Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, alla rincorsa di Akragas e Savoia: Terza forza del torneo a pieni titoli

Ieri pomeriggio ripresa  al "Desiderio" di Pregiato in vista del Noto - Oggi test infrasettimanale contro la Juniores di mister Matafora - Nella sidebar in alto a destra il video con la sintesi e le interviste post partita di Ragusa-Cavese 3-5 


Mister Chietti: "Pensiamo a noi e giochiamo partita per partita, alla fine tireremo le somme". - Capitan De Rosa, al quale la redazione formula gli auguri di buon compleanno, dice: "Loro sono squadre costruite per vincere il torneo, ma noi ci faremo trovare pronti per dire la nostra"


Mercoledì, 13 nov 2013

CAVA DE' TIRRNI - Continua il momento magico della Cavese che ancora una volta risulta corsara in terra sicula, quest’anno particolarmente fertile per gli aquilotti. All’ “Aldo Campo” di Ragusa la squadra di mister Chietti si conferma compagine terribile e castiga siciliane. Particolarmente ispirato, infatti, l’attacco metelliano che contro le formazioni isolane ha messo a segno ben 14 reti in quattro partite. ha messo a segno ben 14 reti in quatto partite. Una gara rocambolesca e ricca d’emozioni per gli affecionados della Cavese, anche domenica numerosi al seguito della squadra in Sicilia. Una vittoria sì meritata per la Cavese, ma che, al di la del rotondo risultato, l’ha ottenuta con non poche difficoltà contro un avversario che ha giocato a viso aperto ben figurando contro il più blasonato avversario, dimostrando di non meritare la deficitaria posizione di classifica. Non perfetta nella prestazione la Cavese, ma sicuramente cinica nel castigare con la superiorità tecnica dei suoi uomini la più inesperta formazione iblea, rafforzando il terzo posto e consacrandosi definitivamente, con un’altra ampollosa vittoria, come concorrente più attendibile di Akragas e Savoia. 

Un momento magico suggellato dall’ottimo stato di forma dei suoi uomini più rappresentativi, in particolare di Cosmo Palumbo e capitan De Rosa, con quest’ultimo che festeggia con una tripletta il suo compleanno.  Claudio De Rosa, infatti, proprio oggi compie gli anni; il sottoscritto e la redazione coglie qui l'occasione per formulare al capitano della Cavese i più sentiti auguri di buon compleanno. Espliciti a fine partita i commenti di ...


capitan De Rosa e mister Chietti in merito alle due battistrada che non rallentano. Ancora un risultato pieno e striscia positiva che si allunga, ma Savoia ed Akragas non mollano: Sono, purtroppo, squadre costruite per vincere - dice De Rosa - ma noi ci stiamo facendo trovare pronti ogni domenica e stiamo facendo un ottimo campionato. Loro giocano per vincere il campionato, ma noi siamo la Cavese e ci faremo trovare sempre pronti per dire la nostra”. Così, invece, mister Chietti“Ho sempre detto pensiamo a noi e giochiamo partita per partita, poi alla fine tiriamo le somme. Questo è il mio motto e andiamo avanti così, domenica dopo domenica”.  

Già, ed è proprio così (di settimana in settimana) che la Cavese avanza sorniona aspettando i passi falsi di Akragas e Savoia per mettere la freccia; l’aquila è in agguato! Non c’è abbastanza tempo, però, per accarezzare i sogni di gloria. Dopo un'altra esaltante vittoria la Cavese, rientrata nella tarda mattinata da Ragusa, già è concentrata sulla prossima gara di campionato, avendo meno giorni a disposizione per prepararla. La dodicesima giornata del torneo, infatti, la Cavese la giocherà in anticipo sabato 16 novembre prossimo, quando sulla sua strada incontrerà un’altra formazione siciliana, il Noto di mister Betta. Ieri pomeriggio, intanto, la Cavese ha rireso la preparazione in vista dell'anticipo di sabato e oggi inusualmente, ma comprensibilmente prevedibile a causa dell'anticipo, alle ore 15:00 giocherà il consueto test infrasettimanale contro la Juniores di Matafora. Ad ogni modo, la gara di sabato pomeriggio, sarà trasmesso in telecronaca diretta su Rai Sport 2 e l’unico rammarico per l’ambiente metelliano, ritornato alla ribalta nazionale dopo alcuni anni bui, sarà quello di disputare l’incontro, in diretta televisiva nazionale,  a porte chiuse per la squalifica del “Lamberti”. Si spera nell’esito positivo del ricorso presentato alla Corte di Giustizia Sportiva dalla società metelliana; Cava e la Cavese lo merita!

Nello Bisogno

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre