Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, al "Morra" vittoria per la fuga: Criniti stende la Gelbison al 93°

Il derby con i cilentani finisce 1-2 in favore dei blufoncè - In vantaggio con D'Anna, i metelliani si fanno raggiungere con un goal dell'ex Giordano, poi Criniti piazza il colpo del k.o. in pieno recupero - Aquilotti a più 4 dalle inseguitrici



Gelbison-Cavese 1-2 - scelta campo (@foto di R. Adinolfi)
CAVA DE' TIRRENI - (servizio di Aniello Bisogno, tabellino curato e redatto da Paola Arena foto R. Adinolfi) - Terzo successo consecutivo per la Cavese di Aldo Papagni. Contro la Gelbison porta bene il turno infrasettimanale per gli aquilotti, che li ha visti vincenti sul difficile terreno del “Giovanni Morra” di Vallo della Lucania.  Una vittoria sofferta e maturata nei minuti dell’extra time grazie alla rete messa a segno da Criniti quando mancavano 2 minuti al termine dei 4 di recupero concessi dal sig. Mastrogiuseppe di Sulmona. Un risultato che consente alla squadra metelliana di consolidare la leadership del torneo e tentare la fuga verso la Lega Pro. 

Fischio d'inizio - (@foto di R. Adinolfi)
LA CRONACA -  Nel primo tempo la Cavese si approccia col piglio giusto alla gara, anche se i padroni di casa si presentano per prima in zona tiro. Al 5°, infatti, su azione d’angolo la Gelbison prova a rendersi pericolosa con un tiro di De Sio parato a terra da Conti. Passano pochi minuti e la Cavese prende il sopravvento sulla squadra rossoblù. Al 7° la Cavese si porta al tiro co n Varriale al termine di un’azione di contropiede, ma la palla si perde sopra la traversa. Passano pochi minuti e D’Anna inizia le prove genarli al goal: al 12°, infatti, D’Ancora con un lungo lancio serve Varriale che di prima intenzione gira al centro per D’Anna che conclude a rete, ma la palla finisce sull’esterno della rete. Al 19° D’Anna batte una punizione che D’Agostino respinge di pugno. La Cavese spinge e al 20° sfiora la marcatura con Varriale che, su cross di Padovano dalla destra, esalta i riflessi dell’estremo vallese che devia in angolo la sfera. 

La rete di D'Anna - (@foto di R. Adinolfi)
La Gelbison si rivede dalle parti di Conti al 26° con una punizione di Pecora deviata sul palo interno della porta aquilotta da Mansi, la palla danza pericolosamente sulla linea di porta, poi lo stesso Mansi sbarazza e libera la propria area. Passato lo spauracchio la Cavese riprende a macinare gioco e al 33° passa in vantaggio: D’Ancora con un lungo lancio serve criniti che gira la sfera per Varriale, che a sua volta fa sponda per D’Anna che all’altezza del dischetto con un tiro a giro insacca per lo 0-1.  Al 38° i padroni di casa recuperano palla su Di Deo con Torraca, il quale impegna Conti con un diagonale. Dopo due minuti di recupero, la prima frazione di gioco si conclude con il legittimo vantaggio dei metelliani. 

La rete del 1-2 di Criniti - (@foto di R. Adinolfi)
Nella ripresa i padroni di casa entrano in campo decisi e pareggiano subito le sorti dell’incontro. Al 1° minuto di gioco, infatti, su tiro dalla bandierina Giordano segna il goal dell’ex e fa 1-1. Dopo il pareggio dei padroni di casa la gara cala d’intensità, anche se sono gli aquilotti che tentano con più convinzione la via della rete. Al 68° la Cavese se ne va in contropiede e si porta al cross con Varriale per Improta, che a sua volta fa velo per Criniti che calcia a rete a botta sicura, D’Agostino respinge di piede in angolo la sfera. All'83° De Rosa, entrato in campo da pochi minuti, batte un calcio d’angolo per Varriale che sotto porta mette sul fondo la sfera. Pochi minuti dopo sono i padroni di casa che sciupano una chiara occasione da goal: all’86° la Gelbison scatta in contropiede con Passaro che una volta sulla tre quarti destra effettua un cross per Mejri che tutto solo cincischia e cicca la conclusione. A goal mancato goal subito, anche questa volta la legge del calcio è spietata. Al 93°, in pieno recupero, la Cavese piazza il colpo del k.o. Donnarumma effettua una rimessa laterale con un lungo lancio, la sfera, deviata di testa da Varriale, giunge a Criniti che con un tiro al volo di sinistro insacca per il 2-1 in favore degli aquilotti. Finisce qui il derby con i rossoblù cilentani: allo scadere esatto del 94° il direttore di gara comanda la fine del match. La Cavese vince e mantiene inalterata la distanza dal Siracusa e allunga ulteriormente sulla Frattese, Ce poco tempo per gioire, però, fra quattro giorni gli aquilotti saranno di nuovo in campo per affrontare al “Lamberti” la compagine siciliana del Due Torri.  

Nello Bisogno


IL TABELLINO di Gelbison 1 - Cavese 2 (a cura di Paola Arena)

GELBISON (4-3-3): D'Agostino; Consiglio, Caso, Giordano, Marmoro; Pecora (62° Santonicola), Cammarota, De Sio; Napolitano (71° Mejri), Torraca, Muro (58° Passaro). A disposizione: Novelli, Parisi, Monzo, Manzillo, Iorio e De Luca. Allenatore: Egidio Pirozzi.

CAVESE (3-4-1-2): Conti; Mansi, Sicignano, Sabatucci (78° De Rosa); Padovano, Di Deo (60° Improta), D'Ancora, Criniti; Ausiello; D'Anna (49° Donnarumma), Varriale. A disposizione: Cirillo, Cicerelli,Leone, Proia, Ricciardi e Puntoriere. Allenatore: Aldo Papagni.

Arbitro: Mastrogiuseppe di Sulmona.

RETI: 33° D'Anna (C), 46° Giordano (G), 92° Criniti (C).

NOTE: cielo nuvoloso, campo in buone condizioni, spettatori circa 300. Ammoniti D'Ancora, Ausiello, Criniti e Sicignano (C), Cammarota, De Sio, Torraca (G). Corner 6-5 per il Gelbison. Recupero: 2' pt - 4'st. 

Cavese, vittoria in rimonta e primato: contro il Noto finisce 2-1

In svantaggio con un goal di Butera, gli aquilotti pareggiano con De Rosa su rigore e poi con un eurogol di D'Ancora volano al primo posto in classifica





Domenica, 07/02/2016
Cavese-Noto, formazione iniziale - (@foto di P. Arena e R. Adinolfi)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno – tabellino e foto a cura di Paola Arena e Raffaele Adinolfi) – Ancora tre punti e primato riconquistato per la Cavese del nuovo corso di Aldo Papagni. Senza brillare e nel surreale silenzio del “Lamberti” i metelliani in rimonta hanno ragione di un ben organizzato Noto, ottimamente disposto in campo da mister Cacciola, ottenendo tre punti che, anche grazie al turno di riposo della Frattese, consente alla squadra metelliana di volare in solitudine, ma momentaneamente, in testa alla classifica.
Scelta campo - (@foto di P. Arena e R. Adinolfi)
LA CRONACA – Nel primo tempo gli ospiti sono bravi ad imbrigliare sul nascere la manovra offensiva della Cavese e giocano in scioltezza creando non pochi grattacapi agli uomini di Papagni. Al 4° sono proprio i siciliani a calciare a rete per prima con una punizione di Bertolo, ma la palla esce al lato della porta difesa da Conti. La Cavese si fa notare con un velleitario tiro di D’ancora al 15°, con palla che esce alta sulla trasversale. La gara procede a ritmi blandi ma con leggera supremazia territoriale da parte degli ospiti.  Predominio che li porta poi al vantaggio. Al 21°, infatti, su azione di rimessa laterale Butera effettua un tiro cross che, sotto gli occhi di un attonito Conti, s’insacca nel sette alla destra del portiere metelliano per il momentaneo 0-1. Il Noto prova a raddoppiare due minuti più tardi: Cozza batte un corner per la testa di Bertolo che sotto porta colpisce a rete, ma Conti con un colpo di reni vola e devia in angolo la sfera. La Cavese si rifà vedere dalle parti

Cavese, scacco alla Reggina: al "Granillo" i primi tre punti dell'era Papagni

Con un'autorete di De Bode e il goal di Criniti la Cavese stende la Reggio Calabria - Aquilotti secondi a due lunghezze di distanza dalla Frattese





R.Calabria-Cavese, tifosi al "Granillo"
(foto tratta dalla pagina Fb della Cavese Calcio)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno - Tab. a cura di P. Arena) - Debutto vincente per mister Papagni, subentrato 7 giorni fa sulla panchina blufoncè al posto di Emilio Longo. Con gli stessi uomini, ma con dei piccoli ritocchi e un riassetto tattico, il tecnico di Bisceglie raccoglie in trasferta i primi tre punti della sua gestione. Sul terreno del “Granillo”, infatti, la Cavese si impone sulla Reggio Calabria con il classico punteggio all’inglese, battendola per 2-0. Rinvigoriti nello spirito e disposti in campo con l’inedito 3-4-3, gli aquilotti tornano alla vittoria e fanno vedere ottime trame di gioco, divertendo i circa 300 supporters al seguito della squadra, e i tanti tifosi che hanno seguito la partita da casa e in diretta televisiva . 

LA CRONACA – La cavese si approccia con la mentalità giusta alla gara, e nel primo tempo si rende da subito pericolosa al 2° minuto di gioco con una travolgente percussione di Criniti, la difesa locale si salva con De Bode che mette in angolo la sfera. Passano pochi minuti e al 7° De Rosa batte magistralmente una punizione delle sue, ma il portiere reggino si salva in angolo con l’ausilio del palo. In campo è solo Cavese, che spinge sempre più alla ricerca del goal. Rete che arriva al 13° su rapida azione di contropiede: Sicignano, con un lungo lancio dalle retrovie, serve Donnarumma che s’invola verso l’area avversaria e,

Cavese, black out e silenzio stampa: gli aquilotti non vanno oltre l'1-1 contro l'Agropoli

Cilentani in vantaggio per primi con Melis, poi De Rosa pareggia a sette minuti dalla fine - Squadra e società contestata a fine gara: la tifoseria chiede la testa di Longo





Cavese-Agropoli, inizio gara - (@foto di R. Afinolfi)
CAVA DE’ TIRRENI - (servizio di Nello Bisogno - tabellino e foto a cura di Paola Arena e Raffaele Adinolfi) - Vincere contro i delfini ed approfittare di un eventuale passo falso di Siracusa o Frattese, oggi impegnate nel big match di giornata per lo scontro diretto al vertice, questo l’obbiettivo della Cavese. Alla fine dei 90 e passa minuti di gioco, però, delusione e contestazione colorano un derby giocato senza grinta e senza cuore dall’undici di Longo, contro un Agropoli confermatosi anche oggi bestia nera dei metelliani. 

LA CRONACA – Copione standard per la Cavese, che nel primo tempo gioca male e senza idee, facendosi mettere sotto dai giovani dell’Agropoli, tatticamente meglio disposti in campo dall’esperto Santosuosso. Già al 5° di gioco gli ospiti si portano al tiro con l’ex di turno Bongermino, ma la palla finisce alta sulla traversa. La prima azione degna di nota della Cavese la registriamo al 17°, quando Ausiello serve Proia che con una mezza girata calcia a rete, la palla però finisce di poco al lato. Gli ospiti giocano meglio e attaccano con grinta i padroni di casa: al 26°, su rinvio errato di Donnarumma,

Cavese, scacco alla Palmese: 0-1 nel fango del "San Giorgio"

Conti para il terzo rigore stagionale - Di Criniti la palla che vale il match point, ma la vittoria non basta per tornare in vetta



Palmese-Cavese 0-1, il rigore parato da Conti
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Aniello Bisogno) - La Cavese torna alla vittoria dopo la brutta battuta d’arresto casalinga contro lo Scordia. Un successo che arriva in trasferta contro la Palmese e che, ancora una volta, lo ha ottenuto al termine di una brutta prestazione. Gli aquilotti battono i padroni di casa con un goal di scarto, ma la vittoria non basta per ritornare in vetta alla classifica: Frattese e Siracusa, entrambe vincenti, non mollano. LA CRONACA - C’è poco da raccontare sulla gara andata in scena al “San Giorgio” di Palmi. Due lampi, uno per tempo, infatti, illuminano una gara noiosa e priva di emozioni. Al 18° Fabio, per i locali, con un tiro cross e con l’aiuto del vento costringe Conti alla respinta in angolo. Al 42° il primo lampo della partita: su rapida azione di rimessa Ausiello lancia per Criniti che dal limite sorprende Barillà con un pallonetto e segna la rete dello 0-1 che vale, poi, anche i tre punti per la Cavese. Tutta qui la prima frazione di gioco.

 Non meglio nella ripresa. Al 54° il secondo lampo della partita: il direttore di gara concede un rigore alla Palmese per un fallo in area causato da D’Ancora. Dagli 11 metri tira Fabio che si fa ipnotizzare da Conti, il quale para il terzo rigore stagionale e salva il risultato per la Cavese. Giusto per non essere troppo “avari” di notizie, o meglio troppo critici nei confronti degli aquilotti, riportiamo ancora due azioni a favore dei metelliani. D’Ancora prima e Varriale poi potrebbero raddoppiare, ma gli avanti aquilotti oggi non sono in giornata.  Al 60° Donnarumma serve un pallone d’oro a D’Ancora che,

Cavese, non C siamo: sul proprio terreno solo un pari contro lo Scordia

Gli aquilotti, oggi in giornata no, pareggiano per 2-2 contro i siciliani - Per due volte in vantaggio con una doppietta di De Rosa, i metelliani vengono raggiunti con i goal di Simonetti e Provenzano - Mister Longo rammaricato: "Abbiamo sciupato un'occasione per allungare sulle concorrenti"




Cavese-Scordia, inizio gara - (@foto di Paola Arena)
CAVA DE’ TIRRENI(servizio di Aniello Bisogno – foto e tabellino a cura di Paola Arena)Occasione persa per la Cavese che non riesce ad allungare sul Siracusa, fermo per riposo settimanale, e sulla Frattese, addirittura corsara a Rende e che a sua volta allunga su metelliani e aretusei. Contro il Città di Scordia, penultimo in classifica, la Cavese riesce a complicarsi la vita perdendo la testa e (nuovamente) la vetta della classifica. Mister Longo ripropone la squadra con il 4-4-2, schierando in attacco De Rosa, oggi autore di una doppietta, e Improta, ancora a secco e un incognita per l’attacco metelliano.

LA CRONACA – Nel primo tempo, dopo in timido tentativo di Mansi su corner di De Rosa al 5°, la gara procede a ritmi blandi e priva di emozioni fino al 22°, quando la partita si sbocca a favore degli aquilotti. Su azione manovrata Di Deo fa sponda per De Rosa, che ben appostato in area insacca la palla dell’1-0. Sulle ali dell’entusiasmo la Cavese affonda

Cavese-Gragnano, il derby in sala stampa al termine della gara

Mister Longo: "Abbiamo dimostrato di voler vincere questo gran premio"

Mister Coppola: "Abbiamo giocato bene, ma nel calcio contano i punti. Siamo tutti rammaricati per l'esito finale della gara"




 Giovedì, 07 gen 2016
Emilio Longo
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Paola Arena) - La Cavese bagna con la vittoria e la riconquista del primato il nuovo anno: al “San Michele” di Gragnano, batte i gialloblù locali allenati da mister Coppola. Mister Emilio Longo rivoluziona l’assetto tattico della squadra, indovinado alcune scelte operate, e schiera la formazione con D’Ancora esterno destro basso e, in particolare, con Improta attaccante esterno sinistro. Ecco il giudizio che il mister dà nel commentare il risultato e la partita con con la stampa a fine gara:  “Do un giudizio importante a questa partita sotto l’aspetto mentale, comportamentale e agonistico della squadra. Abbiamo dimostrato che la Cavese ha voglia di intraprendere questo gran premio di motociclismo e cercare di sorpassare gli altri. Non era facile per tante motivazioni: ci sono state delle assenze, e allora la squadra è stata risistemata dopo il pranzo delle ore 11. Comunque chi è andato in campo in posizione

Cavese, gli aquilotti artigliano il Gragnano: al "San Michele" finisce 1-2 per i biancoblu

Tutti nel primo tempo i goal: apre le danze Di Deo, poi Foggia  pareggia -  Di capitan De Rosa la rete del match point - Grande fair play sugli spalti



Mercoledì, 06 gen 2015

Gragnano-Cavese, schieramento iniziale - (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI(servizio di Aniello Bisogno - tabellino a cura di Paola Arena) - Inizia bene il nuovo anno per la Cavese, corsara sul terreno del “San Michele” contro il Gragnano. Gli uomini di mister Longo riconquistano la vetta della classifica, anche se in condominio con la Frattese, dopo averla persa proprio contro i nero verdi di Frattamaggiore prima della sosta. Mister Longo rivoluziona l’assetto tattico della squadra, avvalendosi anche dei nuovi arrivati Improta e Ricciardi.

LA CRONACA - Il primo tempo della gara inizia a ritmi blandi, con i padroni di casa che operano maggior possesso palla. Il primo squillo della partita arriva al 17° ed è subito goal per la Cavese. Improta guadagna una punizione sul vertice sinistro: alla battuta va De Rosa che crossa per la testa di Di Deo che sotto porta insacca la palla dello 0-1. La risposta dei padroni di casa arriva, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, al 23° con un timido tentativo in rovesciata di Foggia: la palla esce alta oltre la traversa. Passano due minuti (25°) e Carfora con un diagonale impegna Conti che si rifugia in angolo. I padroni di casa prendono coraggio e,

Cavese, anche la Frattese cala il tris e affonda gli aquilotti: 3-1 il finale del "Ianniello"

I metelliani perdono il derby con i nerostellati e chiudono al terzo posto il girone d'andata - Con una doppietta di Marotta e un goal di Longo in pieno recupero la Frattese stende la squadra biancoblu - Il solito De Rosa su rigore dimezza il passivo per la Cavese


Domenica, 20 dic 2015
Frattese-Cavese, inizio gara - (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI - (servizio di Nello Bisogno - tabellino a cura di Paola Arena) - Riconquistato il primo posto contro la Vibonese, per l’ultima partita dell’anno e del girone d'andata la Cavese affrontava nel derby campano la Frattese di mister Liquidato. Contro i nero stellati di Frattamaggiore i metelliani volevano chiudere col botto l’anno in corso, confermandosi capolista al giro di boa.  Fatto sta che con un netto 3-1 il botto lo hanno fatto gli uomini di mister Liquidato, che in un sol colpo hanno agganciato e, per effetto dello scontro diretto vinto, superato gli aquilotti in classifica. Va al Siracusa lo scettro di campioni d'inverno. Ora c'è la sosta di Natale poi alla ripresa del torneo, nel nuovo anno che verrà, per la Cavese ci sarà la difficile sfida in trasferta contro il Gragnano. Match che inaugura un girone di ritorno più morbido per i metelliani, dato che giocheranno in casa gli scontri diretti e le gare più difficili: ma se vuole vincere il campionato, questa Cavese a "corrente alternata" bisogna che cambi rotta e mentalità!

Frattese-Cavese, fischio d'inizio - (@foto di N. Bisogno)
Nel primo tempo i padroni di casa partono subito sul pezzo e al 2° giro di lancette sono già in vantaggio. Celiento se ne va sulla sinistra e crossa per Marotta che, su svarione della difesa metelliana, insacca per l’1-0. La Cavese risponde e potrebbe pareggiare subito al 5° con Giannattasio che, su azione di contropiede, a entra in area dalla sinistra, ma la sua conclusione finisce di poco a lato. Al 10° è la Frattese che su azione di rimessa si riporta in area aquilotta: Della Monica con un cross in area serve Liccardo che sotto porta spedisce sul fondo la sfera. Padroni di casa che si ripetono ancora al 19° con un tiro di Liccardo. Due minuti dopo i nero stellati sfiorano la seconda rete con Celiento che costringe Conti alla deviazione in angolo. La Cavese cerca di reagire e su azione di contropiede, al 24° si porta al tiro con De Rosa, facile però la parata di Rinaldi. Aquilotti che si portano ancora al tiro

Cavese, gli aquilotti volano di nuovo in vetta: contro la Vibonese finisce 2-1

Metelliani in goal con De Rosa e Sabatucci - Di Allegretti la rete per i rossoblu di mister De Maria - Domenica prossima ultima gara del girone d'andata contro la Frattese, poi c'è la sosta di Natale




Cavese-Vibonese, inizio gara - (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno - tabellino a cura di Paola Arena) - La Cavese torna in vetta alla classifica giocando la più bella partita dall’inizio del torneo. Non era facile riprendersi dopo la scoppola di Siracusa, ma contro la Vibonese di mister Di Maria la Cavese per la prima volta dimostra di essere una squadra da vertice, chiudendo i conti nella prima frazione di gioco ed amministrando in scioltezza il doppio vantaggio nella ripresa. Domenica prossima la truppa di mister Longo affronterà nell’ultima gara dell’anno, e che chiude anche il girone d’andata, un'altra corazzata: la Frattese, terza forza del torneo. La Cavese proverà a chiudere col botto il 2015, poi ci sarà la sosta di Natale.

I più letti di sempre