Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

VINCE ANCORA E VOLA LA NUOVA CAVESE: GLI AQUILOTTI BATTONO I GIALLOBLU' DI MISTER TRALLO

Cava 1394 vs Audace Cerignola finisce 2-1; del cavese doc Claudio De Rosa il gol partita.  


Così il capitano: "Dedico il gol e la vittoria a mia madre che non c'è più, ed anche agli ultras che per il momento hanno deciso di non seguirci, noi vinciamo anche per loro. A Cerignola andiamo comunque per vincere".


PIETROPINTO:  "Questa è una squadra che ha un cuore che batte e anche oggi l'abbiamo dimostrato. Bene tutti e un plauso a coloro che hanno sostituito gli squalificati". 





Lunedì 04 giugno 2012
CAVA DE' TIRRENI - L'avevano promesso, alla vigilia gli aquilotti, che nonostante le importanti assenze di ben sei titolari, avrebbero venduto cara la pelle e che sarebbero scesi in campo solo per vincere. Promessa mantenuta, con una splendida vittoria a coronamento di una brillante prestazione; alla squadra CAVESE mancavano sei giocatori, ma sicuramente non il coraggio. Gli aquilotti chiamati da mister Pietropinto, ancora lontano dalla panchina per squalifica, a sostituire i giocatori biancoblù squalificati, hanno fatto a pieno il proprio dovere senza alcun timore. Seppur il Cerignola partisse avvantaggiato non ha mai rappresentato un reale pericolo per il Cava, tranne le due occasioni capitate a Di Pinto nella bagarre finale e in pieno recupero sventate da Adinolfi. La squadra di mister Trallo infatti, trova il gol solo su calcio da fermo grazie anche all'assenza dei saltatori biancoblù Manzi e Calabrese; i pugliesi hanno patito il caldo, forse, più degli aquilotti, giocando a sprazzi e con evidente remore reverenziale al cospetto di una squadra CAVESE più tonica, ben disposta in campo e con la determinazione della grande squadra.

LA CRONACA

Claudio De Rosa
Partono bene gli aquilotti, che si approcciano alla gara col piglio giusto rendendosi pericolosi subito al 5° con una triangolazione Trapani-Marrandino-C. De Rosa con quest'ultimo che mette fuori. Una partenza che non lascia presagire a quello che di li a poco sarebbe successo. Al  9° Papagno batte un calcio d’angolo teso per la testa del difensore centrale Colangione, spintosi per l'occasione in attacco, che mette in gol nonostante il tentativo di parata di Adinolfi. Non si abbatte il Cava, che reagisce e parte a testa bassa alla ricerca del pari. Sale in cattedra Fausto Piccirillo, sacrificatosi fino a quel momento in una posizione più arretrata, ampliando il proprio raggio d’azione mettendo in crisi i mediani cerignolani che vanno in difficoltà nel contenerlo. Al 12° il furetto biancoblù involatosi sulla destra smarca in profondità Claudio De Rosa che va al tiro parato da Vurchio. Due minuti dopo, al 14°,  è Claudio De Rosa che crossa per  Piccirillo che tira alto. Al 15° è Balzamo che mette a lato.  


Alessandro Lupico
Il gol arriva al 19°, e passa, al solito, per i piedi di  De Rosa che s'invola sulla sinistra superando Colucci e  crossa al centro per Lupico che di testa sigla il gol del pareggio. Intorno alla mezz'ora, al 33°, i cerignolani hanno un occasione con Colucci  che impegna Adinolfi.  Il Cerignola in evidente difficoltà, concede qualcosa di troppo in difesa. Al 36° infatti,  il direttore di gara concede una punizione dal limite per fallo di Malerba su Balzamo,  che il capitano  Claudio De Rosa mette nel sette siglando così il gol del 2-1, Esplode il “Simonetta Lamberti” con i circa 1300 presenti in festa. Tre minuti più tardi è ancora De Rosa che va vicino al terzo gol, con un tiro al 39° che costringe Vurchio alla respinta. I cerignolani, approfittando del fatto che gli aquilotti tirano un pò i remi in barca, trovano la forza di reagire e al 41’ Maffucci impegna Adinolfi in presa. Nella ripresa si gioca di meno, con il Cava che amministra il vantaggio cercando soprattutto di colpire in contropiede. Al 53° in una rapida azione di contropiede infatti, la squadra CAVESE va al tiro con Lupico respinto dalla difesa, sul pallone si avventa e tira Balzamo ma Vurchio respinge. Non sortiscono gli effetti sperati i cambi effetuati da mister Trallo, con la gara che scivola via con la situazione di vantaggio per la NUOVA CAVESE, che rischia però in pieno recupero con due palle gol capitate a Di Pinto, che ipegna  Adinolfi risultando determinante. Dopo 5 minuti di recupero il direttore di gara fischia la fine dell'incontro, con il Cava che può festeggiare. L'attacco a "mitraglia" degli artiglieri bleufoncè sono andati ancora a bersaglio. L'appuntamento è ora fra tre giorni,  mercoledì 06, per la gara di ritorno al “Monterisi”di Cerignola , dove per i giocatori dello "stregone" sarà tutt’altro che una passeggiata, e nel quale troveranno sicuramente un ambiente infuocato.


Nello Bisogno


LE INTERVISTE

Claudio De Rosa, match winner, dice: "Il gol lo dedico, come sempre, a mia madre, che purtroppo non c’è più, ma voglio dedicarlo anche a una persona importante che ha cambiato la mia vita, che è la mia fidanzata. Personalmente non temevo tutte le assenze, sapevo chi andava in campo e sapevo che cosa ci avrebbero potuto dare. Mercoledì rientrano tutti, e andremo lì a fare la nostra partita, comunque sempre per vincere. So che molti ultras hanno deciso di non seguirci, ma se andremo avanti saremo tutti sulla stessa barca e il gol lo dedico anche a loro"..... 


Mario Pietropinto, soprannominato “lo Stregone di Eboli”, dichiara:  "Non ci sono formule magiche: i giocatori erano straconvinti di quello che facevano. Ho sempre detto – spiega il tecnico – che questa squadra ha un cuore che batte. La sorpresa è per voi giornalisti avete trovato una squadra tatticamente ben messa, fin quando le forze hanno retto. Non posso fare altro che elogiare la squadra perché ha creato quattro o cinque palle gol per segnare".

.......a breve tutte Le videointerviste di fine partita

Nessun commento:

Posta un commento

I più letti di sempre