Copyright © 2013 - Supplemento al Corriere del Pallone, Testata giornalistica Aut.Trib.di Napoli n° 5020 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n° 10907

Traduci contenuto sito - Translate Site Content

Cavese, al "Ianniello" perde nervi e match: in 8 contro 11 gli aquilotti capitolano per 1-0

Partenopei in paradiso con un goal di Conte al 26° - Espulsi Migliaccio, per doppia ammonizione, e Parenti e Ciarcià con rosso diretto. La speranza di accedere in Lega Pro ora resta ancorato ad un possibile ripescaggio



Frattese-Cavese - Inizio gara
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) - Dopo due turni di riposo, il primo dovuto alla sosta per il Torneo di Viareggio e il secondo, quello forzato di domenica scorsa contro la Due Torri, la Cavese riprende confidenza con il calcio giocato con il derby in trasferta contro la Frattese. I metelliani, distanziati a più 4 in vetta alla classifica dalla Sicula Leonzio, che ha anche una gara da recuperare contro il Sersale, scendono in campo consapevoli che l’unico obiettivo è quello della vittoria. Risultato, per altro, che la Cavese deve centrare tutte le domeniche fino alla fine del torneo per sperare a una ormai utopistica promozione diretta: ovviamente sperando che la Sicula Leonzio inciampi strada facendo. Assente la tifoseria metelliana, rimasta a casa per protesta: i tifosi cavesi, infatti, hanno ritenuto ingiusto e offensivo la decisione di mettere a loro disposizione solo 130 tagliandi. Nel settore ospiti solo pochi aficionados hanno occupato gli spalti, identificabili con una conta sulle dita della mano.  
LA CRONACA – Mister Emilio Longo schiera lo stesso undici impiegato contro il Gragnano, con le uniche varianti di Giglio al posto dello squalificato Gabrielloni e di Bellante al posto di Felleca, preferito per motivi tecnici a quest'ultimo. La prima parte della gara scivola via con una leggera supremazia dei padroni di casa, che vanno al riposo con il minimo vantaggio per opera di Conte. Dopo una breve fase di studio sono i padroni a farsi vedere per prima dalle parti di Conti: al 7° il numero uno metelliano

Cavese, stop ai sogni di gloria: il Sicula Leonzio si conferma leader del torneo

Il primato si allontana: In un "Simonetta Lamberti" gremito come ai vecchi tempi, i siciliani rifilano due goal agli aquilotti e mettono una seria ipoteca sull'esito finale del campionato



Domenica, 26 feb 2017
Cavese.Leonzio, inizio gara - (© foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) - Simonetta Lamberti ai fasti di una volta: per il tanto atteso match al vertice tra Cavese e Leonzio la città risponde. Il pubblico delle grandi occasioni gremisce gli spalti del comunale, ma alla fine della contesa a sorridere sono solo gli ospiti che con un secco 2-0 mettono fine ai sogni di gloria degli aquilotti, anche se la matematica ancora non li condanna. Più squadra, bene disposta in campo e cinica al punto giusto, la squadra di mister Cozza porta a casa l’intera posta in palio e si conferma leader indiscussa del girone I della serie D.

LA CRONACA - Ritmo alto e grande agonismo caratterizzano i primissimi minuti della gara. Gli ospiti passano in vantaggio al 10° con Sibilli, abile a sfruttare un errore difensivo dei metelliani. L’attaccante siciliano “uccella” Conti in uscita con un preciso pallonetto: 0-1 e gara in salita per gli aquilotti. Cavese, però, che incassato il goal non demorde e prova a riequilibrare subito le sorti del match. I metelliani, infatti,

Cavese. i metelliani espugnano il "Gobbato": 2-1 in rimonta sul Pomigliano

Partenopei in vantaggio su punizione al 26° pt, poi con un eurogol di Ciarcià e con un goal di Alleruzzo a cinque minuti dal termine affondano il Pomigliano - Domenica prossima il big match con la capolista Leonzio



Pomigliano-Cavese, inizio gara - @foto di Paola Arena
CAVA DE' TIRRENI - (servizio di Raffaele Adinolfi - foto e tabellino a cura di Paola Arena) - La Cavese di mister Longo espugna il Gobbato di Pomigliano e resta e attaccata alla capolista Sicula Leonzio. Una partita importante per gli aquilotti che portano a casa 3 punti pesantissimi  in quel di Pomigliano su un manto erboso ai limiti della praticabilità. 

LA CRONACA - (primo tempo) -La prima azione degna di nota è di marca aquilotta con Celiento che al 14’ calcia dai 16 metri ma la palla è deviata in angolo dai granata. Sul corner successivo stacca di testa Gabrielloni che manda alto.Al 26’ è il Pomigliano a portarsi in vantaggio con Moracci

Cavese, "manita" alla Sancataldese: al "Lamberti" finisce 5-0

Vittoria roboante contro i siciliani di San Cataldo, ma Leonzio e Virtus Igea non mollano - Gabrielloni realizza una tripletta, di Rossi e Felleca gli altri due goal - Esordio fra i pali del cavese Giuseppe D'Amico



Domenica, 12/02/2017
Cavese-Sancataldese, inizio gara - (©foto di Nello Bisogno)
CAVA DE TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) – Una Cavese sorniona, attenta e capace di colpire al momento giusto l’avversario, quella schierata in campo contro la Sancataldese, compagine giunta a Cava per fare la sua onesta partita, schierandosi sulla difensiva sin dai primi minuti. In occasione della gara con i siciliani, la società metelliana ha ospitato la famiglia del piccolo Genny Sorrentino di Pagani, che lotta con la sindrome GDC, (Disturbo Congenito della Glicosilazione). Le cure per questa grave patologia sono molto costose e il papà di Genny, Giuseppe Sorrentino, ha fondato un’associazione volta a raccogliere fondi da devolvere alla ricerca e a tutte le famiglie colpite da questa problematica. Per l’occasione, i calciatori di Cavese e Sancataldese hanno indossato una t-shirt con il logo dell’associazione.  

Il primo goal di Rossi -  (©foto di N. Bisogno)
LA CRONACA - Dopo una breve fase di studio, nel primo tempo i metelliani si portano al tiro con Riccio all’8° che ci prova dal limite, ma il portiere ospite è attento e con prontezza respinge la sfera. Passa solo un minuto e Ciarcià, dopo uno scambio con Rossi su calcio di punizione, piazza di poco alta la palla. La Cavese spinge alla ricerca del goal, la Sancataldese si limita a difendere e a contenere le giocate metelliane. Al 13° Galullo e Rossi, per i padroni di casa, mancano l’appuntamento con la rete: Ciarcià batte una punizione dalla destra, ma un difensore ospite intercetta e mette in angolo la sfera. Al 20° la squadra metelliana fa le prove generali al goal con Celiento che, scattato in contropiede sulla sinistra, una volta al limite si accentra e calcia a rete, ma l’estremo ospite è attento e devia in angolo. Goal che arriva qualche minuto dopo: al 29° su manovra offensiva della Cavese,

Cavese, occasione sciupata: solo un pari contro il Rende

I goal di Gabrielloni e Celiento non bastano per aggiudicarsi il big match - Aquilotti raggiunti due volte da un super Actis Goretta - Domenica derbi contro la Turris


Domenica, 29 gen 2017
Cavese-Rende, inizio gara - (® foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) Per la 21° giornata del girone I di serie D, al “Lamberti” andava in scena il big match di giornata. Cavese e Rende, due delle tre compagini seconde classificate, si affrontavano per un eventuale sorpasso ai danni dell’Igea, oggi sconfitta in trasferta dal Sersale. Fra i due litiganti il terzo gode, però: il Leonzio, l’altra "seconda" del trio, affermandosi in trasferta sul Gragnano è balzato al comando della graduatoria.

LA CRONACA – Prima della partita, è stato osservato un minuto di raccoglimento per le vittime di Rigopiano. Buono l’approccio alla gara per gli uomini di mister Longo, che al 6° vanno subito in goal con Gabrielloni: su azione elaborata dal duo Celiento-Circià, il centravanti metelliano riceve palla che e insacca con un tiro preciso per il momentaneo 1-0. Gli ospiti provano a riequilibrare le sorti dell’incontro al 13° con un tiro dal limite di Modesto, ma la palla leggermente toccata da Actis Goretta finisce

CAVESE, il cuore oltre il pantano: nella risaia del "Lamberti" gli aquilotti affondano la capolista

Di Gabrielloni  al 75 il matchpoint liberatorio: sullo 0-0 annullato un goal regolare a Meloni - Mercoledì, 18 gennaio, la gara di recupero in trasferta contro la Palmese.



 Domenica, 15 gen 2016
Cavese-Igea V. - inizio gara (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) - Seconda di ritorno, prima del nuovo anno per gli aquilotti di mister Longo. Al “Lamberti” andava di scena il big match di ritorno tra Cavese e Igea Virtus, inseguitrice e capolista. L’unico obiettivo dei metelliani era la vittoria, e su un terreno di gioco ai limiti della praticabilità gli aquilotti buttano il cuore oltre il “pantano”, centrando l'obiettivo con un goal più volte cercato nel corso della gara. Match giocato a senso unico dagli uomini di mister Longo.

LA CRONACA – Ottimo l’approccio alla gara della Cavese, che scende in campo motivata a far suo lo scontro diretto con i siciliani. Dopo pochi secondi di gioco, Ciarcià ci prova con un tiro da fuori area che risulta debole e di facile presa per il portiere ospite. La Cavese inizia a macinare gioco e al 4° Ciarcià serve per Gabrielloni che di testa mette di poco al lato. Passano pochi minuti e al 12° Ciarcià, fra i migliori in campo, effettua un cross

Cavese, ancora una vittoria e capolista più vicina: contro il Gladiator finisce 2-0

Con il goal di Rossi al 7° e un rigore trasformato da Giglio al 90°, gli aquilotti battono la compagine di Santa Maria Capua Vetere - Domenica prossima contro il Sersale, l'ultima gara del girone d'andata e del 2016



Domenica, 11 dic 2016
Cavese-Gladiator, inizio gara - (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI - (servizio di Nello Bisogno) - Ancora una vittoria e ancora tre punti fondamentali per la Cavese di Emilio Longo, che in soli quattro giorni ha rosicchiato ben quattro punti alla capolista Igea. Pur non esprimendo un buon calcio, la compagine metelliana con una giusta dose di cinismo amministra il vantaggio acquisito nei primissimi minuti di gioco e raddoppia al 90°. LA CRONACA – Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio per il grave lutto che ha colpito la famiglia del patron metelliano, Domenico Campitiello. La Cavese parte a razzo e dopo una conclusione di Bellante al 3° minuto di gioco, passa in vantaggio pochi minuti dopo. Corre il 7° minuto quando, sugli sviluppi di una rimessa laterale, Gabrielloni crossa a centro area per lo smarcatissimo Rossi che si aggiusta la sfera e insacca la palla dell’1-0. La cronaca del primo tempo si potrebbe chiudere qua: la Cavese amministra la rete segnata da Rossi

La redazione del Corriere Cavese del Calcio si unisce al dolore del presidente Campitiello e della sua famiglia!    SENTITE CONDOGLIANZE!


Cavese, ritorno al successo: Bellante punisce due volte la Sarnese

Il furetto aquilotto con una doppietta e piega i granata sarnesi di mister Esposito - Domenica prossima ancora derby con il Gladiator


Giovedì, 08 dic 2016
Sarnese-Cavese, inizio gara - @foto di Nello Bisogno
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) – Dopo due sconfitte consecutive, la Cavese fa bottino pieno allo “Squitieri” di Sarno. Pur non giocando una bella partita contro la Sarnese, gli aquilotti vincono grazie alle giocate individuali di Bellante. LA CRONACA - Dopo soli due giri di lancette i metelliani già sono in vantaggio: Bellante sguscia sulla destra, entra in area e a tu per tu con Sorrentino buca la rete con un preciso diagonale. Al 15° ci prova Di Deo con un tiro dal limite dopo uno scambio con Meloni. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Conti tre minuti dopo: Di Finizio crossa per Guidelli che di testa manda la sfera di poco alta sulla trasversale. La Cavese senza brillare gestisce il vantaggio e al 22° su una rapida ripartenza si porta nuovamente al tiro con Bellante, ma la sua conclusione risulta fuori bersaglio. I padroni di casa vanno vicino

Cavese, "gelo" al Lamberti: al Gela i tre punti del big match

Grazie agli errori di Conti e Migliaccio, i siciliani portano a casa  l'intera posta in palio: di Rossi la rete del momentaneo pareggio - Domenica prossima trasferta insidiosa a Roccella Jonica



Domenica, 27 nov 2016
Cavese-Gela, formazione iniziale - (@foto di Nello Bisogno)
CAVA DE’ TIRRENI – (servizio di Nello Bisogno) – Partita di cartello, al “Lamberti”, tra Cavese e Gela. Seconda e terza classificata, lanciate all’inseguimento della matricola Igea, si sono affrontate a viso aperto alla conquista dell’intera posta in palio. Buono l’avvio della squadra metelliana, che dopo pochi minuti porta il primo attacco alla porta ospite. Durante un’azione elaborata in area, al 2° di gioco, Gabrielloni contrastato da Schisciano cade in area, ma la palla finisce a Ciarcià che con un tiro dal limite sfiora di poco il palo alla sinistra di Saitta. Al 7° la Cavese scatta in contropiede con Ciarcià che crossa in area una palla invitante per Bellante, ma l’esterno alto metelliano non arriva sulla sfera. Sulla conseguente azione di gioco, è Rossi che smarca in area D’Anna, ma la conclusione dell’attaccante metelliano finisce sull’esterno della rete dopo una deviazione della difesa ospite.  Le due squadre si affrontano senza esclusione di colpi e all’11° il Gela fa bingo. I siciliani

I più letti di sempre