Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE, sei gol alla Temeraria 1957 nell'amichevole del Giovedì


Contro i picentini in evidenza capitan De rosa, autore di un poker - In gol anche Parisi e Kabangu - Giudice Sportivo: Tre giornate di squalifica per Borrelli e difida del "Lamberti"




Venerdì, 06 sett 2013


Claudio De Rosa
CAVA DE' TIRRENI - Procede la preparazione della Cavese in vista della trasferta siciliana di Piranio, dove affronterà la neo promossa Due Torri. Ieri pomeriggio, al cospetto di circa un centinaio di tifosi, la Cavese ha sostenuto il consueto test amichevole del giovedì contro la Temeraria 1957, squadra che milita nel campionato di promozione. Un buon test al quale ha preso parte quasi tutta la rosa, ad eccezione di Russo e Cosimo Palumbo che hanno svolto lavoro differenziato. Come di consuetudine mister Chietti a rotazione ha impiegato tutti gli elementi della rosa, provando nel primo tempo quello che potrebbe essere, con qualche modifica in attacco, l'undici base da schierare contro i siciliani; all''amichvole vi ha preso parte anche Luigi Palumbo, definitivamente guarito, che ha giocato la prima parte del test. La gara è terminata col punteggio di 6-0 e nel primo tempo abbiamo ammirato un capitan De Rosa in gran spolvero, che si è messo in evidenza con un poker di reti. Ha aperto le marcature ... 

Gianpaolo Parisi, poi il capitano ha arrotondato il bottino segnando quattro gol, di cui il primo su rigore. Nella ripresa mister Chietti ha schierato una formazione composta prevalentemente da under, buttando nella mischia anche il '94 Nicola De Caro, una delle piacevoli sorprese dello scorso torneo, che definitivamente guarito ha giocato una ventina di minuti nel finale di gara. Quest'oggi, intanto, la Cavese si allenerà con una seduta mattutina al "Desiderio" di Pregiato e nella mattinata di domani partirà alla volta della Sicilia. Mano pesante della giustizia sportiva, intanto, che ha sanzionato la società metelliana con 1500 euro di multa e la diffida del "Lamberti", mentre Borrelli è stato squalificato per ben tre giornate per lo schiaffo rifilato ad un calciatore del Rende a gioco fermo.

Nello Bisogno


Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre