Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Chietti show alla festa del "Lamberti" - CAVESE-Cava Sviluppo 5-4


Superlativa prestazione del mister aquilotto, autore di un fantastico poker - Ottima la prova di Vincenzo De Luca, tornato grande al "Lamberti"

 

Cosi il presidente Manna al termine della sfida: "Vogliamo portare già dal prossimo anno la Cavese nel calcio che conta. Stiamo lavorando anche per rirpendere la denominazione storica di SS Cavese 1919"


Il vice sindaco Del Vechhio: "C'è la massima disponibilità per quanto riguarda la questione degli impianti. Ci stiamo adoperando anche per la questione della demominazione storica". 




Mercoledì, 15 mag 2013

mister Chietti
CAVA DE' TIRRENI - Grande festa tra la Cavese e il club Cava Sviluppo allo stadio “Simonetta Lamberti”, con spettacolo e divertimento che non sono mancati nemmeno in questa occasione. Si affrontavano, come già preannunciato nei giorni scorsi, la selezione degli imprenditori aderenti al consorzio, e la squadra dei dirigenti metelliani, (rinforzata da alcuni giocatori), schieratasi in completo bianco. Nella formazione della Cavese, che ha vinto 5-4, si è messo in evidenza l’allenatore Francesco Chietti, autore di uno spettacolare poker: l’ex calciatore di Nocerina, Casertana e Juve Stabia ha dimostrato di non aver ancora perso confidenza con la sfera e di avere ancora il palese fiuto per il gol. In campo tra i dirigenti anche i calciatori De Luca, autore di splendidi interventi nel primo tempo, Mariano Manna, che ha ottimamente giocato sulla destra, Zolfo, autore della prima rete, e 

Cavese-Cava Sviluppo
l’attaccante Salvatore Russo. In campo, per la Cavese, ovviamente anche il presidente Salvatore Manna che ha giocato con il numero 10 e la fascia di capitano, il dg Sergio Russo e il figlio di quest’ultimo, Davide. Ma alla partita hanno partecipato, per la Cavese, un pò tutti: dal preparatore atletico Giovanni D'apice al magazziniere Antonio Ferrara, come dal massaggiatore Davide Bisogno e agli altri soci metelliani di cui non conosciamo i nomi. Tra la formazione degli imprenditori, schierata in maglia gialla, hanno giocato il portiere D’Amico e il difensore Ciro Manzi che ha segnato anche una delle quattro reti messe a segno da Cava Sviluppo. Alla manifestazione erano presenti anche il vicesindaco di Cava Giovanni Del Vecchio e l’allenatore Pietro Santin, mentre il sindaco Galdi, che era atteso allo stadio, non è stato visto.

presidente Manna
Dunque non sono mancati divertimento e gol sul terreno di gioco, ma il motivo più interessante si è avuto in coda alla partita stessa, quando negli spogliatoi del “Simonetta Lamberti” il presidente Manna ha tenuto un discorso con il quale ha ribadito tutta
l’intenzione, da parte della società, di costruire una Cavese da primato per il prossimo campionato e tornare nel calcio che conta. Qualche tifoso presente invece, ha fatto sapere che si spera di rivedere il nome storico della SS Cavese 1919 al più presto al posto di quello attuale di Pro Cavese, pur sapendo che l’iter non è tanto semplice. Il vicesindaco Del Vecchio, al quale l'associazione Cava Sviluppo ha donato una maglia biancoblù con su scritto “Cava Sviluppo”, ha elogiato l'operato della società di patron Manna e ha commentato favorevolmente il desiderio della società biancoblù di poter utilizzare gli impianti cittadini per assecondare lo sviluppo del settore giovanile:


Manna e il vice sindaco Del Vecchio
Cava ha dei trascorsi calcistici, c’è una società che vuole seriamente programmare una stagione importante. Ho parlato con i dirigenti del settore giovanile e ho detto loro che c’è la massima disponibilità perché hanno intenzione di fare cose importanti per la Juniores. Mi hanno parlato di un’esigenza molto forte che è quella della disponibilità dei campi, quindi ci siamo promessi di rincontrarci al più presto. Per quanto riguarda invece la Cavese 1919 - continua il vice sindaco - l’amministrazione ha fatto un ricorso di fallimento, c’è una causa per il titolo della Cavese 1919, e ho detto al direttore e il presidente che mi informerò sullo stato della causa e ci informeremo anche con i loro legali per vedere se ci sarà la possibilità di riportare questo titolo, che mi fa venire in mente il magico ricordo di Milan-Cavese. Speriamo si possa tornare a sognare come una volta”. 


Al termine del discorso il presidente Manna e il presidente di Cava Sviluppo hanno stappato lo spumante, non risparmiando neanche un gavettone agli invitati, seguito dal taglio di una torta di colore blu con al centro il disegno dell’aquilotto e del 1919, di cui tutti i presenti ne hanno avuto un pezzo. In pratica un buffet per festeggiare la salvezza degli aquilotti, ma soprattutto un rinfresco augurale, affinché il connubio tra la Cavese e Cava Sviluppo, (l'associazione degli imprenditori cavesi), possa esserci e sia proficuo per il futuro.

Nello Bisogno

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre