il punteggio di parità, ma la beffa incombe e arriva puntuale a tempo scaduto e nel primo minuto di recupero. Il cronometro segna il 91° quando, con la Cavese sbilanciata in avanti, la Battipagiese con un fulmineo contropiede s'invola nella tre quarti metelliana con Olcese che, grazie all'ennesima dormita della difesa metelliana e con De Luca fuori dai pali, serve Alleruzzo che insacca con un pallonetto la palla che vale i tre punti; la beffa è servita, 2-3 e partita chiusa. Dopo altri 3 minuti di recupero, improduttivi per i biancoblu, il direttore di gara manda tutti sotto la doccia. La Cavese perde l'imbattibilità casalinga, durata giusto un anno, con una prestazione che ha messo ancora una volta in evidenza le lacune difensive e un centrocampo debole senza un uomo d'ordine come Rinaldi che, non in perfetta forma fisica, anche oggi non ha potuto dare al meglio il suo contributo, ma anche di un attacco poco incisivo nonostante l'ottima prova del baby Luciano. Non bisogna dramattizzare per una sconfitta che, tuttosommato,  è arrivata contro una squadra costruita per vincere, ma dovrà servire da lezione per correggere gli errori che nelle ultime tre settimane hanno fruttato alla Cavese solo 2 punti. E domenica un'altra dura battaglia aspetta gli aquilotti, quella contro i calabresi della Nuova Gioiese, out sider e rivelazione del torneo.

Nello Bisogno  



IL TABELLINO

Cavese: 4-2-3-1 - De Luca 4,5; Manna 4,5, Manzi 4,5, Parisi 5, Ostieri 4,5; Lordi 5, Raffone (72° Kabangu sv); L.Palumbo 6,5 (64° Rinaldi sv), De Rosa 6,5 C.Paumbo 6,5; Luciano 6,5 (50° Pisani sv); A disp: Loffredo, Giordano, Cirillo, Piscopo, Russo, Vivviano, Allenatore Francesco Chietti 6


Battipagliese: 4-3-3 - Bianco 6, Fricano 6, Anzalone 6, Teti 6, Barbatro 6, Sodano 6, Alleruzzo 7, Odierna 6,5 (45° st Fiorillo 6), Olcese 7, Cammarota 6,5, Boldrini 6.5; A disp: Napolitano, Granato, Izzo, Pivetta, Garofalo, Volpe, Volzone, Dionisa; Luigi Squillante 7,5

Arbitro: Federico Sassoli di Verona 6

Marcatori: 7° Alleruzzo (B), 23°  Luciano, 36° C. Palumbo (C), 47° Olcese su rigore (B) 91° Alleruzzo

Espulsioni: Anzalone (B) al 24° per doppia ammonizione

Note: Cielo coperto, con giornata piovosa, clima freddo e forti raffiche di vento; terreno di gioco reso pesante e scivoloso dalla pioggia; Spettatori presenti poco più di un migliaio, di cui circa 250 sostenitori bianconeri provenienti da Battipaglia sistemati in curva nord. Ammoniti: Anzalone, Alleruzzo, Fiorillo e Fricano (B), Parisi (C); Espulsi: Anzalone per doppia ammonizione al 24° - Angoli: 10-3 Recupero: - 3' pt - 4' st.

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre