Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

CAVESE: Mister Chietti e i suoi ragazzi concentrati sull'Akragas

Aquilotti decisi a riprendere il cammino interrotto domenica scorsa a Ponte - Oggi pomeriggio, ore 15, test amichevole contro la Juniores di Matafora





Giovedì, 26 sett 2013

lacaveseaquilainvolo.com
Allenamento al "Desiderio"
CAVA DE' TIRRENI Archiviata la partita col Torrecuso, la Cavese è già rivolta coi pensieri al prossimo turno di campionato. L'imprevisto stop dell' "Ocone" non cambia i programmi societari, che sono quelli di raggiungere il prima possibile la quota salvezza, anche se la sconfitta brucia ancora per come maturata. Una sconfitta arrivata al termine di una gara avuta sempre in pugno dalla Cavese, nonostante le assenze di giocatori importanti e al fatto di avere tanti under in panchina. Stop, tralaltro, che ha scatenato la protesta di uno sparuto gruppo di tifosi scaturita proprio dal fatto che la Cavese ha la cosiddetta "coperta corta", cioè la mancanza di validi sostituti, nei specifici ruoli, di alcuni titolari; ma di questo la società ne è al corrente e si spera prenda provvedimenti il prima possibile. Ad ogni modo, mister Chietti e la sua Cavese sono gia rivolti coi pensieri all'Akragas, ...
prossimo avversario domenica prossima al"Lamberti". Già martedì pomeriggio, infatti, alla ripresa della preparazione al "Desiderio" di Pregiato mister Chietti  ha iniziato a caricare i suoi ragazzi, apparsi concentrati e intenzionati a riprendere la marcia interrotta.

Sereno il trainer aquilotto che sdramatizza  : "Dobbiamo stare tranquilli ed essere vicino ai ragazzi che la domenica danno sempre il massimo; come non dovevamo esaltarci prima per il primato allo stesso modo non dobbiamo deprimerci ora per la sconfitta, dobbiamo reagire, senza avere paura, giá da domenica prossima. Io confido molto nei miei ragazzi."                                                                                                                                                                                                                         
Partitella in famiglia al "Desiderio"
Voltare pagina, dunque, e pensare a domenica prossima quando al "Lamberti" arriverà la squadra agrigentina che due anni or sono capitoló proprio a danno degli aquilotti, che nella strepitosa finalissima del 17 giugno 2012 dell' "Esseneto" e con la denominazione di Città de la Cava, conquistarono (grazie anche alla follia e alla passione del quartetto dirigenziale Paolillo-Magliano-Di Marino-Di Salvio) dopo un solo un'anno di Eccellenza la serie D, riaffaciandosi nel calcio d'oltre regione dopo l'ecatombe che nel 2010/11 estromise la Cavese dal professionismo e dal calcio in generale. Conquista mantenuta con altrettanti sacrifici e passione dall'attuale dirigenza. "Ma tutto questo molti l'hanno già dimenticato!" Un bigh match che si riproporrà domenica e che sarà rivissuto con passione dai pochi intimi presenti quel giorno ad Agrigento, ma soprattutto dall'ossatura storica della squadra, Manzi, Lordi e capitan De Rosa, quet'ultimo matador con un penalty a 10 minuti dalla fine che infranse i sogni di gloria dell'Akragas. Ieri, intanto, la Cavese ha svolto una doppia seduta, in mattinata palestra e nel pomeriggio allenamento al "Desiderio" mentre oggi, invece, giocherà il consueto test infrasettimanale contro la Juniores di Matafora al campo sportivo di pregiato. Gli aquilotti si preparano al meglio per riprendere il cammino interrotto domenica scorsa a Ponte.

Nello Bisogno                                                                                                                                




Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre