Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, ancora corsara: All' "Aldo Campo" gli aquilotti battono il Ragusa 5-3

Biancoblu a "forza cinque" - Apre le danze Kabangu e raddoppia C. Palumbo; nella ripresa rimpingua il punteggio capitan De Rosa, oggi autore di una tripletta - L' "ottovolante" De Luca ipnotizza Alma e glipara un rigore sul 1-2 per gli aquilotti




Domeica, 10 nov 2013

lacaveseaquilainvolo.com
foto di S. Nardi - su concessione Usd Cavese 1919
CAVA DE' TIRRNI - Continua il momento magico della Cavese, che ancora una volta ritorna corsara dalla Sicilia. Non hanno avuto modo di annoiarsi i presenti dell' "Aldo Campo", soprattutto i tifosi metelliani anche oggi numerosi al seguito della squadra, che assistono ad una gara piacevole e ricca di gol. La Cavese, infatti, con uno spettacolare e rocambolesco 3-5, cinicamente affonda il Ragusa di mister Sorrentino. Mister Chietti si affida al 4-2-3-1 da lui preferito e ripropone l'undici vincente di domenica scorsa contro l'Orlandina, con l'unica variante di Cirillo al posto di Renna. In avanti Kabangu supportato dal trio C.Palumbo-De Rosa-Pisani. Alla mezz'ora, però, e costretto a rinunciare a Rinaldi per infortunio e arretra al suo posto C. Palumbo inserendo in avanti L. Palumbo che lo sostituisce.


LA CRONACA


lacaveseaquilainvolo.com
foto di S. Nardi 
su concessione Usd Cavese 1919
Nel primo tempo la Cavese parte subito convinta e va vicino al gol al primo giro di lancette con C. Palumbo che raccoglie un cross dalla sinistra, ma la sfera finisce di poco alto sulla traversa. L'approccio alla gara della Cavese è quello giusto e dopo pochi minuti passa in vantaggio; al 6° minuto di gioco il colored aquilotto Kabangu, servito da centrocampo da un compagno, arriva in area e dopo aver dribblato il portiere deposita la palla in rete. Il Ragusa reagisce subito e dopo due minuti pareggia con un gol di Enrico, è l'8° minuto. La squadra iblea rinfrancata dal pareggio prontamente ottenuto, gioca a viso aperto c creando non poche apprensioni alla retroguardia metelliana. Tuttavia, la gara sembra scorrere via in perfetto equilibrio, con rapidi ribaltamenti di fronte. Gara che si ravviva intorno al 20° minuto, quando la Cavese passa nuovamente in vantaggio con....
C. Palumbo che, servito da un compagno da fallo laterale, entra in area e fa secco Ferla; 1-2 per gli aquilotti. Al 32°, però, la Cavese deve rinunciare a Luigi Rinaldi per infortunio al ginocchio, pedina fondamentale del centrocampo aquilotto, e al suo posto entra L. Palumbo. Il Ragusa incalza e cerca di pareggiare i conti prima del fischio finale, andandoci vicino nei minuti finali. Inpieno rcupero, infatti, Manzi atterra con un fallo inutile Milazzo e il direttore di gara decreta il calcio di rigore per gli iblei; dagli 11 metri batte Alma che si fa ipnotizzare da De Luca che salva la porta e il risultato. Immediatamente dopo la battuta del penalty, il sig. Sozza manda tutti al riposo.    

Nella ripresa la Cavese entra, come nel primo tempo, più decisa in campo e dopo otto minuti, al 53°, si porta sul 3-1 con un gol di capitan De Rosa che si ripete al 56° con un balistico calcio di punizione dal limite portando la Cavese sul 4-1. I giochi sembrano fatti con la Cavese che, credendo di avere in pugno la partita, amministra il  vantaggio: Con orgoglio, però, gli iblei, che ormai non hanno più nulla da perdere, si catapultano in avanti mettendo seriamente in difficoltà gli aquilotti. Al 59° il Ragusa va in gol con Scarano che mette in rete la palla del 2-4. Gli aquilotti si rilassano e i ragusani, che ci credono ancora, ne approfittano accorciando le distanze al '79 con De Souza che insacca con un gol spettacolare. La Cavese si risveglia e si ripota in area ragusana conquistando un calcio di rigore al 79°; dagli undici metri trasforma capitan De Rosa che firma la sua tripletta personale e porta la Cavese in vantaggio per 3-5. Gli iblei non demordono e vanno al tiro con Morina, che divora il gol, qualche minuto più tardi e con un calcio di punizione di Alma, all' 85°, che colpisce il palo esterno. Nei minuti finali il Ragusa prova a segnare addirittura con il portiere Ferla, che con un calcio di punizione da centrocampo prova a sorprende il più giovane collega De Luca, che però gli nega la soddisfazione del gol con un ottimo intervento. Dopo 2 minuti di recupero il direttore di gara manda tutti sotto la doccia con il punteggio che arride alla Cavese; all'"Aldo Campo" di Ragusa finisce 3-5 per gli aquilotti di mister Chietti. 

Archiviata anche la gara con gli iblei la corsara Cavese, che si conferma terza forza del torneo, fa rientro a Cava soddisfatta e con la media punta che va a crescere, ma gli aquilotti già pensano alla prossima gara contro il Noto, che si giocherà in anticipo  sabato prossimo e in diretta su Rai Sport 2


TABELLINO: Ragusa-CAVESE 3-5

Ragusa: Ferla, Iozzia, Milazzo, Spadafora, Madera, Scarano, Morina, Errico, Rufo ('54 Mele), De Souza, Alma. All.Sorrentino

CAVESE: De Luca, Manna, Cirillo, Rinaldi (32° L. Palumbo), Parisi, Manzi, Cosmo Palumbo, Lordi, Kabangu ('46 Russo), De Rosa, Pisani ('72 Lamberti). All. Chietti

Marcatori '6 Kabangu, (C) '8 Errico (R), '20 C. Palumbo (C) 53° - 56° - '79 De Rosa (C) '59 Scarano e '71 De Souza (R)

Note: Cielo nuvoloso, a tratti soleggiato, e giornata ventilata; Terreno di gioco in buone condizioni; Spettatori quasi 250, di cui circa 100 provenienti da Cava de' Tirreni. Ammoniti: Manzi, Palumbo e Cirillo (C) Spadafora e Milazzo (R): Angoli: 3-2; Recuperi '2 pt '2 st

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre