Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, a sorpresa trasferta vietata: Ancora una volta penalizzata la tifoseria metelliana

A 48 ore dalla disputa della sfida tra Montalto e Cavese le autorità (in)competenti vietano la trasferta ai tifosi biancoblù - E' l'ennesimo boicottaggio per l'inibitabile e corretta tifoseria blufoncè, ch'era già pronta a spingere la Cavese alla vittoria


Un solo precedente in Calabria con il Montalto, lo scorso anno sul campo di Paola; finì con un pareggio per 2-2 - Una vittoria e un pari, nello scorso torneo, il bilancio fra le due compagini - La gara sarà diretta dal sig. Andrea Moraglia di Verona




Sabato, 23 nov 2013


CAVA DE' TIRRENI - Lo schiaffo diventa un pugno per la Cavese ed i suoi tifosi, un colpo basso arrivato come un fulmine a ciel sereno. I tifosi biancoblù, infatti, si vedono vietare la trasferta di Montalto a 48 ore dalla disputa della gara. Una incomprensibile decisione delle autorità locali arrivata inaspettatamente nel pomeriggio di ieri, dopo che già il giorno prima dalla cittadina calabrese avevano fatto sapere che non più di 50 persone provenienti da Cava potevano essere ospitati al "Romolo Di Magro", causa l'inadeguata capacità del settore ospiti a contenere un numero più elevato di persone. Nulla, però, faceva presagire ad una decisione del genere, probabilmente presa anche per la vicinanza del paese a Cosenza, che come si sa è una piazza calcistica rivale a quella metelliana: C'è da dire e sottolineare, però, che tutto ciò non ha senso e che Montalto-Cavese si è giocata regolarmente e con i tifosi al seguito già lo scorso anno, per di più giocata nello stadio di Paola che è ancora più vicino a Cosenza; ancora una volta una decisione vergognosa che penalizza una storica e inibitabile tifoseria, che sulle ali dell'entusiasmo avrebbe spinto la Cavese alla vittoria come sempre, e dalla quale il calcio ne esce ancora una volta sconfitto. Tuttavia, se il motivo reale resta quello dell'incapacità dello stadio "Magro" a contenere una tifoseria ospite, questo significa che la Cavese, club storico e blasonato, deve uscire presto da una CATEGORIA che non la gratifica; la serie D non fa per noi! Tornando al calcio giocato, intanto, la Cavese ...
questa mattina ha svolto la consueta seduta di rifinitura al "Desiderio" di Pregiato, conlcusasi con una partitella in famiglia dalla quale mister Chietti sicuramente avrà tratto le conclusioni per decidere l'undici che manderà in campo al "DI Magro". Fra i convocati c'è anche Luigi Rinaldi, che partirà con la squadra per sostenere ed incoraggiare i compagni, ma non ci sono dubbi che il centrocampista si accomoderà in tribuna; ventidue, infatti, sono i convocati, me due si accomoderanno in tribuna. La direzione della gara è stata affidata al sig. Andrea Moraglia di Verona, assistito dai sig.ri Andrea Ieracitano e Giuseppe Ditto di Reggio Calabria.



L'avversario di turno e i precedenti



La formazione calabrese del Comprensorio Montalto Uffugo è approdata per la prima volta in serie D due stagioni fa, centrando lo storico salto al termine di un campionato vinto con 9 lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica. Il Montalto vanta nella sua rosa giocatori importanti ed esperti, quali Le Piane, Occhiuzzi, Piemontese, Savasta e l'esperto portiere Ramunno. Un avversario di turno di tutto rispetto per la Cavese, un'altra mina vagante del torneo assestata al quarto posto a solo 4 punti di distanza dagli aquilotti, quindi in piena zona play-off; i 20 punti in classifica dei calabresi sono frutto di 5 vittorie e 5 pareggi complessivi e non hanno mai perso in casa. Un avversario di turno difficile e da prendere con le dovute molle per i biancoblù di mister Chietti,  che al "Di Magro" di Montalto dovrà rinunciare a Rinaldi per infortunio e Parisi per squalifica, olte ch a Borrelli che è l'assente di lungo corso. Due i precedenti fra le due compagini,  le gare di andata e ritorno dello scorso torneo terminate con la vittoria casalinga della Cavese per 4-3 e il pareggio nella gara di ritorno, che si giocò nello stadio di  Paola, per 2-2. La sfida di domani al "Romolo Di Magro" si ripropone con la Cavese, terza forza del torneo, che recita ben altro ruolo rispetto allo scorso campionato, quando di questi tempi lottava nei bassifondi della classifica; oggi la Cavese lotta in piena zona play off alla rincorsa delle due battistrada Akragas e Savoia.

Nello Bisogno


Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre